HOME - Endodonzia
 
 
12 Dicembre 2014

La risoluzione delle complessità nei ritrattamenti endodontici

di Anna Maria Melica


Il quinto modulo del secondo corso FAD (Dental Cadmos 10/2014) prende in esame un particolare aspetto dell'endodonzia ovvero i vari problemi legati al ritrattamento.

Numerose ricerche dimostrano che la prevalenza e l'incidenza dei ritrattamenti endodontici sono in aumento. Poiché l'obiettivo primario dell'odontostomatologo è quello di salvare gli elementi dentali e non quello di sostituirli con impianti osteointegrati, è necessario conoscere le evidenze clinico-scientifiche delle procedure idonee a conseguire questo scopo.

Dopo aver descritto le principali cause di fallimento delle terapie endodontiche e aver determinato un percorso diagnostico, gli Autori tracciano un quadro prognostico dipendente dal grado di evoluzione delle patologie e suggeriscono, con l'aiuto della descrizione di numerosi casi, le strategie cliniche idonee a ottenere il risultato atteso.

La percentuale di successo dei ritrattamenti endodontici è assai variabile, oscillando tra il 60 e l'85% dei casi trattati. Questo successo è fortemente dipendente da due variabili determinanti: lo stato pre-operatorio dei tessuti periapicali e il tipo di trattamento che è stato eseguito in precedenza.

La procedura di ri-trattamento deve essere sempre preceduta da una accurata disamina del caso, condizioni anatomicamente sfavorevoli e lesioni osse periapicali sono elementi prognosticamente sfavorevoli che debbono essere presi in grande considerazione; tuttavia, in tutte le altre situazioni cliniche i successi possono raggiungere percentuali elevate utili a garantire una sopravvivenza degli elementi dentali per lungo tempo.

La diagnosi delle patologie periapicali non è sempre semplice poiché molte di esse sono silenti e poco evidenti da un punto di vista radiografico. In alcuni casi l'identificazione sintomatologica e radiologica risulta complessa, poiché gli esami tradizionali non sono in grado di superare alcuni ostacoli anatomici.

Molto utile in fase diagnostica è la Cone Beam CT (Tomografia Computerizzata con raggi a fascio conico) che fornisce un quadro tridimensionale dell'elemento dentale.
La terapia delle patologie peripicali in denti affetti da una patologia post-trattamento endodontico non è semplice da un punto di vista tecnico ed è fortemente dipendente dal grado di contaminazione batterica dell'endodonto. Inoltre la presenza di trattamenti endodontici precedenti che abbiano in qualche misura determinato delle variazioni importanti nell'anatomia del dente compromette il successo a lungo termine, come anche l'impossibilità di giungere a determinate componenti dell'endodonto per impedimenti protesici come perni o viti endocanalari.

Tutti questi elementi concorrono a formulare una prognosi sul ritrattamento che, se considerata inferiore al 60%, deve far riflettere sulla tipologia di intervento da adottare, la chirurgia endodontica o l'avulsione sono le due scelte alternative

Anche se le procedure diagnostiche e terapeutiche per condurre un esame approfondito su un elemento dentale già trattato affetto da una patologia post-trattamento sono assai complesse, una diagnosi precisa consente non soltanto di formulare un piano di trattamento preciso, ma soprattutto di delineare un quadro prognostico attendibile.


A cura di: Anna Maria Melica Consulente Scientifico Dental Cadmos

Articoli correlati

L’introduzione di impianti corti, definiti tali quando al di sotto dei 10 mm, consente l’inserimento implantare anche in condizioni di scarsa altezza ossea evitando...

di Lara Figini


L'esposizione di un canino superiore in inclusione ossea rappresenta sempre un momento di grande impegno, sia dal punto di vista diagnostico che terapeutico. Oggi, grazie alla Tomografia a fascio...


Sabato 22 ottobre 2016 si è tenuto a Orta San Giulio (NO) la 28 edizione dello storico congresso Piemontese organizzato da ANDI Novara. Durante la giornata, dedicata alla protesi fissa che ha...


Due lavori (III e IV modulo) del primo corso FAD 2016 di Dental Cadmos hanno come argomento le ricostruzioni parziali sia nei settori posteriori sia in quelli anteriori.Il primo lavoro (Le...


Altri Articoli

Tra le tante opportunità di aggiornamento professionale per i soci della Società Italiana di Parodontologia, anche quella offerta dal canale SIdP Edu 


Immagine di repertorio

A scoprirlo e denunciarlo il NAS di Catania ed i carabinieri di Pietraperzia, sequestrato anche lo studio. Cassarà (CAO Enna), ci costituiremo parte civile.


Diventa operativo il progetto della CAO e del Collegio Docenti che punta a preparare al mondo del lavoro i futuri laureati in odontoiatria 


Come cercare di prevenire e contrastare uno stato di insoddisfazione ed ansia che può portare alla depressione, i consigli di Michele Cassetta


Nessuna norma per l’odontoiatria ma vengono approvati due Ordini del Giorno, quello proposto dall’On. Nevi che impegna il Governo a prorogare la prima scadenza del DPCM sul profilo ASO e quello...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni