HOME - Igiene e Prevenzione
 
 
30 Settembre 2006

Tutto pronto per il mese della prevenzione dentale

di M. Luongo


Ancora insieme.
Per la ventiseiesima volta a ottobre Andi e Mentadent lanciano la campagna del “mese della prevenzione dentale”. Un’edizione, questa del 2006,che prevede importanti novità: oltre alla consueta visita di controllo gratuita presso uno degli oltre 12.000 odontoiatri che aderiscono all’iniziativa.
In programma ci sono altri nuovi servizi, tutti finalizzati a “far crescere la voglia di sorridere”, come ci anticipa il dottor Franco Bruno, segretario culturale nazionale di Andi.

Dottor Bruno, conferma che questa ventiseiesima edizione prevede novità?

Senz’altro. A cominciare dalla presenza di un esperto, disponibile due giorni a settimana, per offrire a tutti una consulenza telefonica gratuitae personalizzata. Un’occasione preziosa per chiarire ogni dubbio relativo alla cura quotidiana della bocca.Un’altra buona ragione per chiamare il numero verde è la prolungata disponibilità del servizio, attivo tutti i giorni dalle 10 alle 22, per offrireanche a chi ha poco tempo libero durante la giornata la possibilità di prenotare la visita gratuita. Come ogni anno, poi, anche questo ottobre Mentadent offrirà a tutti coloro che parteciperanno all’iniziativa il trattamento professionaleal fluoro.
Il trattamento consiste nell’applicazione di un prodotto particolarmente attivo ed efficace per rinforzare i nostri denti e proteggere il nostro sorriso, poiché formulato per un utilizzo esclusivamente professionale.

Lo scorso anno il “mese della prevenzione dentale” ha compiuto un quarto di secolo. Ma è giusto affermare che, in questo campo, sietestati dei veri pionieri?

Non c’è dubbio, e di ciò siamo giustamente orgogliosi. Noi abbiamo aperto una strada, che è poi stata seguiti da tanti, con le varie “settimane” o “mesi” dedicati alla prevenzione in salute. La nostra campagna è unica, anche perché si tratta di un’iniziativa assolutamente privata ed è nata per raggiungere due obiettivi principali:ottenere una sorta di “colloquio” con il cittadino e consentirci di identificare dentisti “veri” (alla campagna di ottobre possono aderire esclusivamente odontoiatri in regola; non c’è posto per nessun “abusivo”).

In tutti questi anni è cresciuta la partecipazione dei cittadini alla vostra campagna?

Direi proprio di sì, perché siamo riusciti ad aumentare quella che si può definire la cultura odontoiatrica dei pazienti.E questo risultato positivo si deve, anche, alla spontanea e sentita adesione di 12- 13.000 associati dei complessivi 21.000 soci di Andi.

Dottor Bruno, questa edizione ci regalerà dell’altro?

Ebbene sì... Quest’anno vedrà la concomitanza del lancio del “Progetto Sorriso”: il contenitore di un grosso programma, che proclameràanche la “Prima giornata del tumore orale”. E che, nel complesso, intende comunicare le informazioni circa la salute orale in modo diversorispetto al passato, inclusa la scelta di un dentista davvero preparato.
Ma di tutto ciò, mi auguro, avremo modo di parlare in seguito.

APPROFONDIMENTI

Perchè aderire all'iniziativa

Chi meglio di un socio Andi può spiegare perché tanti dentisti aderiscono all’iniziativa del “Mese della prevenzione dentale”?

Il dottor Raffaele Sacco dello Studio odontostomatologico di Milano e specialista in chirurgia maxillo-facciale e microchirurgia, è uno degli oltre 12.000 odontoiatri dell’Associazione che per tutto ottobre presta gratuitamente la sua opera. “Subito dopo essermi associato all’Andi - dice il dottor Sacco - mi è sembrato giusto partecipare a questa importante campagna. Perché? Per almeno tre ragioni importanti. Primo, perché, dal punto di vista sociale, il mese della prevenzione dentale rappresenta un modo positivo e concreto per aiutare tutte quelle famiglie di cittadini meno abbienti che, altrimenti, non potrebbero sottoporsi ad una visita di controllo dal dentista.”

In secondo luogo - continua Sacco - come constato ogni ottobre nel mio studio, sono numerosissimi i bambini che, grazie a tale opportunità, varcano per la prima volta la soglia di uno studio dentistico e, proprio grazie a questa sorta di visita-gioco, e all’acquisizione di alcuni prodotti Mentadent dati loro in dono (come gli spazzolini pensati appositamente per i più piccini), imparano a non aver paura della figura del dentista. Infine, c’è un aspetto fondamentale da non trascurare: proprio grazie a ‘semplici’ visite di controllo ci capita di scoprire la presenza di tumori orali e, in questi casi, la diagnosi precoce può essere essenziale.”

Conclude il dottor Sacco: “ Per tutti questi motivi ritengo che essere riusciti, da parte di Andi, a sensibilizzare regolarmente tante migliaia di professionisti ogni anno, da 26 anni a questa parte, possa essere anche uno stimolo per unirsi a realizzare altre campagne di utilità sociale”.

GdO 2006; 13

Articoli correlati

Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


Quanto costa l’assistenza orale? Per identificare il peso economico di una patologia, vale la pena capire la quantità di risorse che potrebbero essere risparmiate se tale...

di Lorenzo Breschi


“La presenza di placca in un sito implantare determina un rischio aumentato di circa 14,3 volte di insorgenza e progressione di una perimplantite”, ad evidenziarlo è il vice presidente...


Il nuovo regolamento dell’inabilita temporanea a favore dei liberi professionisti ha rappresentato un cambio di paradigma: ha spostato questo tipo prestazioni dall’alveo di quelle assistenziali a...


Indirizzare i politici per fare in modo che la prevenzione diventi, all’interno delle politiche sanitarie europee e nazionali, un cardine della salute orale, così come, oggi, lo è di quella...


Altri Articoli

Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


Riceviamo e volentieri pubblichiamo.“Apprendo con grande stupore a mezzo stampa di una presunta querela che sarebbe stata sporta nei miei confronti da parte dell’ANDI – dichiara Marco...


La Regione Toscana, con la Legge regionale n° 50, ha modificato la L.R. 5 agosto 2009 n°51 "Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie: procedure e requisiti autorizzativi...


A denunciare un diplomato odontotecnico di 55 anni di Palermo, con l’accusa di esercizio abusivo della professione sanitaria, sono stati i carabinieri del NAS. Secondo quanto riportato dalla...


“Il meccanismo delle detrazioni sanitarie - è più costoso, regressivo e diseguale territorialmente rispetto a quello degli oneri deducibili applicato alla Sanità Integrativa. Si tratta, inoltre,...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi