HOME - DiDomenica
 
 
09 Luglio 2017

Dando i numeri capiamo il settore, se si leggono con obiettività


Questa settimana Odontoiatria33 ha pubblicato una serie di notizie con tanti numeri. Numeri che fotografando alcuni aspetti del settore, consentono di dare una visione più dettagliata delle questioni permettendo analisi e, ovviamente, commenti. Spesso in politica i dati vengono letti a seconda di cosa si vuole sostenere. Esaltando un dato o omettendo di accostarlo ad un altro la stessa ricerca, a seconda di chi la commenta, può confermate o ribaltare le posizioni. E' capitato leggendo la stampa generalista che ha riportato alcuni dati o qualche pagina Facebook di settore che ha condiviso quegli articoli. Noi abbiamo cercato di mettere insieme i dati per confrontarli in modo da dare un quadro il più chiaro possibile.

Chi è il dentista ANDI?

I primi dati presentati sono stati quelli che certificano l'ennesima crescita di ANDI nel numero dei soci. La fotografia ha anche permesso di capire chi è il socio ANDI, che si conferma un titolare di studio (ovviamente visto che oltre l'85% degli esercenti è un libero professionista con partita iva) ma il 26% è altro: collaboratore senza studio socio di studio associato o società. Che in termini numerici fa quasi 7 mila dentisti. Un vero e proprio sindacato nel sindacato, un numero consistente di odontoiatri che per motivi differenti hanno fatto, in termini di modello di esercizio professionale, una scelta differente dal titolare di studio. In più occasione ho scritto della mia impressione che (oggi) questi professionisti fatichino a trovare una rappresentanza anche se vederli iscritti così numerosi ad ANDI sembrerebbe darmi torto. (vai alla notizia)

Da che dentista sceglie di andare il paziente?

La completa ed accurata ricerca Key-Stone sulle scelte dei cittadini in termini di offerta odontoiatrica presentata durante il primo evento pubblico di ANCOD (la associazioni dei centri odontoiatrici) conferma alcuni dati già rilevati sul tema e ne presenta altri molto interessanti, oltre ad avere il merito di aver dato un quadro dettagliato sulla questione. Dati che certificano come lo studio del dentista tradizionale viene scelto per fiducia mentre le strutture odontoiatriche, che non sono solo le catene ma anche le altre società ed i polimabulatori, vengono scelte dopo una più o meno attenta analisi che passa anche dalla ricerca del miglior rapporto qualità prezzo. Sapendo bene quali sono i fattori considerati dal cittadino come buona qualità: spesso estranei alla prestazione clinica. Ricerca che fotografa anche le differenze in tema di prestazioni erogate e di organizzazione. (vai alla notizia)

Vola l'industria del settore grazie agli sgravi fiscali

L'annuale Studio di Settore UNIDI, giunto alla undicesima edizione, ha evidenziato come per la prima volta la crescita del fatturato dell'industria italiana del settore è stato trainato dal mercato interno e non dall'export. E questo grazie agli incentivi fiscali concessi dal maxi-ammortamento.

Diversamente è andata per studi odontoiatrici e laboratori odontotecnici alle prese con un mercato altalenante. (vai alla notizia)

Norberto Maccagno

Articoli correlati

Uscire di casa solo se strettamente necessario. E’ questo l’invito che in questi giorni politica ed esperti stanno diffondendo per cercare di contenere la pandemia.Nonostante i DCPM e le...

di Norberto Maccagno


Diventa sempre più difficile trovare argomenti da approfondire che non riguardino la questione Covid, da quasi nove mesi non si parla d’altro, sia sui media che nei palazzi della...

di Norberto Maccagno


Ieri 10 ottobre, in Sardegna, si è chiuso il 77° Congresso Nazionale FIMMG, il sindacato dei medici di medicina generale con più iscritti.La cinque giorni sarda ha visto, come ad ogni Congresso,...

di Norberto Maccagno


In attesa di capire se e come l’Antitrust si interesserà dell’esposto promosso da ANOMeC, l’iniziativa ha già raggiunto un primo obiettivo: coinvolgere i media. Almeno il Data Room di Milena...

di Norberto Maccagno


Giovedì primo ottobre partirà il quarantesimo Mese della Prevenzione dentale. Ne parleremo dettagliatamente la prossima settimana, giovedì Mentadent ed ANDI hanno organizzato una conferenza...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

La CAO La Spezia manifesta la disponibilità a Regione, ASL e Provincia affinché la rete dei medici odontoiatri della provincia sia inserita nel sistema di screening attraverso l’utilizzo dei...


L’American Dental Association scende in campo sostenendo la competenza degli odontoiatri statunitensi che si sono offerti di somministrare i vaccini


Negativi i collaboratori, dopo la sanificazione lo studio ha riaperto mentre il professionista rimane in isolamento


Federazione Alzheimer Italia nel mese di ottobre ha organizzato corsi on-line per insegnare ai familiari a gestire gli aspetti odontoiatrici. Tra i relatori il dott. Mario Ghezzi a cui abbiamo...


Obiettivo: offrire un servizio gratuito di formazione avanzata, con una visione globale sulla salute, consulenza e supporto per una miglior assistenza ai propri pazienti


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


14 Ottobre 2020
Vedo moderno ed avviato studio a Milano

Moderno e avviato studio dentistico, regolarmente autorizzato, mq 80, predisposto per due unità operative, stanza sterilizzazione, radiografico opt e dotato di strumentazione per esercitare le principali branche odontoiatriche, spogliatoio e bagno per il personale, bagno per pazienti. Possibilità di subentro graduale con varie soluzioni. Milano, zona Bicocca-Niguarda. Trattativa riservata. 345 9776587. mail: aumas001@gmail.com

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Emergenza Covid ed odontoiatria: il punto con il presidente Iandolo