01 Giugno 2020

Contaminazione da coronavirus in ambiente odontoiatrico. Nuovi sistemi e dispositivi operativi

Rassegna

Maria Giovanna Gandolfi, Andrea Spinelli, Fausto Zamparini, Vittorio Sambri, Carlo Prati

Obiettivi  L’emergenza sanitaria causata da SARS-CoV-2 sta creando un radi­cale cambiamento nelle procedu­re operative negli ambulatori odontoiatrici. Gli operatori sanitari del settore dentario lavorano a stretto contatto faccia a faccia con i pazienti e questo aumenta drasticamente il rischio di conta­gio. Le normali procedure opera­tive portano alla formazione di grandi volumi di spray e droplet (goccioline) attorno al riunito che risulta quindi contaminato dalla saliva del paziente e dalle parti­celle espirate. Allo stato attuale delle conoscen­ze, per il principio di massima pre­cauzione, ogni paziente presente in ambulatorio deve essere consi­derato come asintomatico, ma potenziale portatore del virus.

Materiali e metodi  Tutti i dispositivi presenti nel riunito comportano la produzione di spray e quindi la formazione di droplet fluttuanti. In particolare, la turbina ad alta velocità, la siringa aria-ac­qua e i dispositivi a ultrasuoni pro­ducono grandi quantità di spray che possono essere rapidamente contaminate dalle secrezioni del paziente, quali il muco, la saliva e, almeno in teoria, sangue e placca/ tartaro. Questi droplet – del diame­tro variabile da 200 micron a meno di 2 micron – possono fluttuare nell’aria (da qualche minuto a ore) e depositarsi anche a notevole di­stanza nell’ambiente circostante. Tutti questi spray possono conta­minare anche le mascherine, i ca­mici e le visiere degli operatori.

Per tale motivo sono stati introdot­ti alcuni innovativi dispositivi fina­lizzati alla riduzione della diffusio­ne dello spray. Un primo dispositi­vo sviluppato consiste in un ar­chetto doppio della diga in plasti­ca con un aspiratore scorrevole lungo l’arco e quindi posizionabile vicino alla turbina o al naso/bocca. Anche altri dispositivi tipo aspira­tori labiali sono stati sviluppati. Inoltre, gli operatori potranno di­sporre di specifici elmetti/ca­schetti con sprayhood e visiera trasparente stagna per impedire il diffondersi dei droplet fino agli oc­chi (congiuntiva) degli operatori e proteggere ulteriormente la ma­scherina (tipo FFP2 o FFP3). Ov­viamente, tute in tessuto Tynek e altri dispositivi che coprano inte­gralmente gli operatori saranno assolutamente importanti. Tutte le procedure idonee alla pre­venzione dei droplet e alla loro ri­mozione dalle superfici sono e do­vranno essere rimodulate e riviste alla luce delle conoscenze di diffu­sione del coronavirus.

Conclusioni  La diffusione del coronavirus all’interno della popolazione e l’elevato numero di asintomatici rende necessario considerare ogni paziente potenzialmente po­sitivo. Tutte le procedure cliniche dovranno pertanto essere modu­late in tale direzione. In questo position paper vengono valutati i rischi connessi con il contatto fa­ce-to-face fra paziente e opera­tore e vengono proposti alcuni accorgimenti e nuove procedure. Da qui la necessità da parte degli studi dentistici, delle università e de­gli ospedali/cliniche odontoiatriche di proteggere gli operatori, gli stu­denti e i pazienti con nuove proce­dure operative e cliniche su misura.

Significato clinico  La situazione attuale e futura ha imposto (e impone) l’introduzione di innovative misure di prevenzio­ne della diffusione del virus in am­biente odontoiatrico. Nuove inno­vative cannule di aspirazione e l’u­tilizzo di dispositivi tipo sprayhood spray-protettivi e di tute da lavoro sono stati progettati per la prote­zione degli operatori e per una cor­retta e sicura attività negli studi dentistici. Tutte le altre procedure di detersione superfici, sterilizza­zione dei circuiti e dei dispositivi devono essere riviste e ampliate anche alla luce delle nuove cono­scenze relative al virus.

Per continuare la lettura gli abbonati possono scaricare l'allegato.

doi: https://doi.org/10.19256/d.cadmos.06.2020.06




 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


28 Luglio 2020
Vendo attrezzatura completa per studio odontoiatrico

Vendo attrezzatura completa per ambulatorio odontoiatrico a Santarcangelo di Romagna (Rimini): riunito OMS in ottimo stato, separatore amalgama, compressore e pompa aspirazione, 2 mobili componibili, 2 servomobili, radiologico NOVAXA con testata DE GOTZEN, autoclave TECNO-GAZ classe B con stampante, sigillatrice MELAG, lampada fotopolimerizzante, 4 plafoniere con neon, strumenti per chirurgia orale, conservativa ecc in ottime condizioni. Tutto a norma CE. E 3000,00 COMPRESO SMONTAGGIO E IMBALLAGGIO. Foto inviabili. Per informazioni telefonare a Ricardo 347/4120042 (email: ricardo.ricci@email.it).

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Paziente o cliente, il punto di vista del dentista e del u201cconsumatoreu201d