HOME - DiDomenica
 
 
10 Dicembre 2017

La doppia faccia della richiesta, il tariffario indicatore, l'abusivismo familiare e non ti scordare


Credo che nessuno possa, oggi, ipotizzare se il Ddl Lorenzin diventerà mai legge. La Commissione Sanità del Senato, decidendo di approvare il documento senza modifiche rispetto al testo approvato dalla Camera, ha dato una bella spinta verso la possibile approvazione finale. Ma è una spinta di "facciata" oppure una spinta convinta? Viste le tante polemiche che il Ddl ha scatenato sono in molti coloro che preferirebbero non vederlo approvato e la scusa dello scioglimento delle camere potrebbe essere l'occasione per lavarsene le mani.

Prendiamo per esempio la FNOMCeO e la CAO.

Da una parte contestano il Ddl Lorenzin per le norme che ridisegnano gli Ordini professionali e per questo ne chiedono una modifica minacciando ritorsioni contro il Ministero ed il Governo, dall'altra chiedono l'approvazione di norme che inaspriscano le pene per abusivi e prestanome.

Il gatto che si morde la coda visto che le norme che penalizzerebbero abusivi e prestanome sono contenute nel Ddl Lorenzin che potrebbe venire approvato solo se non si accolgono le modifiche richieste da FNOMCeO in tema di riforma degli Ordini; mentre se il Senato apporrà le modifiche richieste, il testo dovrebbe tornare alla Camera per l'approvazione definitiva, ma non ci sarebbe il tempo.

Non dovremo attendere molte settimane per capire se questa legislatura, oltre al profilo dell'ASO, regalerà anche l'Albo degli igienisti dentali e pene severe per finti dentisti e compari prestanome. (vai alla notizia)

 

Indicatore tariffario

La decisione della CAO di Roma, in accordo con l'OMCeO, di stilare un tariffario di riferimento per il compenso del professionista odontoiatra ha fatto certamente scalpore, se nono fosse altro che l'iniziativa viene resa pubblica (ma è stata attivata molto prima) a pochi giorni del parere dell'AGCM sui tariffari minimi. In realtà quanto realizzato dalla CAO romana è, stando alle dichiarazioni, una esigenza per agevolare il lavoro dei giudici nel contenzioso così come chiedeva il decreto Balduzzi.

Vedremo nelle prossime settimana le reazioni dell'Authority. Anni fa ANDI fu diffidata dall'AGCM a rendere pubblico il proprio tariffario nomenclatore elaborato nel 2007 che ancora oggi viene utilizzato in molte cause o come riferimento da fondi ed assicurazioni. (vai alla notizia)

 

Abusivismo di famiglia

La causalità ha voluto che questa settimana a Brescia i NAS scoprissero un abusivo settantenne padre di un vero dentista, intento a curare pazienti nello studio del figlio, mentre in provincia di Bari ad abusiveggiare nello studio della moglie era il marito di una vera dentista. Non sappiamo se i NAS abbiano ricordato che la laurea non è familiare ma personale, la certezza è che tutti e quattro sono stati denunciati.

Dati fatture pazienti

Non se ne parla più ma entro il 31 gennaio 2018 i dentisti dovranno inviare i dati dei pazienti a cui si è emessa fattura, o stornata, nel 2017 attraverso il Sistema Tessera Sanitaria. Abbimao ricordato come fare (vai alla notizia)

Norberto Maccagno

Articoli correlati

Ma fare l'abusivo o il prestanome, "conviene"? Il dubbio mi è venuto scrivendo la notizia del dipendente del centro odontoiatrico e il direttore sanitario denunciati a Milano per concorso in...


Da oggi 15 febbraio entrano in vigore le nuove pene per il reato di esercizio abusivo di una professione con le aggravanti per quelle sanitarie previsto dalla Legge Lorenzin.In sintesi, per il finto...


Legge Lorenzin è in vigore ufficialmente dal oggi 15 febbraio. Diventano così operativi ufficialmente i tre nuovi ordini delle professioni sanitarie, ma per definire la concreta...


Dopo l'approvazione della Legge Lorenzin sulla riforma degli Ordini, e la volontà del Ministro di definire i decreti attuativi prima delle elezioni, la FNOMCeO ha voluto scrivere ai presidenti...


Altri Articoli

Una ricerca su JADA è lo spunto per le considerazioni del prof. Gagliani nella sua Agorà del Lunedì. L’argomento è la comunicazione della prevenzione, ma anche il valore delle revisioni...

di Massimo Gagliani


L'EFP lancia una nuova campagna internazionale per spiegare la relazione tra malattie cardiovascolari e salute delle gengive sulla base delle più recenti prove scientifiche e del contributo...


Troppo incerta la situazione, UNIDI decide di annullare l’appuntamento di novembre e rimandare a maggio 2021


Confermata l’esclusione per gli studi associati che, ora, dovranno restituire quanto ricevuto, ma senza subire sanzioni


Le paure verso una nuova pandemia porta a ripensare gli approcci comunicativi e le azioni organizzative. Queste le frasi da non dire e quelle da dire per trasmettere “sicurezza” al paziente

di Davis Cussotto


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio