HOME - Farmacologia
 
 
07 Giugno 2017

Articaina 4% Vs lidocaina 4%. Quale anestesia durante l'estrazione degli ottavi inferiori

di Lara Figini


In odontoiatria uno dei maggiori problemi durante un intervento di estrazione di un ottavo inferiore è quello del controllo del dolore.

La lidocaina cloridrata, considerata il "gold standard", è il primo anestetico locale a base amidica introdotto sul mercato; disponibile dal 1948, si è dimostrata la più efficace, meno allergenica e meno tossica rispetto ad altri anestetici locali. Nel 1969 un nuovo farmaco anestetico locale, "carticaina", è stato introdotto in odontoiatria (nel 1984 venne chiamato "articaina"). L'articaina è risultata disponibile in Germania nel 1975 ed è stata introdotta nel mercato del Nord America (Canada) nel 1983. Nel 2000 è stato approvato l'uso del 4% di articaina con 1: 100.000 di epinefrina negli Stati Uniti. Numerose pubblicazioni recenti hanno confermato che l'articaina al 4% ha un'efficacia superiore rispetto a quella della lidocaina al 2% (Malamed, Ping et al.), tuttavia nessun studio ha confrontato il 4% di lidocaina con il 4% di articaina, eccetto uno recentissimo pubblicato su J Dent Anesth Pain Med di marzo 2017.

In questo studio controllato, randomizzato, prospettico, eseguito presso il Dipartimento di Chirurgia Orale e Maxillofacciale della Facoltà di odontoiatria presso l'Università di Mahidol a Bangkok, Thailandia, sono stati arruolati ventitre pazienti con analoghi molari bilaterali inferiori da estrarre. Sulla base di radiografie panoramiche questi pazienti sono stati sottoposti a due interventi chirurgici per la rimozione dei terzi molari inferiori, eseguiti dallo stesso chirurgo, in anestesia locale in due appuntamenti a distanza di 3 settimane.

L'inizio e la durata dell'anestesia locale, il dolore intra-operatorio, la durata dell'intervento sono stati registrati e comparati.

Gli autori hanno diviso i pazienti in maniera casuale in due gruppi:

  • gruppo 1 (gruppo di studio): si è ottenuto il blocco del nervo alveolare inferiore tramite iniezione di 1,7 ml di lidocaina al 4% con 1: 100.000 di epinefrina;
  • gruppo 2 (gruppo comparativo): si è ottenuto il blocco del nervo alveolare inferiore tramite iniezione di 1,7 ml di 4% di articaina con 1: 100.000 di epinefrina.

I risultati ottenuti nello studio sono stati i seguenti.

Il campione finale di pazienti inclusi è stato di 22 (uno perso perché non ha partecipato all'estrazione del secondo ottavo) con un'età media di 21 anni. Nessun evento avverso si è rilevato durante la chirurgia o nel periodo postoperatorio.

L'anestesia locale con il 4% di articaina è stata significativamente più veloce sia soggettivamente che obiettivamente rispetto a quella manifestatosi con il 4% di lidocaina. Inoltre, l'articaina al 4% ha mostrato una durata anestetica maggiore del 4% di lidocaina, anche se la differenza non è stata statisticamente significativa.

L'intensità del dolore intraoperatorio è stata valutata sui pazienti con parametro VAS e i risultati hanno mostrato che i pazienti del gruppo di articaina al 4% hanno sperimentato maggiore dolore rispetto a quelli del gruppo di lidocaina al 4%, specialmente durante la fase di sutura, tuttavia, la differenza non è stata statisticamente significativa.

La necessità di ulteriori iniezioni anestetiche è risultata maggiore nel gruppo di articina 4% rispetto alla lidocaina 4% sebbene anche in questo caso la differenza non sia stata significativamente significativa.


Il blocco del nervo alveolare inferiore dai dati di questo studio si ottiene in tempi più brevi qualora si somministri come anestetico il 4% di articaina rispetto al 4% di lidocaina. Le misurazioni VAS hanno mostrato però che il 4% di lidocaina fornisce un'analgesia più adeguata per l'estrazione dell'ottavo inferiore con comparsa di minor dolore intraoperatorio rispetto a quello osservato con il 4% di articaina. Tuttavia, non è stata riscontrata una differenza statisticamente significativa tra i due gruppi.


A cura di: Lara Figini
, Coordinatore Scientifico Odontoiatria33


Per approfondire:

-Malamed SF. Handbook of Local Anesthetisia. 6 ed. St. Louis, Missouri, Mosby. 2014, pp 366-9.

- Ping B, Kiattavorncharoen S, Saengsirinavin C, Im P, Wongsirichat N. Effect of high concentration lidocaine for mandibular teeth anesthesia: Review literature. M Dent J 2014; 34: 364-72

- Ping B, Kiattavorncharoen S , Saengsirinavin C, Im P, Durward C, Wongsirichat N. The efficacy of an elevated concentration of lidocaine in impacted lower third molar surgery. J Dent Anesth Pain Med 2015; 15: 69-76

- Kiatanant Boonsiriseth, Sittipong Chaimanakarn, Prued Chewpreecha, Natee Nonpassopon, Manop Khanijou , Bushara Ping, Natthamet Wongsirichat. 4% lidocaine versus 4% articaine for inferior alveolar erve block in impacted lower third molar surgery. J Dent Anesth Pain Med 2017 March; 17(1): 29-35

Articoli correlati

Le lesioni al nervo alveolare inferiore (IAN) sono purtroppo complicanze non trascurabili in chirurgia orale e maxillo-facciale e possono incorrere durante trattamenti quali la...

di Lara Figini


Obiettivi. Lo scopo di questo studio è di analizzare le diverse opzioni diagnostiche a oggi in uso per la valutazione degli eventuali rapporti anatomici tra il nervo alveolare inferiore (NAI) e gli...


"Le infiltrazioni buccali di articaina non sono più efficaci rispetto al blocco del nervo alveolare inferiore con lidocaina e la decisione sul tipo di anestetico da utilizzare dovrebbe essere...


ObiettiviLa letteratura descrive diverse complicazioni derivate dall'uso di anestetici locali, tra le quali ricordiamo la necrosi tessutale da anestetico. Viene presentato un caso di tale complicanza...


Altri Articoli

Per i prossimi quattro anni l’Associazione Italiana Odontoiatri è stata riconosciuta come provider di crediti ADA CERP per altri quattro anni, fino al 2023


1200 ortodontisti e assistenti dentali Invisalign provenienti da tutta Italia si sono trovati a Torino per discutere e analizzare le esperienze cliniche


Il parere di OPI, l’associazione Odontoiatria Privata Italiana, su ruolo del sindacato ma anche sul potere contrattuale dei collaboratori nelle Catene ed altro ancora


Può rappresentare una valida alternativa ai farmaci per favorire la collaborazione del paziente o sostituire in alcuni casi la sedazione. Le potenzialità dell’ipnosi nell’esperienza del...


Si è spento il direttore della clinica odontoiatrica dell’Università dell’Insubria e dell'Ospedale di Varese


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi