HOME - Endodonzia
 
 
15 Novembre 2006

Position paper. Applicazione razionale della GTR in chirurgia endodontica

di S. Corbella, S. Taschieri, F. Pellegrino, A. Antifora, T. Testori, M. Del Fabbro


L’utilizzo di metodiche di rigenerazione guidata dei tessuti rappresenta una novità nel trattamento dei tessuti nell’ambito della chirurgia endodontica. Il presente studio esporrà una classificazione integrata e completa, aggiornata sulla base dei più recenti lavori scientifici, dei difetti endodontico-parodontali in relazione ad aspetti morfologici, topografici ed eziologici.
La revisione della letteratura ha condotto a trarre le seguenti conclusioni:
1. nella terapia di difetti a quattro pareti non esiste l’evidenza scientifica di una qualche utilità delle tecniche di GTR;
2. nella terapia dei difetti definiti passanti è stato possibile osservare un significativo vantaggio in termini di guarigione con l’utilizzo di metodiche di GTR;
3. l’applicazione di barriere nel caso di difetti apicomarginali appare sempre consigliata associata alla rimozione di tessuti infiammati e infetti;
4. esistono differenze significative nell’applicazione clinica delle diverse tipologie di barriere, correlate anche all’esperienza dell’operatore.

Guided Tissue Regeneration techniques in endodontic surgery
Guided Tissue Regeneration techniques represents an interesting approach in endodontic surgery. The present study shows a complete and integrated classification, based on most recent scientific papers, of endodontic-periodontal defects with reference to morphological, topographical and etiological aspects.
Our literature review has brought to the following conclusions:
1. as regards the treatment of “four walls” defects there is not any evidence of usefulness of GTR techniques;
2. as regards therapy of “through-and-through” defects it was possible to observe a significant advantage with the use of GTR techniques;
3. the application of barriers in the treatment of apicomarginal defects seems to be always suggested in association with the root debridement;
4. there are significant differences in clinical application of various kinds of barriers, also correlated with the operator’s skill.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Milano
Dipartimento di Scienze Cliniche "L. Sacco" 
IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi - Milano
Servizio di Odontostomatologia
Direttore: prof. R.L. Weinstein



Articoli correlati

ObiettiviNella pratica clinica ci si imbatte frequentemente in problematiche parodontali; in questo caso clinico si analizza l’approccio sinergico endodontico-chirurgico-parodontale mediante guided...


Obiettivi. Scopo del dossier è fornire le linee guida per il trattamento dei tessuti molli in interventi di chirurgia endodontica, con particolare attenzione all’esecuzione di tecniche minimamente...


ObiettiviIndividuare le cause dell’insuccesso di precedenti interventi di apicectomia utilizzando il microscopio operatorio e valutare il successo clinico e radiografico del ritrattamento...


Pensiamo che in chirurgia endodontica, oltre a un approccio sofisticato da microchirurgia per la gestione e risoluzione della patologia apicale, sia altresì importante il mantenimento...


Il tessuto della papilla interdentale è una struttura relativamente delicata e spesso viene coinvolta in chirurgia orale. In chirurgia parodontale sono state proposte diverse metodiche, non solo per...


Altri Articoli

Una ricerca su JADA è lo spunto per le considerazioni del prof. Gagliani nella sua Agorà del Lunedì. L’argomento è la comunicazione della prevenzione, ma anche il valore delle revisioni...

di Massimo Gagliani


L'EFP lancia una nuova campagna internazionale per spiegare la relazione tra malattie cardiovascolari e salute delle gengive sulla base delle più recenti prove scientifiche e del contributo...


Troppo incerta la situazione, UNIDI decide di annullare l’appuntamento di novembre e rimandare a maggio 2021


Confermata l’esclusione per gli studi associati che, ora, dovranno restituire quanto ricevuto, ma senza subire sanzioni


Le paure verso una nuova pandemia porta a ripensare gli approcci comunicativi e le azioni organizzative. Queste le frasi da non dire e quelle da dire per trasmettere “sicurezza” al paziente

di Davis Cussotto


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio