HOME - Endodonzia
 
 
26 Settembre 2018

Qual è il miglior strumento endodontico per ottenere il glide path?

Uno studio comparativo ha cercado di rispondere

di Davis Cussotto


Il preflaring è la fase di esplorazione e allargamento preliminari del canale e risulta determinante nel garantire una sagomatura in armonia con l’anatomia originaria del canale radicolare e per prevenire la rottura degli strumenti rotanti.

Fino a quando questa fase veniva eseguita con i file manuali, l’esperienza dell’operatore ne influenzava fortemente la qualità e il rischio di errori e complicanze. I nuovi strumenti rotanti in nickel-titanio hanno notevolmente standardizzato il preflaring, consentendo a tutti gli operatori di ottenere un allargamento preliminare e un glide path, ovverosia un sentiero di percorribilità con pareti canalari lisce lungo le quali gli strumenti in NiTi possano facilmente scivolare per raggiungere la lunghezza di lavoro.

Tipologia di ricerca e modalità di analisi
Sul numero di agosto di BMC Oral Health, Linxia Zheng, del Department of Conservative Dentistry and Endodontics presso la Nanjing Medical University School of Stomatology di Jiangsu (Cina), ha pubblicato uno studio comparativo tra glide path realizzati con strumenti diversi. I ricercatori hanno studiato 60 canali radicolari di primi molari inferiori estratti.

La preparazione del glide path è stata realizzata con 3 gruppi di strumenti (20 canali per gruppo): K-file (strumenti manuali tradizionali in acciaio), PathFile e ProGlider (strumenti rotanti in NiTi).

È stato inoltre testato il sistema WaveOne (Dentsply Sirona) costituito da strumenti rotanti NiTi reciprocanti che abbinato ai ProGlider consente di modellare completamente il canali radicolari anche ricurvi.

Secondo Zheng quest’abbinata di strumenti riduce il trasporto canalare e i tempi di lavorazione rispetto ai K-file e ai PathFile. Il trasporto canalare - ovvero la riduzione della parete canalare sul lato esterno nel tratto apicale a causa della tendenza degli strumenti canalari di ritornare alla loro forma originale - è stato misurato nei tre gruppi campione con rx in 3D a 1, 3 e 5 mm dall’apice radicolare.

Con un algoritmo è stato calcolato il volume radicolare (tab. I).

Tabella I  

Transportation level K-file PathFile ProGlider
1 mm 0,0280 ± 0,0041 mm 0,0201 ± 0,0045 mm 0,0181 ± 0,0036 mm
3 mm 0,0205 ± 0,0023 mm 0,0164 ± 0,0031 mm 0,0148 ± 0,0027 mm
5 mm 0,0117 ± 0,0033 mm 0,0070 ± 0,0021 mm 0,0056 ± 0,0022 mm
Aumento volume 0,4771 ± 0,0987 mm3 0,4467 ± 0,1187 mm3 0,5530 ± 0,0710 mm3


Risultati e conclusioni
In base ai dati emersi dallo studio i ricercatori hanno tratto le seguenti conclusioni finali:

  • i gruppi ProGlider e PathFile hanno mostrato un trasporto del canale significativamente inferiore rispetto al gruppo K-file a tutti i livelli;
  • il gruppo ProGlider evidenzia un aumento del volume del canale significativamente maggiore rispetto agli altri gruppi;
  • il tempo di lavoro più breve si ottiene in caso di utilizzo dei ProGlider e il più lungo con i K-file;
  • ProGlider e PathFile hanno prodotto meno detriti estrusi oltre apice rispetto ai K-file;
  • la successiva preparazione con il sistema WaveOne elimina le differenze negli aumenti di volume del canale causati dalla preparazione del glide path.

Per approfondire:

Linxia Zheng, Xiongfei Ji, Chengxi Li, Lulu Zuo, Xin Wei. Comparison of glide paths created with K-files, PathFiles, and the ProGlider file, and their effects on subsequent WaveOne preparation in curved canals. BMC Oral Health 2018;18:152.  

Articoli correlati

Ripartono le attività in presenza della Società Italiana di Endodonzia. La manifestazione prevista a Bologna, nei giorni 12 e 13 novembre


Un'opera composta da due libri per conoscere le possibili soluzioni alle molteplici problematiche cliniche inerenti i restauri adesivi dei settori posteriori. Un opera composta da...


In uno studio, pubblicato sul Journal of Endodontic, gli autori hanno valutato quanto la curvatura dei canali radicolari e la lunghezza dello strumento rotto all’interno del canale possano...

di Lara Figini


Immagine di repertorio

Gli autori hanno valutato la qualità delle otturazioni canalari ottenute mediante cinque tecniche diverse applicate in canali radicolari di forma ovale

di Lara Figini


Sul tema il prof. Gagliani si pone tre domande ed una considerazione: siamo sicuri che la futura odontoiatria abbia ancora bisogno di queste torture mentali


Altri Articoli

Lo rileva una indagine condotta da una associazione UK, intanto in Spagna l’Ordine denuncia una azienda per la vendita di sbiancanti con concentrazione di perossido superiore al consentito


Rinvio di un mese per problemi sul sistema informatico che gestisce la raccolta della documentazione


CAO Milano fornisce chiarimenti su compiti e responsabilità di verifica e sul ruolo del Direttore sanitario qualora venga a conoscenza che un collaboratore della struttura non è vaccinato


Aperte le preiscrizioni al Master universitario di 1° livello organizzata dal COI con la collaborazione dell’Università degli Studi di Torino che si terrà a partire da...


Agorà del Lunedì     20 Settembre 2021

Game changer….

Per il prof. Gagliani è questa la scelta che deve fare l’odontoiatra: riorganizzarsi per dare risposte alle “nuove” esigenze dei pazienti oppure arroccarsi in un giardinetto costituito di...

di Massimo Gagliani


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio