HOME - DiDomenica
 
 
17 Settembre 2017

Rispettare le norme, le indicazioni scientifiche, deontologiche e le richieste


Vi ricordate dell'ex ministro Tommaso Padoa Schioppa quando disse che pagare le tasse era bellissimo? Penso che la stessa reazione che avevate avuto al sentire quella dichiarazione (per la cronaca era dieci anni fa, ottobre 2007) l'abbiate avuta leggendo quanto ha scritto l'avvocato Silvia Stefanelli quando dice che essere in regola con norme ed impicci burocratici dà valore allo studio.

Al tempo il pensiero del ministro, come ogni volta che si deve sintetizzarlo in un titolo, era stato strumentalizzato, in realtà il ministro voleva sottolineare il senso civico che dovrebbe portare tutti noi a pagare le tasse con soddisfazione in quanto quelle tasse servono per darci i servizi, per farci vivere meglio ed aiutare i meno fortunati di noi. Non vado oltre, anche io becco le buche per le strade (sporche), faccio la fila all'ospedale, aspetto inutilmente un treno e pago il ticket per una visita o una analisi nonostante parte delle mie tasse vadano a stipendiare medici ed infermieri.

Le considerazioni dell'avvocato Stefanelli possono sembrare molto simili a quella affermazione. Certo tutti vorremmo fare a meno della burocrazia (come delle tasse e per alcuni anche dei meno fortunati) e molti di voi probabilmente sono anche convinti che si possa vivere senza (tasse e burocrazia). In realtà come le tasse anche la burocrazia (meglio forse parlare di regole imposte) serve o dovrebbe servire per farci vivere meglio.

Ma l'avvocato nel suo articolo sposta l'attenzione su un altro puto e dice: attenzione non guardate solo alle norme come inutile adempimento a cui vi dovete adeguare altrimenti vi possono sanzionare (se vi scoprono), adeguatevi perché il rispetto delle norme può dare un valore aggiunto al vostro studio oppure, aggiungo io, farlo valere molto meno se non le avete rispettate. L'avvocato Stefanelli porta l'esempio del rispetto della nuova normativa sulla privacy anticipando una norma che pur essendo già in vigore scopriremo il giorno prima della data entro la quale dovremmo adeguarci (2018), sperando nell'italica proroga. (vai alla notizia)

Raccomandazioni cliniche

Quelle presentate mercoledì al Ministero della Salute sono la seconda versione del lavoro prodotto dalle Società Scientifiche, Associazioni ed Ordine per indicare le buone pratiche in odontoiatria oppure sintetizzo io, codificare la qualità in odontoiatria, indicare i percorsi minimi per garantire ai pazienti una cura corretta.

Una esigenza oggi indicata anche dalla legge (prima dalla Balduzzi e oggi dalla Gelli) ma che una decina di anni, fa quando l'idea fu presentata all'allora Ministro Fazio, sembrava una boutade anche perché fino all'ora, tutto il comparto insieme non era mai riuscito a portare a termine un progetto comune. Ed invece oggi l'odontoiatria si trova con un lavoro ed un modo di lavorare che può fare scuola non solo nella medicina italiana ma anche in Europa. Ora la sfida sarà quella di farle leggere ed applicare a tutti i 60 mila dentisti italiani, perché a quanto hanno riferito al Ministero, giudici e Ctu ne tengono conto durante le cause di contenzioso. (vai alla notizia)

 

Direttore sanitario cercasi

La vera novità del Ddl Concorrenza è l'obbligo per il direttore sanitario di "vigilare" in un solo studio. A Odontoiatria33 è sembrato utile fare il punto sui pochi diritti e tanti doveri (e norme) che il direttore sanitario ha di fronte alla legge, all'Ordine ma soprattutto ai pazienti e non sono poi pochi. (vai alla notizia)

A volte le richieste vengono accolte

L'esenzione dell'invio dei dati delle fatture emesse già inviate attraverso il Sistema Tessera Sanitaria è arrivata. In extremis ma è arrivata. Le continue richieste di ANDI sembravano rimanere inascoltate invece l'Agenzia delle Entrate si è accorta che il problema c'era ed è intervenuta. Gesto apprezzato. (vai alla notizia)

Norberto Maccagno

Articoli correlati

Per il presidente Cassarà non si può mettere in discussione i rischi della professione che deve essere considerata prioritaria per ricevere i vaccini  


Anche nella settimana che si è appena conclusa, il tema centrale sul quale il settore ha concertato le sue attenzioni è stato: quando mi vaccinate? Confesso, a metà settimana...

di Norberto Maccagno


Il nuovo anno comincia come era finito il vecchio: capire in quale colore ci svegliamo e non capire il perché delle scelte della politica. Ma c’è anche una notizia positiva. ...

di Norberto Maccagno


didomenica     27 Dicembre 2020

2020: un anno perso

Per l’odontoiatria poteva andare peggio, nonostante gli aiuti non si siano quasi visti 

di Norberto Maccagno


Ogni anno la Legge di Bilancio ed il Decreto Mille Proroghe diventano gli strumenti per inserire norme che non sempre hanno un nesso con la finalità del provvedimento legislativo, ma a...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

Critici i sindacati che ricordano come molti dentisti sono stati costretti a chiudere sia per l’elevato rischio di esposizione che per i costi legati alle forniture dei sistemi di protezioni...


Per il presidente Cassarà non si può mettere in discussione i rischi della professione che deve essere considerata prioritaria per ricevere i vaccini  


Il Gruppo europeo con oltre 300 cliniche in Europa acquista il gruppo italiano ed approda nel mercato italiano


Riflessioni del presidente SIOF Claudio Buccelli di ordine etico, deontologico, giuridico e normativo sul rifiuto alla vaccinazione  


La Società Italiana di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo Facciale ha rinnovato il Consiglio Direttivo


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La nuova visione della parodontologia: sempre più correlata alla salute generale