31 Agosto 2020

Tutti per uno, uno per tutti?

Rubrica Comunicazione consapevole

Michele Cassetta

Aristotele diceva che l’uomo è un anima­le sociale. È proprio la capacità di stare insieme che ha permesso agli esseri umani di svilupparsi e progredire, facen­doli arrivare dove sono oggi.

La dimensione del gruppo è naturale per­ché dal primo giorno della nostra vita ci muoviamo al suo interno. Apprendiamo le dinamiche della convivenza partendo dal­la famiglia, poi sperimentiamo la scuola, le attività sociali e il mondo del lavoro. Ogni ambito della nostra esperienza viene condiviso con altre persone e la qualità di vita dipende anche da come riusciamo a interagire e a integrarci con gli altri.

Nell’ambito delle attività lavorative, la for­za di un gruppo efficace sta nel fatto che i risultati che ottiene sono superiori alla somma di quelli che ogni singolo ele­mento otterrebbe operando in solitudine. Non tutti i gruppi di lavoro però sono sta­bili e presentano le stesse caratteristiche e le persone possono trovarsi insieme anche per obiettivi a breve termine o sen­za avere specifiche qualifiche.

La massima espressione di un gruppo di lavoro è rappresentata dal team, che può essere definito come un insieme di per­sone, con alto livello di competenze pro­fessionali, al quale vengono affidati com­piti complessi, che possono essere por­tati a termine solo se esiste forte interdi­pendenza e stretta interazione.

Le persone che operano all’interno di uno studio odontoiatrico rientrano per­tanto di diritto nella descrizione del team perché ogni componente ha competenze particolarmente complesse, che si matu­rano dopo percorsi di apprendimento lunghi e specifici, che portano a diventa­re odontoiatri, igienisti, Aso, odontotecni­ci, responsabili della segreteria e della parte amministrativa.

Un gruppo di lavoro può definirsi team quando sussistono tre caratteristiche fon­damentali, come qui di seguito dettagliato.

Obiettivi condivisi
È indispensabile condividere un obiettivo comune, per raggiungere il quale biso­gna essere motivati. È chiaro che avere uno scopo condiviso non è condizione sufficiente. A fare davvero la differenza sono i seguenti altri due aspetti.

Senso di appartenenza
Per definirsi un team è indispensabile provare un senso di appartenenza e di coesione con il gruppo. Questa condizio­ne è favorita da leader competenti e pre­parati a far crescere le persone all’interno del gruppo con il risultato di farle sentire parte integrante e determinante al rag­giungimento degli obiettivi prefissati.

Riconoscimento esterno
Questo è un aspetto decisivo, che non dipende direttamente dal gruppo stesso ma è determinato da chi lo valuta dall’e­sterno. Nel caso di uno studio odontoia­trico sarà quindi il paziente a riconoscere al team tale ruolo e a giudicare il suo livel­lo di coesione, efficacia ed efficienza.

Il leader e la leadership
Ogni team è guidato da un leader, che dovrebbe essere capace di adattare le strategie in funzione degli obiettivi e delle persone a disposizione per raggiungerli. La leadership può essere considerata come la capacità di coinvolgere le perso­ne, portandole al raggiungimento dei ri­sultati, stimolando le loro emozioni. La guida basata sul potere, invece, prevede qualsiasi possibilità di far valere la propria volontà, anche di fronte a un’opposizione dei componenti del gruppo.

Molti studi dimostrano che i team guidati con leadership alla lunga ottengono mi­gliori risultati di quelli guidati con stili auto­ritari e basati sul potere, che invece hanno prestazioni migliori all’inizio e su brevi pe­riodi. È interessante considerare come quando si parte dai metodi morbidi e i ri­sultati non sono soddisfacenti, sia più fa­cile applicare i metodi più duri, mentre è molto più difficile fare il contrario.

Quando si cerca di motivare le persone utilizzando la forza e l’autorità, si ottengono solita­mente risultati negativi che si possono manifestare con mancanza di comunica­zione, competizione, rivalità, ribellione, sottomissione o atteggiamenti passivi.

Per continuare la lettura gli abbonati possono scaricare l'allegato.

doi: https://doi.org/10.19256/d.cadmos.07.2020.10




 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


14 Ottobre 2020
Vedo moderno ed avviato studio a Milano

Moderno e avviato studio dentistico, regolarmente autorizzato, mq 80, predisposto per due unità operative, stanza sterilizzazione, radiografico opt e dotato di strumentazione per esercitare le principali branche odontoiatriche, spogliatoio e bagno per il personale, bagno per pazienti. Possibilità di subentro graduale con varie soluzioni. Milano, zona Bicocca-Niguarda. Trattativa riservata. 345 9776587. mail: aumas001@gmail.com

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I trucchi per convivere con il rischio Covid in studio