HOME - Igiene e Prevenzione
 
 
01 Giugno 2011

Valutazione qualitativa e quantitativa della placca batterica in pazienti geriatrici sottoposti a trattamento ortodontico-protesico

di G. Galbiati, L. Giannini, A. Porro, C. Maspero


Obiettivi. Lo scopo di questo lavoro consiste nel valutare i cambiamenti qualitativi e quantitativi della flora batterica del cavo orale in un gruppo di pazienti geriatrici durante le varie fasi dell’iter preventodontico in uso presso la Scuola di Milano.
Materiali e metodi. I pazienti geriatrici, prima di accedere alla terapia ortodontica, vengono inseriti in un iter preventodontico il quale prevede una fase iniziale di 4 mesi che comprende programmi di istruzione, motivazione e profilassi. Durante questo periodo il paziente è sottoposto anche a sedute di igiene professionale oppure, dove è necessario, a una valutazione parodontale più approfondita. L’iter si divide in sei livelli e il paziente ha la possibilità di ripetere tre volte la procedura. Lo studio condotto ha compreso un campione di 42 pazienti. A ciascun paziente sono stati effettuati prelievi di placca sopragengivale dalla superficie linguale dell’elemento 46 nelle diverse fasi dell’iter preventodontico.
Risultati. Dallo studio si evince che l’indice di placca decresce notevolmente nelle varie fasi. Dal punto di vista qualitativo, la totalità dei cocchi e dei bacilli decresce.
Conclusioni. Da questo studio emerge l’importanza della figura dell’igienista dentale che accompagna il paziente durante tutto l’iter preventodontico. Il ruolo dell’igienista dentale consiste nell’istruzione, nella motivazione e nel rinforzo motivazionale del paziente il cui cavo orale spesso non è in condizioni ottimali all’inizio della terapia ortodontica.



Articoli correlati

Il coronavirus cambia qualcosa nell’atteggiamento da adottare da odontoiatra e personale dello studio? Il parere del consulente sulle procedure organizzative dello studio odontoiatrico


ANDI in collaborazione con AIO, CAO, Fondazione ANDI, diffonde una guida pratica per odontoiatri e personale di studio condivise con il Ministero della Salute


Le misure da adottare in studio, la gestione dei pazienti, la comunicazione anche attraverso i social. Questa l’esperienza del presidente CAO Reggio Emilia Fulvio Curti


Per il Prefetto lo studio odontoiatrico sarebbe equiparato alle attività professionali e negli 11 Comuni “focolaio”, gli studi dovranno rimanere chiusi salvo per le emergenze


Il tema della disinfezione e prevenzione è più che mai attuale, con Roberta Pegoraro abbiamo cercato di fare il punto sulle procedure e gli obblighi per lo studio odontoiatrico


Altri Articoli

Antonio De Falco

De Falco (CIMO): i medici nelle ore che dovrebbero dedicare alla formazione, devono svolgere le funzioni aziendali per sopperire alle carenze di personale


Landi (CAO Lodi): inconcepibile escludere i dentisti dalla distribuzione degli strumenti di protezione, si mette a rischio la loro salute e quella dei pazienti


Lo racconta via Skype Matteo Groppi, odontoiatra titolare di studio a Codogno. Queste le criticità sociali e professionali, ma c'è anche qualche aspetto positivo


Il SIASO rassicura i colleghi: sicure le normali procedure adottate dagli studi per la sicurezza sul lavoro. Ecco i casi in cui ci si può assentare dal lavoro e quelli non consentiti


Ai medici e dentisti sussidio sostitutivo e sospensioni dei contributi previdenziali. Intanto anche il Governo proroga i versamenti per i tributi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Ecco come vive un dentista nella Zona Rossa del Coronavirus