HOME - Farmacologia
 
 
30 Giugno 2006

Approccio farmacologico al dolore articolare temporo-mandibolare. Confronto tra due FANS

di S. Cristiano, F. Deodato, C. Ciuffi, R. Giorgetti, M. Scalese


La sintomatologia algica acuta nei disturbi temporo-mandibolari è uno dei principali motivi di consultazione e spesso la sua risoluzione risulta auspicabile anche per perseguire un iter terapeutico che approcci la problematica temporo-mandibolare in maniera completa e che soprattutto possa valersi della piena collaborazione del paziente.
Il dolore articolare è indice della presenza di una ipersollecitazione infiammatoria interessante una o più componenti dell’ATM, la cui stretta vicinanza reciproca rende spesso difficile stabilire quale possa essere quella maggiormente interessata. Si descrive uno studio effettuato con approccio terapeutico farmacologico. Considerati gli effetti collaterali dei FANS a somministrazione orale sull’apparato gastrointestinale e il largo uso (a volte abuso) di questi farmaci spesso utilizzati per terapie “fai da te”, gli Autori ne comparano l’efficacia con un altro ad applicazione topica, monitorando la sintomatologia algica con scale VAS in un campione di 26 soggetti. I risultati testimoniano un’ottima validità della terapia topica e stimolano al proseguimento dello studio.

Pharmacological approach to temporomandibular joint pain: a comparison between two NSAIDs
The presence of acute pain in temporomandibular disorders (TMD) is one of the main reasons of dental examination.
Its elimination is also desirable to pursue a treatment totally approaching temporomandibular disorders and to obtain a full patient compliance. Joint pain is a sign of an inflammation stress of one o more TMJ components, whose close relationships make often difficult to understand which is the most involved. In this paper a pharmacological approach is described. Considering gastrointestinal side effects of oral NSAIDs and their large use (some times abuse) as a “self made” treatment, the Authors compare the effectiveness of an oral NSAID with a topical one to control pain by a VAS scale in 26 patients. The results show a very good effectiveness of topic treatment and suggest that this study should continue.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Siena - Centro ATM
Scuola di Specializzazione in Ortognatodonzia
Direttore: prof. R. Giorgetti 
*Dottore in Scienze Statistiche - Venezia

Mondo Ortodontico 2006; 4: 299-305

Articoli correlati

Secondo l'American Association for Dental Research (AADR), la diagnosi differenziale dei disordini temporomandibolari e del dolore orofacciale è primariamente clinica, basata sulle...


Le problematiche connesse alle disfunzioni a carico dell'ATM arrivano in Parlamento grazie all'interrogazione verso il Ministro della Salute dell'On. Giulia Di Vita (M5S) -classe 1984 laureata in...


Le cure alternative possono aiutare i pazienti, e lo possono fare proprio nel trattamento dei disturbi “contro” i quali la medicina contemporanea ha poche armi. L’argomento è stato affrontato...


INTRODUZIONE Il trattamento chirurgico della disfunzione interna dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM) è poco diffuso nel nostro Paese: è scarsa la produzione bibliografica che lo riguarda...


Altri Articoli

Capofila del progetto, in quanto Regione promotrice dell’iniziativa contenuta nel piano di lavoro, è la Basilicata


Presso FICO di Bologna un nuovo appuntamento con “La Piazza della Salute”, aperto a tutti e all’insegna dell’informazione e prevenzione partendo dalla salute dei propri denti fino a uno...


Fino a sabato confronto tra gli esperti sui temi, classici e non, della patologia e della medicina orale


Gli odontoiatri in prima linea per individuare fenomeni di violenza, dall’Ordine di Medici di Napoli le “direttive” 


Oltre alla clinica anche il cambio di consegne alla presidenza e le elezioni di chi guiderà SIDO dal 2023 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi