HOME - Farmacologia
 
 
30 Settembre 2006

Dossier. Gestione del paziente in terapia antitrombotica

di F. Petrelli, F. Demarosi, G. Lodi, A. Carrassi


Le osteonecrosi dei mascellari indotte da terapia con bifosfonati rappresentano al momento una patologia di grande interesse clinico e scientifico, in quanto non esiste attualmente una terapia medica o chirurgica che assicuri a questi pazienti una prognosi predicibile. Le linee guida presenti in letteratura sono principalmente rivolte a schemi di prevenzione ed ad un approccio estremamente conservativo delle lesioni, basato su schemi farmacologici di antibiotico-terapia spesso protratti ad libitum. Questo lavoro descrive l’esperienza presso l’Unità di Medicina e Patologia Orale di Parma dell’applicazione della low-level-laser therapy, in associazione a convenzionali terapie mediche e chirurgiche, su alcuni pazienti affetti da questa condizione, con riferimento a precedenti studi che hanno evidenziato effetti di biostimolazione ossea legati a questo tipo di irradiazione laser.

Management of jaw bone necrosis due to biphosphonate therapy by laser biostimulation
Jaw bone necrosis caused by biphosphonate therapy is a disease of great clinical and scientific importance, as there is not a therapy that can ensure a favourable prognosis. Available guidelines are primarily focused on prevention protocols and on a highly conservative approach based on antibiotic treatment often prolonged in a not well defined manner. In this paper the Authors report their experience in the treatment of this disease by the use of low level laser therapy associated with usual medical and surgical treatments. A brief review of literature about bony biostimulation by laser treatment is also reported.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Milano - Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria
Unità di Patologia e Medicina Orale
Direttore: prof. A. Carrassi

Dental Cadmos 2006; 7: I-XXXVII

Articoli correlati

Obiettivi. La terapia anticoagulante e quella antiaggregante trovano attualmente indicazioni relativamente ampie poiché comprendono tutte le situazioni cliniche (arteriose e venose) in cui...


Il numero di pazienti odontoiatrici chirurgici in trattamento anticoagulante orale è in continuo aumento e ciò è dovuto soprattutto al continuo aumento delle malattie cardiovascolari. Per il...


ObiettiviScopo di questo lavoro è di valutare l’incidenza di complicanze postoperatorie in seguito a estrazioni dentarie complesse in pazienti con patologie sistemiche rispetto a pazienti...


L’incremento della diffusione delle patologie cardiocircolatorie ha condotto un sempre maggior numero di pazienti adulti ad assumere una terapia con anticoagulanti orali. Conseguentemente spesso...


Altri Articoli

L’obiettivo, anche in periodo di pandemia, garantire che i futuri dentisti siano preparati a curare le persone. Lo Muzio (CPCLOPD): gli atenei italiani stanno con mille difficoltà lavorando in tal...


Il dott. Nick Sandro Miranda informa delle criticità indicate dall’OMCeO di Udine spiegandone alcuni passaggi 


Sotto la lente dell’Autority presunte pratiche commerciali scorrette nell’offerta di servizi assicurativi, pratiche evidenziate anche nell’esposto ANOMEC


SIdP: parodontite e diabete, un pericoloso legame a doppio filo. Grazie ai dentisti si può prevenire attraverso diagnosi precoce ed individuare grazie a semplici test alla poltrona


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali