01 Novembre 2020

Cementare i manufatti protesici

Intervista all'autore

Lorena Origo

La cementazione del ma­nufatto protesico rappre­senta il rush finale di un complesso percorso che è iniziato con una diagno­si, è proseguito con un’at­tenta preparazione, un provvisorio, un’im­pronta di precisione, un mock-up e, infine, con il posizionamento del manufatto.

L’attenzione e la precisione poste duran­te l’iter della protesizzazione trovano nel­la cementazione la fase in cui tutta l’e­sperienza e le conoscenze del professio­nista si esprimono.

Su questo argomento complesso, che non si limita alla sola conoscenza dei ce­menti disponibili in commercio ma richie­de al professionista la capacità di sce­gliere quale di questi sia il migliore da uti­lizzare nella situazione contingente così da ottenere una cementazione stabile e duratura nel tempo, Giacomo Derchi – af­fiancato da Umberto Campaner, Enrico Manca e Vincenzo Marchio – ha scritto il volume edito da Edra “La cementazione adesiva su denti naturali”.

Dental Cadmos lo ha incontrato, e ha approfondito con lui i temi sviluppati nel volume.

La cementazione è una fase delicata e allo stesso tempo fondamentale per il successo protesico, dottor Derchi: quali i suoi segreti?
La cementazione oggi ha un ruolo fonda­mentale, ed è una fase in cui non dobbia­mo correre il rischio di abbassare il livello di precisione e di accuratezza adottato nei passaggi precedenti perché è quella che ci permetterà di ottenere un sigillo duraturo e permanente nella bocca del nostro paziente.

È un processo che comporta una cono­scenza molto approfondita del dente, del manufatto protesico e del materiale sele­zionato, ed è pertanto necessario studia­re e conoscere tutti i substrati e le intera­zioni tra i rispettivi componenti per creare un legame stabile.

Oggi i materiali sono perennemente in evoluzione, grazie al forte investimento in ricerca del mercato per avere dei mate­riali con ottime performance sotto diversi aspetti: meccanico-fisico, estetico, dei costi e dei processi di produzione.

Per continuare la lettura gli abbonati possono scaricare l'allegato.

doi: https://doi.org/10.19256/d.cadmos.09.2020.09




 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Sileri: serve un restyling della professione ponendola come branca nobile della medicina