02 Maggio 2020

Lesione eritroleucoplasica del margine linguale in un giovane paziente

Quesito diagnostico

Niccolò Lombardi, Daniela Sorrentino, Fiorella D’Amore, Laura Moneghini, Roberto Franchini, Andrea Sardella

Un giovane paziente maschio di 22 anni giunge alla nostra atten­zione presso l’ambulatorio di Medicina e Patologia Orale dell’ASST Santi Paolo e Carlo - UO Odontostomatologia II, invia­to dal proprio medico curante a seguito del riscontro di una lesio­ne linguale persistente.

L’anamnesi risulta negativa per patologie attuali o pregresse. Il pa­ziente riferisce di essere un forte fumatore da 5 anni (circa 20 siga­rette al giorno) e di consumare moderatamente alcol in modo occa­sionale.

Lamenta sintomatologia urente a carico della mucosa lin­guale, con andamento altalenante e presente da circa 2 settimane. All’esame extra-orale non si riscontrano tumefazioni e alla palpa­zione non si rilevano linfoadenopatie latero-cervicali.

All’esame obiettivo del cavo orale si evidenzia un buon livello di igiene orale con assenza di patologie odontoiatriche in atto. Si rileva la presen­za di una lesione di circa 2 cm di estensione longitudinale a carico del margine linguale destro. Tale lesione appare eritroleucoplasica di forma non omogenea e margini irregolari.

Considerando la lesio­ne nel dettaglio, la porzione posteriore risulta eritroplasica, lieve­mente indurita e dolente alla palpazione, mentre la porzione ante­riore appare leucoplasica e disomogenea. Le restanti mucose ora­li appaiono nel complesso normo-trofiche e normo-idratate.

Per continuare la lettura gli abbonati possono scaricare l'allegato.

doi: https://doi.org/10.19256/d.cadmos.05.2020.03




 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La professoressa Antonella Polimeni si racconta