HOME - Endodonzia
 
 
07 Novembre 2017

Rapporti anatomici tra premolari superiori e seno mascellare: supporto della Cone Beam

di Lara Figini


I trattamenti canalari, protesici e implantari richiedono nella maggior parte dei casi nozioni precise di tipo anatomico per essere condotti in maniera corretta e per offrire una prognosi di successo. Conoscere con precisione le caratteristiche morfologiche e la lunghezza delle radici dentali, il rapporto dente-radice/osso alveolare e il rapporto dente da trattare con altre strutture anatomiche, come il seno mascellare o il nervo alveolare inferiore, è alla base di un'odontoiatria di qualità.
Purtroppo però spesso le classiche radiografie periapicali in 2D e le ortopantomografie non sono in grado di offrire i dati necessari, per cui in questi casi di importante ausilio è la tomografia computerizzata tridimensionale cone beam, che fornendo immagini e dati in 3D può ridurre notevolmente il rischio di complicanze, quali perforazioni endodontiche e impianti posizionati erroneamente.
A livello mascellare per esempio è importante conoscere il rapporto delle radici dei denti, specialmente dei premolari, con la struttura sovrastante che è il seno mascellare, in quanto infezioni periapicali di tipo endodontico, perforazioni iatrogene di tipo endodontico, impianti posizionati erroneamente all'interno del seno mascellare possono provocare complicanze anche di una certa importanza come sinusiti acute e croniche.

Su Oral Surg Oral Med Oral Pathol Oral Radiol di maggio 2017 è pubblicato un studio molto bello sui rapporti anatomici dei premolari superiori con il seno mascellare eseguito mediante immagini ricavate con la cone beam (CBCT). Gli autori hanno ottenuto immagini CBCT per 150 premolari superiori in 68 pazienti. Di questi 150 premolari, mediante immagini a sezione trasversale, sono state misurate la larghezza dell'osso alveolare L (dalla corticale vestibolare a quella palatale) e l'angolo interno á, formato dall'asse longitudinale delle radici dei premolari superiori e l'asse lungo dell'osso alveolare (vedi Fig. 1).


In base alle immagini ottenute tramite Cone Beam i rapporti verticali tra radici dei premolari e seno mascellare possono essere categorizzati in 5 gruppi (vedi Figura 2):

Tipo I: la parete inferiore del seno mascellare è ben lontana dal livello degli apici radicolari dei premolari tale da non comparire neanche nell'immagine in sezione,

Tipo II: la parete inferiore del seno è situata al di sopra del livello degli apici radicolari con un certo margine osseo,

Tipo III: la parete inferiore del seno mascellare si trova a livello degli apici dei premolari, senza però un rapporto diretto apice/seno,

Tipo IV: la parete inferiore del seno è situata al di sotto del livello degli apici, senza un rapporto diretto apice/seno mascellare. L'apice risulta essere più buccale della parete inferiore del seno,

Tipo V: gli apici dei premolari sporgono all'interno della parete inferiore del seno mascellare, con rapporto diretto con quest'ultimo.

Gli autori hanno confrontato la larghezza dell'osso alveolare L e l'angolo interno á in base alle immagini classificate nelle 5 categorie.

I risultati ottenuti dagli autori sono stati i seguenti.

L'angolo interno nei primi premolari è risultato essere di 25,5 +/- 6.9°. L'incidenza del Tipo 1 nei primi premolari si è rivelata essere del 46,7%. Nei secondi premolari mascellari, invece, l'incidenza del tipo I è risultata significativamente inferiore, del 14,7%, mentre l'incidenza dei tipi II, III, IV e V è risultata dell'85,3%. I primi premolari appartenenti al tipo I hanno mostrato avere l'angolo interno più grande (28,0 +/-7,7°) di tutti gli altri tipi classificati.

Conoscere l'anatomia, l'inclinazione, la morfologia nello specifico dei premolari superiori e il loro rapporto con la struttura sovrastante che è il seno mascellare è fondamentale nei trattamenti endodontici-implantari-protesici per non incorrere in errori iatrogeni e complicanze. I dati circa l'angolo interno per esempio possono essere molto utili per comprendere l'inclinazione dei premolari nelle fasi di pianificazione impiantare e protesica.

A cura di: Lara Figini, Coordinatore Scientifico Odontoiatria33

Per approfondire:

Kazuhide Nishihara, Shin-ichiro Yoshimine, Takahiro Goto, Kiyohide Ishihata, Ken-ichi Kume, Takuya Yoshimura, Norifumi Nakamura D e Akira Arasaki. Topographic analysis of the maxillary premolars relative to the maxillary sinus and the alveolar bone using cone beam computed tomography. Oral Surg Oral Med Oral Pathol Oral Radiol maggio 2017;123:606-612.

Articoli correlati

I protocolli diagnostici e chirurgici giocano un ruolo fondamentale nel successo della riabilitazione implantoprotesica. La loro definizione deve essere chiara e fondata su...

di Danilo Alessio Di Stefano


La radiografia panoramica, nota anche come ortopantomografia (OPG), è comunemente usata nelle indagini di dolore facciale e dentale. Questo esame radiografico è in grado di...

di Lara Figini


Come evitare le complicanze emorragiche

di Lara Figini


La tecnica del rialzo del seno mascellare è una delle più controverse e dibattute; molti autori hanno enfatizzato la necessità di eseguire degli innesti di osso (autologo o...


Altri Articoli

I principali interventi del piano strategico FDI per i prossimi anni, ma la priorità è sensibilizzare gli Stati sulla promozione della salute orale


Operazione del NAS che oltre allo studio dentistico porta la chiusura di una casa di cura senza autorizzazione e di un laboratorio di analisi dove i prelievi venivano fatti da un impiegato


Di Fabio (ANDI Milano e Lodi): con la terza media è possibile fare il Ministro ma non l’Assistente di Studio Odontoiatrico


Attenzione ai messaggi ricevuti attraverso PEC, possono contenere programmi malware, a rischio anche quelli che sembrano provenire dall’Agenzia delle Entrate o dall’Ordine


L’autore del saggio di EDRA sul nuovo passaparola, commenta le inziative di CED e FNOMCeO e consiglia i dentisti su come favorire quelli positivi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi