18 Gennaio 2018

Carie dentaria e interventi altamente conservativi: la Minimum Intervention Dentistry (MID)

Matteo Basso, Aylin Baysan, Michel Blique, Sophie Doméjean, Patricia Gaton, Sevil Gurgan, Betul Kargul, Ivana Miletic, Piyush Khandelwal, Falk Schwendicke, Elmar Reich, Esther Ruiz de Castaneda, Hervé Tassery, Sebnem Turkun, Jose Zalba

Corso ECM

Obiettivi  La carie dentaria è una patologia dei tessuti duri dei denti che riguarda più del 90% dei soggetti adulti. La sua gestione è stata oggetto di numerose investigazioni cliniche e di laboratorio, e ormai abbastanza chiari sono gli approcci suggeriti in letteratura per una corretta diagnosi delle lesioni e l'esecuzione di trattamenti sempre adeguati ed efficaci. Nel 2007 un gruppo europeo di odontoiatri attivi in campo universitario unitamente ad altri dediti esclusivamente all'attività clinica hanno costituito il Minimum Intervention Advisory Board (MIAB), un gruppo di studio con lo scopo di identificare un percorso condiviso per la gestione della patologia cariosa.

Materiali e Metodi  Lo scopo preciso di questo gruppo era di creare un "piano di trattamento" che potesse essere facilmente integrato nella pratica clinica quotidiana di tutti gli studi odontoiatrici, evidenziando quali fossero i passi fondamentali nella fase di:
1) diagnosi,
2) prevenzione attiva delle lesioni cariose,

3) trattamento delle lesioni cavitate con la tecnica ideale a seconda delle situazioni cliniche.

Per fare questo, ha preso in analisi i numerosi strumenti a disposizione del clinico, dai diversi materiali da ricostruzione alle più moderne tecnologie digitali per la diagnosi, indagando in maniera incondizionata quali potessero essere ritenute più efficaci e quali invece meno utili al piano di trattamento.

Risultati  Dopo circa 10 anni di esperienza e più di 1500 corsi sull'argomento effettuati dai membri del MI-AB, sono presentati in questo FAD la struttura del piano di trattamento suggerito dal gruppo, i risultati delle osservazioni dei professionisti partecipanti ai corsi, le valutazioni su strumenti e metodiche di diagnosi e prevenzione, le tecniche più moderne ed efficaci per il trattamento delle lesioni cavitate e la preservazione della vitalità dentale.

Conclusioni  Da un punto di vista pratico, sono ancora numerosissime le differenze fra la qualità e l'efficacia delle terapie eseguite da odontoiatri e igienisti dentali nell'attività quotidiana, e molti sono ancora gli studi che stentano a integrare la prevenzione in senso lato all'interno del proprio flusso lavorativo, poiché la prevenzione stessa è vista in certi casi come dispendiosa in termini di tempo e poco remunerativa.

Per continuare la lettura scaricare l'allegato.

doi: https://doi.org/0.19256/d.cadmos.01.2018.05




 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi