HOME - Endodonzia
 
 
19 Febbraio 2018

Rivoluzione in endodonzia? Positivi gli studi su una nuova sistematica per la terapia canalare

di prof. Massimo Gagliani


E' arrivata la fine dello strumentario endodontico? Potrebbe essere una buona notizia per i "non-amanti" della sagomatura canalare.
Nello studio multicentrico condotto su 45 pazienti aventi elementi dentali con polpa affetta da patologie irreversibili, concomitanti a lesioni periapicali di dimensioni superiori ai 3 millimetri gli autori hanno riscontrato una percentuale di successo ragguardevole.

Il dettaglio dello studio, come detto, è stato condotto su 45 elementi dentali con lesione periapicale di origine endodontica evidente all'esame radiografico. La procedura di strumentazione prevedeva un normale accesso alla camera pulpare, non sono stati impiegati strumenti per allargare gli imbocchi canalari per preservare struttura dentale.

Dei file manuali ISO 10 o 15 sono stati impiegati per saggiare la pervietà canalare sino alla lunghezza di lavoro desiderata; alla medesima lunghezza si sono impiegati dei file in lega Nichel Titanio con diametro apicale ISO 20 e conicità superiore a .06.
A questo punto lo strumento Multisonico per irrigazione attiva (GentleWave Procedure, Sonendo, USA) è stato impiegato per rimuovere tutto il materiale necrotico e la componente batterica.

L'otturazione è stata eseguita con guttaperca a condensazione verticale e un cemento resinoso (AH Plus, Dentsply Sirona, USA).

44 denti sono stati controllati dopo un anno, il 97,7% dei denti era stato considerato funzionalmente valido, presentando 36 su 44 denti una regressione della patologia periapicale da farli considerare guariti e 7 una diminuzione della dimensione. Un elemento dentale è stato estratto.

"Il sistema GentleWave -sostengono i ricercatori- sebbene in un campione ristretto di pazienti, ha dimostrato risultati molto interessanti; l'impiego di strumenti endodontici per operare una prima alesatura del lume canalare è sempre necessario ma la capacità di detersione, testimoniata dall'elevata percentuale di guarigioni osservata a 12 mesi, del sistema pare molto interessante, degna di essere valutata in altre circostanze cliniche e con un maggior numero di casi osservati per un tempo più consistente".

 

A cura di: prof. Massimo Gagliani, Coordinatore Scientifico Area Odontoiatria gruppo EDRA

 

Per approfondire:

Journal of Endodontics 2017 (in press) - Healing of Periapical Lesions after Endodontic Treatment with the GentleWave Procedure: A Prospective Multicenter Clinical Study. Asgeir Sigurdsson, DDS, MS, Randy W. Garland, DDS, Khang T. Le, DDS,‡ and Shahriar A. Rassoulian, DMD

Articoli correlati

Quando la CBCT permette di salvare più denti e mettere meno impianti. Lo spiega il prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì commentando una ricerca del BDJ

di Massimo Gagliani


Una ricerca italiana pubblicata sul Journal of Dentistry prende in esame le prestazioni cliniche dei restauri indiretti parziali in disilicato di litio utilizzate per restaurare premolari e...

di Lorenzo Breschi


Gli strumenti rotanti in nichel-titanio (NiTi) possono presentare un rischio maggiore di frattura intra-operatoria all’interno del canale radicolare.Si può affermare che:la...

di Lara Figini


In questi anni sono stati creati diversi tipi di strumenti rotanti per la sagomatura del canale radicolare. Lo scopo dell’utilizzo di questi strumenti era quello di rispettare...

di Simona Chirico


In campo endodontico, i ritrattamenti stanno aumentando di numero. La percentuale media di successo è quasi dell’80%, ma la diversa impostazione clinica, le dimensioni della...

di Massimo Gagliani


Altri Articoli

Concorso per esami con prova scritta ed orale. Le domande solo online entro il 17 dicembre 2020, questi i requisiti necessari per candidarsi


Video intervista al prof. Roberto Burioni per capire le varie differenze tra i test per individuare il Covid, il ruolo di dentisti ed igienisti dentali ed i consigli nella prevenzione del contagio in...


La cura dei pazienti è affare diverso dall’infilare delle viti nell’osso. Così il prof. Massimo Gagliani commentando un articolo pubblicato sul JDR nel suo Agorà del lunedì ...

di Massimo Gagliani


Il Governo al lavoro per sitarlo e garantire la somministrazione al maggior numero di persone in tempi rapidi. Anelli (FNOMCeO) pensa di coinvolgere anche i dentisti


Il dott. Azzalin di Varese ci racconta la sua esperienza, diretta, di una visita nei NAS per verifiche igienico sanitarie ed amministrative


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Sileri: serve un restyling della professione ponendola come branca nobile della medicina