HOME - Igiene e Prevenzione
 
 
20 Gennaio 2006

Lo sbiancamento dentale domiciliare e professionale. Descrizione dei metodi (II parte )

di V. Cortesi Ardizzone, *R. Ardizzone


Nella prima parte di questo dossier sono stati analizzati i principi attivi dello sbiancamento e il loro meccanismo d’azione.
Lo scopo di questa seconda parte è di analizzare e mettere a confronto le diverse metodiche di sbiancamento: domiciliari (liberamente gestibili dal paziente, domiciliari distribuite dallo studio, domiciliari preparate in studio) e professionali (con mascherina, senza mascherina, fotoattivate, non fotoattivate, compreso lo sbiancamento dei denti non vitali, ecc.) con i relativi prodotti messi a disposizione dall’industria.
L’obiettivo è di fornire all’operatore le indicazioni per muoversi in modo appropriato in un mercato forse troppo ricco di prodotti e orientare la scelta della metodica e del prodotto più congrua per il singolo paziente.
Vengono anche indicati alcuni accorgimenti per prevenire e/o controllare la sensibilità e gestire le controindicazioni allo sbiancamento, al fine di soddisfare il maggior numero di pazienti. Infine è stato elaborato un esempio di modulo per il consenso informato che tuteli pazienti e operatori.

Professional and home teeth bleaching methods
In first part of this dossier the Authors analysed teeth bleaching materials and their mechanism of action.
The aim of this second part is to compare the different bleaching methods: home systems (over-the-counter products, prescribed by dentists, at home/in office bleaching) and professional systems (chair side, power bleaching, with or without custom tray, light activated), including non vital teeth bleaching). The objective is to provide the clinician with correct information to choose the best system and product for any patient.
The Authors give also some indications about management of sensible teeth and bleaching side effects to satisfy the greatest number of patients. Finally, an informed consent form is proposed to protect both the patient and the dental team.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Brescia - CLID
Igienista dentale docente a contratto
*Libero professionista - Brescia



Articoli correlati

Quelle odontoiatriche seguono lo stesso principio. Di Gioia (POIESIS): anche in caso di prestazioni rese nell’ambito anatomico di competenza extra orale


Oggi un numero crescente di pazienti richiede trattamenti altamente estetici e l’odontoiatria estetica sta diventando sempre più una preoccupazione per le persone che...

di Lorenzo Breschi


Con il presidente SIMEO proviamo a fare il punto sulle applicazioni pratiche del parere fornito al Ministero dal Consiglio Superiore della Sanità


Il dott. Francesco Spatafora ripercorre i passaggi normativi e non che hanno preceduto il parere del CSS e avanza considerazioni e dubi


La Società scientifica, soddisfatta del parere, si dice pronta ad attivare iniziative a tutela della salute e sicurezza dei pazienti per il rispetto dei limiti sanciti dal CSS


Altri Articoli

Maria Costanza Meazzini guiderà ECPCA fino al 2013, durante il suo mandato l’organizzazione del Congresso internazionale a Milano. Le Congratulazione del Governatore Fontana


Il Garante della Privacy dà il via libera al MEF per inserire tra le professioni che devono inviare i dati, anche quelle iscritte ai nuovi Albi delle professioni sanitarie che fatturano al paziente


Interessante decisione della CCEPS chiamata a giudicare la sanzione ad un direttore sanitario per mancata vigilanza in tema di abusivismo e quando decorre la prescrizione del reato 


A finire nei guai tre diplomati odontotecnici, un assistente alla poltrona e un direttore sanitario. In provincia di Forlì-Cesena chiuso studio senza direttore sanitario 


Al Congresso SUMAI si è parlato anche di odontoiatri nel SSN: Magi, Ghirlanda, Fiorile pronti al dialogo con il Ministero per cercare di risolvere la questione


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi