HOME - Igiene e Prevenzione
 
 
05 Febbraio 2013

Le alterazioni del cavo orale negli utenti in carico ai servizi di assistenza domiciliare

Un'indagine di prevalenza

di D. Calamassi, C. Baldini, S. Niccolini, C. Perra, E. Rinaldini, M. Poli, T. Nannelli


imageimage

La salute orale ha un impatto significativo sulla qualita` della vita delle persone. Una buona salute orale consente di soddisfare i bisogni essenziali, come mangiare in maniera adeguata, gustare i cibi, comunicare efficacemente, sorridere ed evitare il degrado estetico. Al contrario, la scarsa salute orale influisce sul sonno, specialmente in presenza di dolore, e ha un impatto negativo sulla percezione di se stessi e sulla sicurezza di sé.

Obiettivo: Scopo dello studio è quello di stimare la prevalenza delle alterazioni della mucosa orale e le condizioni igieniche del cavo orale degli utenti in carico ai servizi di assistenza domiciliare di un'azienda sanitaria toscana.
Materiali e metodi: Sono stati inclusi 408 utenti. Tutti i soggetti sono stati sottoposti a una valutazione del cavo orale ed è stata effettuata un'intervista strutturata. L'osservazione è stata effettuata dal personale infermieristico che normalmente li segue, in quanto il servizio di assistenza domiciliare non contempla nel suo organico la figura dell'igienista dentale. Tutti gli infermieri sono stati specificamente formati da un odontoiatra, in merito alla rilevazione di segni di alterazione della mucosa orale e sono stati dotati di una pila a luce bianca (LED) per facilitare l'osservazione.
Risultati: Il 21% dei soggetti presentava lesioni infiammatorie localizzate alla mucosa orale e il 3,3% presentava lesioni di natura incerta. Il 17,6% presentava alterazioni riferite alla dentatura. Quasi la meta` dei pazienti presentava scarsi livelli di igiene orale.



Articoli correlati

Prof. Levrini: una corretta igiene orale che includa l’utilizzo di un collutorio a base di CPC può essere uno strumento in più per proteggere la salute orale, anche dal Covid-19


approfondimenti     23 Novembre 2020

Premio Colgate 2020

Vince il progetto dell’Università degli Studi dell’Aquila: “Dal microbiota alla prevenzione e trattamento dei problemi gengivali”


I disturbi dell’alimentazione (ED), come l’anoressia o la bulimia, sono gravi malattie psicosociali che colpiscono adulti e soprattutto adolescenti.Gli individui affetti da ED...

di Alessandra Abbà


Calano i posti ma aumentano le sedi dei corsi che arrivano a 31. Ecco le assegnazioni per singolo Ateneo


La dottoressa Viviana Cortesi Ardizzone, raccontandoci una sua giornata di lavoro, ci guida nelle procedure e strumenti da utilizzare nel post Covid-19


Altri Articoli

E’ la nostra identità digitale pubblica. Ecco come richiederlo e quali sono i provider che lo forniscono gratuitamente


Il Consigliere ligure sostituisce l’On. Sandra Zampa che raccoglie il grazie della FNOMCeO. Nel segno della continuità la conferma di Sileri


Superato lo scoglio del percorso di studio per accedere ai corsi, ecco cosa dovrebbe cambiare dopo il passaggio in Stato Regione e la successiva approvazione in Consiglio dei Ministri


Savini (AIO): il frutto di un lavoro di condivisione tra le associazioni degli odontoiatri, delle ASO, le Regioni ed il Ministero della Salute. Tenteremo di farlo entrare in vigore entro il 24 aprile


Richiesta laurea e diploma di specialità. Le domande dovranno pervenire entro il 10 marzo


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria protesica oggi: il punto di vista della neo presidente AIOP