03 Febbraio 2020

L’anno che verrà…

Intervista a... Giovanni Zucchelli

Lorena Origo

Nata nel 2015 dalla confluenza di due società scientifiche, SICOI e SIO, l’Ita­lian Academy of Osseointegration al compimento del suo primo lustro è una società fortemente strutturata che sup­porta i propri iscritti con un’intensa atti­vità didattica, di studio, di ricerca scien­tifica e di divulgazione nel campo dell’implantologia osteointegrata, con particolare riguardo agli aspetti di chirur­gia e riabilitazione orale.

Dental Cadmos ha incontrato Giovanni Zucchelli, membro del board associativo e Presidente eletto per il biennio 2021- 2022, con cui ha approfondito gli eventi in programma nei prossimi anni e le novi­tà in cantiere.

Nello scorso ottobre, professor Zucchelli, si è tenuto il 3° Congresso IAO: quali le sue impressioni in merito?
Il Congresso di Milano è stato un succes­so sotto diversi punti di vista: numerica­mente, qualitativamente, grazie alle rela­zioni scientifiche presentate e per l’atmo­sfera che si è respirata. IAO è una società relativamente giovane, che ha avuto bi­sogno – come sempre accade – di un pe­riodo di transizione per raggiungere una stabilità e assumere una forma completa, processo a oggi completato grazie anche al lavoro eccezionale svolto da Alfonso Caiazzo, l’attuale Presidente.

Tutto que­sto è emerso pienamente nel corso dell’incontro milanese dove è stata regi­strata un’importante partecipazione e so­no stati espressi grande entusiasmo e voglia di crescere.  

Il 2020 – oltre che dalla quarta edizione del Congresso – sarà caratterizzato da diverse esperienze formative.
Abbiamo programmato appuntamenti di eccezionale valore, a partire dall’Educa­tion Group che è il nuovo progetto IAO per promuovere in modo capillare il mas­simo della cultura chirurgica e implantare sul territorio nazionale.
Presso il San Raffaele di Milano terremo un corso intensivo di Continuing Educa­tion in ambito implantologico: un percor­so di 6 incontri di un’intera giornata rivolto a un gruppo ristretto di partecipanti sui te­mi della chirurgia e dell’implantologia ora­le, discipline per le quali la IAO si distin­gue nel panorama italiano come società di riferimento, accreditata al Ministero della Sanità per redigerne le linee guida.

Saremo poi a Firenze (alla fine di questo mese) con un corso di aggiornamento su un tema molto dibattuto: la socket pre­servation. Due giorni in cui si cercherà di fare chiarezza su quale sia la scelta tera­peutica migliore al momento dell’estra­zione dell’elemento dentario.

Questo te­ma sarà anche al centro della prossima Consensus Conference che si terrà nel corso del nostro Congresso Nazionale del 2020 – che si svolgerà sempre a Mila­no il prossimo ottobre con il titolo “Mini­mally invasive approaches: less is more” – durante il quale l’Accademia assumerà una posizione ufficiale su questo argo­mento.

Per continuare la lettura scaricare l'allegato.

doi: https://doi.org/10.19256/d.cadmos.02.2020.02




 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP