HOME - DiDomenica
 
 
02 Luglio 2017

Mercificare la professione, burocrazia farmaceutica, Bersani dichiara e l'odontoiatra digitale


I lettori di Odontoaitria33 sono (purtroppo) abituati a leggere articoli che raccontano di finti dentisti o dentisti compiacenti. Questa settimana ne abbiamo riportate parecchie di queste storie, a cominciare dal bilancio dei Nas di Bologna. Certo notizie del genere non dovrebbero più stupirci, invece la notizia è stata molto cliccata ed anche condivisa attraverso la nostra pagina Facebook. La mia riflessione, in negativo, e sul fatto che a delinquere non siano solo non laureati o i laureati ma che i veri dentisti non fanno più, o solo, i prestanome ma truffano in proprio cercano scorciatoie per guadagnare di più.

Quale esigenza, se non quella economica, spinge il titolare dello studio a far fare la detartrasi alla collaboratrice asiatica assunta (o in nero) come donna delle pulizie? Stessa considerazione per il dentista che affida i propri pazienti alla moglie di cui sicuramente ha deciso di condividere il percorso di vita, ma sa bene che la laurea non rientra tra i pegni nuziali che si possono mettere in comunione.

Oltre il non rispetto delle leggi, a fare riflettere è la considerazione della propria professione che questi dentisti hanno.

Ma un dentista che ha studiato per 5 anni, che pratica da tempo la professione come può pensare di poter insegnare a fare bene una detartrasi ad una signora che fino a 5 minuti prima i riuniti li puliva? Allora la sua formazione (quella del dentista) è stata solo una perdita di tempo, quindi nella sua testa per fare il dentista basta andare da qualcuno che lo sappia fare per imparare. Oppure sa bene che questo non è vero ma non gli frega nulla perché il suo obiettivo è solo quello di spillare soldi al povero paziente che, invece, di lui si fida.

Visto che anche questo, e soprattutto questo è mercificazione della professione ci aspettiamo che l'Ordine di Ravenna e di Bologna (dove sono iscritti i dentisti che hanno affidato i loro pazienti a persone non laureate) sanzionino pesantemente i loro iscritti. Per il bene dei pazienti ma anche e soprattutto per rispetto della vostra professione e del vostro Ordine professionale. (vai alla notizia)


Farmaci e dentista

La notizia della sanzione comminata ad alcuni medici che hanno compilato, male, una ricetta per un farmaco non ripetibile ci ha permesso di ricordare ai dentisti che certamente l'aspetto della scelta del farmaco e della conoscenza delle possibili complicazioni è importante ma altrettanto lo è conoscere le questioni burocratiche legate alla prescrizione. (vai alla notizia)

 

Bersani e la concorrenza

L'intervento in Aula dell'Onorevole Bersani durante la discussione del Ddl Concorrenza contro il capitale nelle libere professioni ha fatto molto discutere i nostri lettori. L'autore delle famose lenzuolate parlava di Farmacie ma i concetti possono essere applicate anche all'odontoiatria. I nostri lettori lo accusano di incoerenza, in realtà il suo decreto aveva indicato le linee generali delle liberalizzazioni dando, poi, ai decreti attuativi che sarebbero dovuti essere emanati successivamente il compito di fissare i paletti. Quei paletti non furono mai fissati e così c'è chi proprabilmente la norma è rimasta incompiuti. (vai alla notizia)

 

L'odontoiatria al digitale

Ne parliamo spesso, questa settimana abbiamo portato il contributo del dott. Andrea Savi al quale abbiamo chiesto di indicarci, secondo la propria esperienza quali sono i vantaggi dei dispositivi digitali per realizzare un dispositivo protesico rispetto alle tecniche tradizionali. Intervista interessante per chi sta pensando di fare il "salto" nel futuro. (vai all'intervista)

Norberto Maccagno

Articoli correlati

La settimana che ha preceduto questa terza domenica di #iorestoacasa, è iniziata con la decisione governativa di distinguere l’Italia tra chi fa lavori essenziali e gli altri. E per una...

di Norberto Maccagno


I bollettini che giornalmente ci informano dei “caduti e feriti” di questa guerra che i medici e gli infermieri stanno combattendo, per noi, negli ospedali, ci ricordano il vero...

di Norberto Maccagno


Nella prima domenica che di fatto non c’è, o che è come tutti gli altri ultimi giorni appena trascorsi consapevolmente e prudentemente a casa, mi sembrava fuori luogo scrivere il solito...

di Norberto Maccagno


Un DiDomenica che capita l’8 marzo non poteva non parlare di donne, ma non poteva essere un uomo a farlo. Alla fine noi siamo quelli (non è più vero o forse ancora si) che portano una mimosa, un...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Lo chiedono i presidenti CAO della Calabria prima della riapertura degli studi. Si deve prevedere canali privilegiati ed incentivi per l’approvvigionamento di DPI


A marzo il portale di Edra sfiora il milione di pagine viste. Successo anche della Fad e dei webinar. Dental Cadmos di aprile è ora scaricabile on-line


Donati a vari ospedali nelle aree più colpite dal virus, test rapidi certificati CE (COVID-19 IgG/IgM Rapid Test) per la rilevazione qualitativa di anticorpi anti COVID-19.


Il prof. Abati sugli effetti della saliva sulla contaminazione di operatori e pazienti documentati in letteratura fin dagli anni ‘70


Istituto indica i DPI che gli operatori devono indossare a seconda delle mansioni, comprese quelle che prevedono una esposizione all’aerosol a meno di un metro


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP