HOME - Endodonzia
 
 
14 Novembre 2016

Endodonzia guidata: il futuro? Dalla letteratura vantaggi e svantaggi

di Lara Figini


Il primo e fondamentale step nei trattamenti canalari è la preparazione della cavità di accesso. La forma ottimale della cavità di accesso deve permettere di accedere ai canali in maniera comoda e senza interferenze coronali ma deve anche essere il più conservativa possibile per evitare conseguenti fratture dentali future. Ecco perché questo primo step endodontico oltre a richiedere mani esperte richiede anche molto tempo per l'adeguata realizzazione. Una cavità d'accesso corretta e idonea non solo agevola e semplifica gli step successivi, e cioè la sagomatura e la detersione canalare ma ne riduce notevolmente anche i tempi.. Ultimamente si è parlato molto di implantologia guidata, ma la stessa metodica può essere applicata anche in endodonzia e si può parlare quindi di "Endodonzia guidata".

Uno studio svizzero pubblicato sull'Internationa Endodontic Journal di ottobre 2016 ha voluto proprio indagare gli aspetti positivi e quelli negativi dell'endodonzia guidata e l'effettivo ausilio che questa innovativa metodica può garantire all'endodontista principalmente nella realizzazione di una ottimale cavità di accesso e seguente individuazione e sagomatura del canale radicolare.

Gli autori di questo studio hanno preso in considerazione sessanta denti umani estratti per motivi parodontali i quali sono stati inseriti in sei modelli di arcate mascellari superiori.

Preoperatoriamente avevano eseguito scansioni CBCT intra-orali ed elaborate mediante software coDiagnostixTM. Le cavità di accesso di ogni elemento dentale sono state pianificate virtualmente e conseguentemente sono state create delle dime di orientamento mediante una stampante 3D, analogamente a quanto viene fatto per l'implantologia guidata. La preparazione delle cavità di accesso sono state eseguite da due operatori distinti mediante il supporto delle dime create.

Dopodichè sono state realizzate delle scansioni CBCT e sovrapposte per valutare quanto il disegno reale delle cavità di accesso realizzate si discostasse in forma e dimensioni dalle cavità virtuali pianificate dal software.


I risultati ottenuti dallo studio sono stati i seguenti: tutti i canali radicolari sono risultati accessibili dopo la preparazione della cavità di accesso con l'endodonzia guidata. Le cavità virtuali pianificate e le cavità di accesso preparate si discostavano in maniera minimale in forma e dimensioni, oscillando tra 0.16 al 0,21 millimetri per la parte più coronale e tra 0.17-0.47 mm per la parte più apicale . Non si è rivelata differenza significativa tra gli operatori.


Da questo studio emerge che l'Endodonzia guidata consente un'accurata preparazione della cavità di accesso fino al terzo apicale grazie alla dima stampata in 3D, riducendo sensibilmente la variabile operatore e rendendo tutti i canali radicolari accessibili dopo la preparazione della stessa.

Se da un lato l'Endodonzia guidata ha lo svantaggio di avere costi e tempistiche elevate, dall'altro lato può essere di grande aiuto per l'endodontista soprattutto nei casi di canali calcificati anche in assenza di microscopio intraoperatorio.

A cura di: Lara Figini, Coordinatore Scientifico Odontoiatria33

Articoli correlati

Ripartono le attività in presenza della Società Italiana di Endodonzia. La manifestazione prevista a Bologna, nei giorni 12 e 13 novembre


Un'opera composta da due libri per conoscere le possibili soluzioni alle molteplici problematiche cliniche inerenti i restauri adesivi dei settori posteriori. Un opera composta da...


In uno studio, pubblicato sul Journal of Endodontic, gli autori hanno valutato quanto la curvatura dei canali radicolari e la lunghezza dello strumento rotto all’interno del canale possano...

di Lara Figini


Immagine di repertorio

Gli autori hanno valutato la qualità delle otturazioni canalari ottenute mediante cinque tecniche diverse applicate in canali radicolari di forma ovale

di Lara Figini


Sul tema il prof. Gagliani si pone tre domande ed una considerazione: siamo sicuri che la futura odontoiatria abbia ancora bisogno di queste torture mentali


Altri Articoli

Lo rileva una indagine condotta da una associazione UK, intanto in Spagna l’Ordine denuncia una azienda per la vendita di sbiancanti con concentrazione di perossido superiore al consentito


Rinvio di un mese per problemi sul sistema informatico che gestisce la raccolta della documentazione


CAO Milano fornisce chiarimenti su compiti e responsabilità di verifica e sul ruolo del Direttore sanitario qualora venga a conoscenza che un collaboratore della struttura non è vaccinato


Aperte le preiscrizioni al Master universitario di 1° livello organizzata dal COI con la collaborazione dell’Università degli Studi di Torino che si terrà a partire da...


Agorà del Lunedì     20 Settembre 2021

Game changer….

Per il prof. Gagliani è questa la scelta che deve fare l’odontoiatra: riorganizzarsi per dare risposte alle “nuove” esigenze dei pazienti oppure arroccarsi in un giardinetto costituito di...

di Massimo Gagliani


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio