01 Settembre 2021

GVHD orale post-trapianto allogenico per mieloma multipli

Quesito diagnostico

Niccolò Lombardi, Luca Baldini, Dimitri Rabbiosi, Giovanni Lodi

Un uomo di 65 anni giunge in visita per algia persistente a carico del corpo linguale. Il paziente, affetto da mieloma multiplo, è stato sottoposto a due trapianti autologhi di cellule staminali ematopoietiche, rispettivamente 7 e 5 anni prima, e a un trapianto allogenico 3 anni prima.

In anamnesi viene riportata ipertensione e bronchite cronica asmatica. Il paziente risulta in terapia con: desametasone, darbepoetina alfa, acido zoledronico, furosemide, bisoprololo, ramipril, sulfametoxazolo/trimetoprim, acyclovir, allopurinolo, omeprazolo e acido folico.

Gli esami ematochimici recenti mostrano una trombocitopenia severa (33.000/mm3), linfocitopenia (440/mm3) e anemia (3,2 milioni/mm3). Il paziente risulta inoltre affetto, da circa due anni, da graft versus host disease (GVHD) cronica delle mucose orali ed è stato trattato fino a ora, presso altra struttura, tramite l'applicazione di steroidi topici.

All'esame extra-orale non si rileva alcuna linfoadenopatia latero-cervicale. All'esame intra-orale si apprezzano aree eritematose e lesioni ulcerative multiple ricoperte da fibrina a carico della mucosa geniena sinistra e palatale. La superficie ventrale sinistra della lingua presenta un'ulcera di aspetto granuleggiante, dolente alla palpazione e con margini induriti.

Per continuare la lettura gli abbonati possono scaricare l'allegato.

doi: https://doi.org/10.19256/d.cadmos.07.2021.04




 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio