HOME - Endodonzia
 
 
30 Gennaio 2007

Dossier. Endodonzia preventiva: incappucciamento e pulpotomia (parte II)

di D. Ricucci


È stata trattata la terapia della polpa vitale, facendo chiarezza sul significato del termine incappucciamento indiretto. È stato rimarcato come quest’ultima metodica possa essere presa in considerazione solo come procedura in due tempi e, come lasciare permanentemente dentina cariosa sotto un restauro, sia da considerare una scelta inaccettabile da un punto di vista biologico.
Dopo un’ampia revisione della letteratura sull’incappucciamento diretto, sono stati illustrati i meccanismi riparativi messi in atto dal tessuto pulpare nella chiusura delle esposizioni e fornita l’evidenza clinica e istomorfologica della formazione di un tessuto mineralizzato nell’area esposta. È stato ribadito come il tessuto neoformato non possa essere definito dentina, essendo irregolare nella sua morfologia e non esibendo odontoblasti sul versante pulpare. È stata presentata un’analisi dei materiali di volta in volta sperimentati o suggeriti, ed è stato rimarcato come una risposta riparativa sia possibile con una varietà di materiali restaurativi. Sono state descritte le tecniche correnti e i criteri clinici e istologici di successo e insuccesso. Ampio risalto è stato dato al ruolo dell’infezione batterica nel determinismo dell’insuccesso della terapia della polpa vitale. È stato rimarcato come in seguito alle procedure di incappucciamento, insuccessi possano verificarsi sia a breve termine, come conseguenza dell’infezione primaria, sia a lungo termine, come probabile conseguenza di infezione secondaria dovuta a filtrazione marginale del restauro. Sono state infine descritte le indicazioni e le controindicazioni della procedura di pulpotomia.

Preventive endodontics. Pulp capping and pulpotomy (2nd part)
It is difficult to choose the correct therapy when a caries is very close to the pulp. Difficulties increase if a pulp exposure occurs while removing carious tissue.
Pulpectomy is often technically demanding and time consuming especially in molar teeth. In addition it requires the sacrifice of hard tissue, inevitably reducing tooth resistance.
Pulpar response to caries has already been described in the first part of this dossier, from initial reaction to shallow, intermediate, deep and penetrating caries. Clinical and radiographic signs helping the diagnosis of reversible/irreversible inflammation were discussed, bearing in mind the difficulty and the possibility of errors arising during this step. In this article, vital pulp therapy procedures are illustrated. According to the Author indirect pulp capping must be considered a two step procedure; on the contrary, leaving permanently carious tissue under a restoration is not acceptable from a biological point of view.
A wide review of the literature regarding direct pulp capping is presented and current techniques and materials are also discussed. Clinical and histological criteria to assess the outcome of direct pulp capping are discussed with regard to clinical cases. Due consideration is given to the role of bacterial infection in the long-term prognosis of vital pulp therapy.

Qualifiche Autore:
Libero professionista
Roma

Dental Cadmos 2007; 1: I-XXIII

Articoli correlati

Un effetto collaterale comune dell’assunzione cronica sistemica di alcuni farmaci, tra cui la ciclosporina A (CsA), è l’ipertrofia gengivale. Questa complicanza orale...

di Lara Figini


La parodontite aggressiva localizzata (LAgP) è, come sottolineato nella sua definizione, localizzata e colpisce principalmente i primi molari e incisivi permanenti.Ha un inizio...

di Lara Figini


La mucosite perimplantare (PiM) è definita come un’infiammazione gengivale con sanguinamento al sondaggio (BOP) e aumento della profondità di sondaggio (PD), senza però...

di Lara Figini


Diversi studi di letteratura riportano una correlazione tra parodontite e artrite reumatoide (RA) (Romero, 2017). Entrambe le patologie presentano caratteristiche multifattoriali...

di Lara Figini


Possono indurre complicanze gravidiche?

di Lara Figini


Altri Articoli

Nei giorni scorsi il Sole 24 Ore ha pubblicato un bilancio del primo anno di fatturazione elettronica, in realtà come spesso capita con la pubblica amministrazione i dati non sono proprio...

di Norberto Maccagno


Il racconto di un caso di odontoiatria legale consente alla dott.ssa Maria Sofia Rini di portare alcune considerazioni sul rapporto fiduciario medico paziente


Per il presidente CAO Cuneo la questione è il diritto del paziente ad affrontare il pagamento come crede  e senza discriminare il privato verso il pubblico


Organizzato per giovedì 23 gennaio 2020 da ANOMEC a Milano, un evento dal titolo: “Costi di gestione dello studio e convenzioni sanitarie: due realtà incompatibili?”


Circolare FNOMCeO su novità dalla finanziaria. La Federazione mettere in guardia medici e dentisti sui rischi di non avere in studio il Pos


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni