HOME - Gestione dello Studio
 
 
03 Dicembre 2015

Quanto e come i Social Media hanno condizionato e cambiato il mondo odontoiatrico

di Lara Figini


Il mondo dei social media ha cambiato radicalmente la formazione odontoiatrica, ha avuto un impatto importante sul personale e sulle relazioni tra professionisti, sul rapporto tra pazienti e professionisti , compreso il modo stesso di lavorare.
In un articolo, pubblicato sul   Journal of Dental Education di novembre 2015 viene  esaminato nel dettaglio come il mondo dei social media ha cambiato la formazione odontoiatrica e non solo.

I social media vengono definiti come "Un gruppo di applicazioni basate su Internet che si basano sulle basi ideologiche e tecnologiche del Web 2.0, che consentono la creazione e lo scambio di contenuti ".
I social media sono stati classificati in cinque gruppi:

1) Progetti di collaborazione come Wikipedia,
2) i blog o microblog quali Twitter,
3) Le comunità di contenuti come YouTube,
4) i siti di social networking come Facebook, e
5) i gioco virtuali o mondi sociali come Second Life.

In questo articolo vengono elencati sia i vantaggi che gli svantaggi dei social media e livello odontoiatrico.

Vantaggi dei Social Media in ambito odontoiatrico:

Vantaggi legati alla formazione odontoiatrica:
Vari strumenti dei social media hanno dimostrato la loro utilità per scopi didattici.
Ad esempio, gli studenti possono recuperare facilmente e da casa appunti o lezioni dal Web, articoli scientifici, documentazione e video su youtube pertinenti. Inoltre i social media permettono ai  docenti (per esempio mediante Twitter o altro) di coinvolgere grandi classi e sollecitare feedback dagli studenti. Esiste prova che questa pratica può portare a un miglioramento rispetto ai metodi di insegnamento tradizionali; per esempio in un lavoro di Junco 2011 si evidenzia come gli studenti che hanno utilizzato Twitter come interscambio di notizie e considerazioni a proposito di un  corso un aggiornamento medico hanno raggiunto  gradi più alti di quelli che non vi avevano participato. Esistono poi altri strumenti per la formazione odontoiatrica quali MedEd- PORTAL (www.mededportal.org), e applicazioni che permettono agli studenti di creare e condividere prove di domande per l'autovalutazione. I social media possono
anche essere utilizzati per informare e reclutare i pazienti, non solo per la cura clinica, ma per gli studi on-line e le sperimentazioni cliniche. Inoltre lo studente può effettuare ricerche mediante parole chiave sui vari portali per ottenere materiale sugli argomenti che gli interessano e mediante il sistema degli Alert può ottenere facilmente gli aggiornamenti delle ricerche effettuate.

- Vantaggi per i  pazienti:
Grazie ai social media i pazienti possono facilmente ottenere informazioni su materiali e tecniche utilizzati in ambito odontoiatrico, avere interscambi con altri pazienti o medici per poter risolvere dubbi o perplessità su trattamenti a cui si devono o si sono sottoposti. Esistono una varietà di siti dove i pazienti  possono  esprimere i loro pareri su determinati materiali o metodiche e riportare le loro esperienze dando anche  utili informazioni alle case produttrici per il miglioramento dei loro prodotti. L'ovvio svantaggio di questa tendenza è il danno potenziale fatto da annunci di insoddisfatti, scontenti, o pazienti disonesti.

- Vantaggi in termini di pubblicità e marketing:
E' facilmente intuibile come grazie ai social media siano più immediate e facili le operazioni di pubblicità e marketing di uno studio o clinica odontoiatrica, e che grazie ai social media i dentisti possano anche "educare ed informare i loro i pazienti".

- Vantaggi quale il superamento dell'isolamento professionale:
I social media  offrono Club di studio virtuali, formazione continua (CE), video su YouTube, forum e blog che  possono dare ai professionisti l'opportunità di relazionarsi con specialisti anche in altri settori che possono fornire consigli relativi a casi clinici e procedure.
Accanto ai vantaggi sopra elencati purtroppo però i social media possono presentare nuove minacce per la professionalità, come ad esempio problemi di cattiva comunicazione, recupero di informazioni e notizie spesso errate, imprecise o eticamente scorrette, limiti violati.

Svantaggi dei social media in ambito odontoiatrico:

Limitazione e necessità di più attenzione per le attività personali online dei professionisti sanitari:
Alcuni sostengono che gli operatori sanitari dovrebbero non utilizzare i social media per uso personale a causa della difficoltà di delimitazione dall' uso professionale; forse questo può essere eccessivo ma di certo va riposta una maggiore cura e attenzione al loro uso personale. In linea con il Codice ADA di comportamento, da un lato  gli operatori sanitari devono essere consapevoli che "i loro pazienti e il pubblico devono vederli prima di tutto come professionisti ", dall'altro hanno anche chiaramente il diritto a "vita privata e alle relazioni in cui possono esprimersi liberamente".

- Mantenimento della professionalità e confini
Il mantenimento di confini professionali di sicuro risultava essere più facile in passato. Purtroppo  tale compartimentazione è difficile da raggiungere con i social media perché non distinguono chiaramente tra informazioni private e pubbliche. I social media possono consentire ai pazienti di avere accesso a delle informazioni private, che non riguardano il solo distretto professionale, ad esempio il provider di politica, affiliazioni religiose, interessi personali, e dettagli sulla famiglia e sulle finanze, i quali possono alterare la natura del rapporto e influenzare negativamente
le interazioni tra l'odontoiatra e i pazienti, i colleghi e i fornitori. Inoltre, i dentisti potrebbero inavvertitamente apprendere mediante i social media  informazioni sui pazienti  che i pazienti stessi non hanno direttamente comunicato a loro e  che non vogliono far sapere. Lo stesso può valere per studenti e professori/tutor/insegnanti.

Ottenimento da parte dei pazienti di informazioni scorrette o imprecise e fuorvianti
I social media possono generare facilmente problemi di cattiva comunicazione, recupero di informazioni e notizie spesso errate, imprecise o eticamente scorrette, limiti violati, col risultato di creare maggior confusione, ansia e paura nel paziente.

A cura di: Lara Figini, Coordinatore Scientifico Odontoiatria33

Bibliografia:

- Junco R, Heiberger G, Loken E. The effect of Twitter on college student engagement and grades. J Comput Assist Learn 2011;27(2):119-32.

- Social Media in the Dental School Environment, Part A: Benefits, Challenges, and Recommendations for Use Heiko Spallek, Sharon P. Turner,; Evelyn Donate- Bartfield,; David Chambers,; Maureen McAndrew,; Pamela Zarkowski,; Nadeem Karimbux ; ,Journal of Dental Education Volume 79, Number 10

Articoli correlati

“Prendersi cura dell’uomo per curare l’organismo, gestire la complessità con la sapiente applicazione di scienza, clinica, professionalità e umanità.”Con questo take home message si è...


Immagine di repertorio

In uno studio retrospettivo, pubblicato su Journal of the American Dental Association, gli autori hanno confrontato i diversi metodi di trattamento e i loro risultati per i canini...

di Lara Figini


D-ONE è indicato per restauri di unità multiple con carico immediato per fornire un ancoraggio per sovrastrutture protesiche


Uno strumento nuovo per il settore dentale che consente di ricercare prodotti ed attrezzature e comparare i prezzi proposti dai vari siti di vendita online 


In uno studio, pubblicato su JADA gli autori hanno valutato l’accettazione della riparazione del restauro dentale da parte dei dentisti e hanno determinato le principali variabili di...

di Lara Figini


Altri Articoli

Agorà del Lunedì     06 Dicembre 2021

Le basi della patologia

Quali sono le cause delle affezioni della polpa dentale e quali le contromisure da adottare? Di questo parla il prof. Massimo Gagliani nel suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Il dott. Di Fabio ci ricorda che l’esonero è temporaneo fino a quando non si riunirà la Stato-Regioni stabilendo le modalità di registrazione


Oltre a quelli italiani ne hanno parlato il New York Times, Al Jazeera, siti spagnoli e degli altri Paesi europei. Sileri: sarebbe una macchietta se non fosse un odontoiatra


Secondo uno studio pubblicato su Jama Network Open, potrebbero contribuire a migliorare la comunicazione con pazienti con problemi di udito ma non solo


Il Viminale pubblica una utile tabella per capire cosa si può fare a seconda del tipo di certificazione posseduta ed il colore della regione. Le regole per datori di lavoro e lavoratori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi