HOME - DiDomenica
 
 
28 Gennaio 2018

Il bianco che abbraccia il nero, cambio di presidente, decreti in progress, nuove norme


Non è direttamente riferita al settore odontoiatrico ma credo che non possa passare in secondo piano la vicenda della signora di mezza età che si è rifiutata di farsi visitare dal dott. Andi Nganso -30 anni, laureato in Italia originario del Camerun e in servizio da un anno nella cittadina brianzola- perché oggettivamente "molto abbronzato", per citare una delle tante battute di un nostro ex presidente del Consiglio.

Il medico l'ha risolta postando su Facebook un: "Ti ringrazio. Ho un quarto d'ora per bere un caffè". Non sono mancati gli attestati di solidarietà a cominciare dal neo presidente FNOMCeO Filippo Anelli. Ha ovviamente ragione Antonio Magi, presidente OMCeO Roma, quando esprimendo solidarietà al medico, evidenza ironicamente che probabilmente la signora non stava poi così male visto che ha preferito non farsi visitare. Non mi trova invece d'accordo quando invoca la necessità di educare, per evitare queste situazioni, partendo dalle scuole.

A mio modo di pensare sono proprio i nostri figli che possono insegnare ai genitori che il mondo è fatto di tante razze e culture e che solo gli ignoranti hanno paura del diverso, abituati come sono a giocare e studiare con amici di tutte le razze che parlano l'italiano con lo stesso loro accento. E non a caso la sinora che si è rifiutata di farsi curare era di mezza età, magari mai uscita da Cantù, costantemente a scrutare dietro alle finestre della sua casa trasformata in prigione dalle grate di ferro piazzate a protezione di tutte le porte e finestre.

Un tempo c'era il meridionale che rubava il lavoro a quelli del nord, poi è arrivato l'extracomunitario. Ma la colpa non è di chi per cercare di trovare uno stipendio in Parlamento continua a invocare muri e fomentare la paura e l'odio, ma di chi gli crede.

Per questo sono convinto sia importante che queste notizie vengano divulgate e commentate,non tanto per denunciare il gesto della signora di Cantù o per essere solidali con il medico, ma per distinguerci e chiarire che noi siamo tra quelli che sanno bene che "la Terra" non è piatta e che il mondo è composto da persone di tante razze e culture che non solo possono convivere ma che già convivono, e non ci sono diversi da temere solo perchè hanno la pelle, l'accento,i vestiti, le tendenze sessuali diverse dalle nostre. E che un delinquente è tale perché commette un reato e non perché arriva da oltre confine.

Per molti sarà retorica, per me quella di Cantù è una notizia che non può non essere data e commentata. Ovviamente le stesse considerazioni valgono se un dentista (così parlo anche del settore) si rifiuta con qualche scusa di curare un paziente di colore,drogato, omosessuale, con il velo o perché di Cantù.

 

La CAO ha un nuovo presidente

Il cambio di presidenza della CAO nazionale fa certamente notizia in quanto avviene dopo 21 anni di ininterrotta presidenza Renzo. E fa rumore perché avvenuta dopo una sfida elettorale. Nelle prossime settimane cercheremo di capirne i motivi, consapevoli che la causa non può essere il numero di anni in cui un presidente è stato in carica. Anche se io ho accolto con favore la norma che imporrà anche per gli Ordini un vincolo di numero di mandati.

Peraltro la non rielezione del presidente Renzo avviene all'indomani del raggiungimento di due traguardi storici per l'odontoiatria su cui proprio il presidente Renzo si era speso in tutti questi anni: l'inasprimento delle pene contro l'abusivismo e la possibilità per l'Albo degli odontoiatri di avere più autonomia.

Credo che il neo presidente Iandolo abbia fatto bene a dedicare la prima dichiarazione dopo la sua elezione ai ringraziamenti per il lavoro svolto dal suo predecessore definendolo "un grande dell'Odontoiatria italiana". Ora tocca alla nuova CAO lavorare cominciando proprio dal disegnare il nuovo Albo degli odontoiatri contribuendo a stilare i decreti attuativi del Ddl Lorenzin e, come dicevo nel DiDomenica scorso, avvicinando di più l'istituto ordinistico ai cittadini, cominciando dall'essere più trasparenti sul lavoro che sia la CAO nazionale, che quelle provinciali, fanno. (vai alla notizia)

 

Elezioni non fermano attività di Governo

La campagna elettorale non sembra fermare l'attività di governo sulle questioni aperte. Almeno così sembra non solo dalle dichiarazioni del Ministro Lorenzin che ha assicurato di voler approvare i decreti attuativi entro il giorno delle elezioni ma anche dal fatto che le prime riunioni con le parti interessate sono realmente cominciate. (vai alla notizia)

 

Novità fiscali e normative

Due gli approfondimenti che questa settimana abbiamo dedicato sul tema delle novità normative. La prima riguarda la proroga ancora per un anno degli studi di settore, la seconda la scadenza che riguarda l'utilizzo delle proprie bombole per l'ossigeno terapeutico.


Norberto Maccagno

Articoli correlati

“E’ difficile immaginare che, 6 settimane fa, mi stavo preparando per l'operazione. Oggi la mia preparazione è per gli US Open di Tennis”. A scriverlo sulla propria pagina Facebook...

di Norberto Maccagno


Queste vacanze estive ci hanno riportato indietro di molti decenni quando i governi cambiavano con il cambiare delle stagioni. La scelta di Matteo Salvini di fare cadere il Governo ci ha...

di Norberto Maccagno


L’ultimo DiDomenica prima delle vacanze estive diventa un’ottima occasione per girarsi indietro e riguardare questi primi mesi dell’anno, anche se rileggendo i titoli delle oltre 700 notizie...

di Norberto Maccagno


Tra i temi di stretta attualità su cui il Governo (o parte di esso) dice di voler intervenire -comunque lo annuncia- c’è quello del salario minimo. Che è di fatto la copia...

di Norberto Maccagno


Considerando che sulla questione della possibilità o meno di iscriversi all’Albo dei medici ed anche a quello degli odontoiatri da parte del laureato in medicina, ma anche laureato in...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


Per l’Agenzia delle Entrate la causa ostativa non potrà trovare applicazione se i due rapporti di lavoro persistono senza modifiche sostanziali per l’intero periodo di sorveglianza


Il problema è per gli studi al piano strada. La provocazione di Migliano: “se non venite voi a prenderli, ve li portiamo noi”


I centri dentistici DentalPro collaboreranno con la rete degli Empori Solidali delle Caritas diocesane per offrire cure gratis a determinati pazienti


Operazione del NAS che oltre allo studio dentistico porta la chiusura di una casa di cura senza autorizzazione e di un laboratorio di analisi dove i prelievi venivano fatti da un impiegato


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi