15 Maggio 2015

La responsabilità professionale in odontoiatria: analisi di una casistica interdipartimentale


Obiettivi. L'incremento degli addebiti di responsabilità professionale in ambito sanitario, unitamente alla diffusione di dati espressivi di una differente distribuzione percentuale dei settori odontoiatrici coinvolti nel contenzioso, ha indotto gli autori a condurre un'analisi conoscitiva del fenomeno attraverso lo studio di una casistica interdipartimentale di accertata responsabilità professionale odontoiatrica in ambito civilistico.

Materiali e Metodi. È stata condotta un'analisi descrittiva di tipo poliparametrico su un campione costituito da 436 casi di errata condotta odontoiatrica accertata, promossi da soggetti di età compresa tra 14 e 70 anni.

Risultati. Il settore odontoiatrico in cui è più frequentemente ravvisato un errore tecnico-deontologico è quello protesico e implantoprotesico, seguito da quelli endodontico- conservativo e ortognatodontico.
Nella maggioranza dei casi si è accertata la carenza della documentazione sanitaria descrittiva dello stato anteriore, in assenza di un modulo di consenso informato al trattamento odontoiatrico. Il danno ha riguardato più frequentemente strutture dentarie, concretizzandosi in un danno permanente alla persona ≤ 4% in oltre due terzi dei casi, con un importo del danno emergente quasi sempre (97%) < 30.000 euro e più spesso (62%) < 15.000 euro.
Più frequentemente è stata riconosciuta una condotta colposa imperita, seguita da imprudenza e, quindi, da negligenza.

Conclusioni. Gli autori propongono un decalogo comportamentale al fine di ridurre i possibili addebiti di responsabilità professionale o, comunque, utile a documentare la corretta condotta tecnico- deontologica.



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi