HOME - Igiene e Prevenzione
 
 
21 Novembre 2013

L'applicazione topica di fluoro come presidio preventivo verso la carie. In Usa si consiglia, in Italia se ne era già parlato prima del 2000

Il parere del prof. Gagliani, Direttore Scientifico di Odontoaitria33

gagliani quadrata gagliani quadrata

JADA, la rivista scientifica dell'ADA (American Dental Association) ha pubblicato sul numero di novembre le raccomandazioni cliniche validate da un gruppo di esperti sull'uso topico del fluoro per la prevenzione della carie

L'Associazione, nell'annunciarle, sottolinea come, per la prima volta, queste raccomandazioni siano state aggiornate secondo una revisione sistematica di studi clinici.

Queste, in sintesi, sono le raccomandazioni da consigliare ai pazienti a rischio di carie:

A) Uso domestico di un gel a base di fluoro al 0,5 per cento o dentifricio o colluttorio al 0,09 per cento al fluoro (per pazienti di oltre 6 anni).

B) Applicazione da parte del dentista di un prodotto (vernice) al 2,26 per cento di fluoro o di un gel al fluoro in una concentrazione del 1,23 per cento ogni 3-6 mesi.

"Mi fa piacere che  l'ADA consigli una misura preventiva che il gruppo guidato dalla prof Laura Strohmenger e coordinato dal prof Eugenio Brambilla dell'Università di Milano, aveva scientificamente segnalato e pubblicato nel 1999" (link  , ci dice  il prof. Massimo Gagliani (nella foto) direttore scientifico di Odontoiatria33.

"Per verificare l'efficacia di questo presidio preventivo - in quel lavoro scientifico - furono effettuate delle applicazioni di fluoro in gruppi di bambini  a scuola una volta ogni 6 mesi; una misura assolutamente minimale. I risultati furono interessanti: nei soggetti a basso rischio di carie, fu molto efficace, mentre in quelli ad alto rischio l'efficacia a 5 anni fu modesta".

"Il vero problema -continua- è stabilire se un soggetto sia a rischio di carie (attraverso la conta degli streptococchi, la misura del flusso salivare, abitudini alimentari etc..) cosa che ADA non specifica esponendo i pazienti a possibili overtreatment da parte dei dentisti, a voler essere provocatori.
Nella realtà, una volta inquadrato il rischio generale di carie, il soggetto potrebbe andare al programma A: blando uso di fluoruri topici anche domiciliare  oppure Programma B (rischio): uso professionale di Fluoruri e check periodici".

"Per la cronaca -conclude il prof. Gagliani- il 30% della popolazione - a seconda delle indagini - sarebbe a rischio di ammalare di carie seriamente. E' altresì vero che oggi, in realtà come quelle milanesi, oltre il 55% dei ragazzini sotto i 12 anni è "caries free"".

Articoli correlati

Corsa per agevolare il più possibile la somministrazione delle dosi. Ci si potrà rivolgere anche dal dentista o in farmacia. In Baviera è già possibile 


Uno strumento nuovo per il settore dentale che consente di ricercare prodotti ed attrezzature e comparare i prezzi proposti dai vari siti di vendita online 


Il Consejo General de Dentistas spagnolo ha pubblicato il suo Rapporto tecnico demografico sui dentisti in Spagna nel 2021, in cui analizzava vari parametri come il rapporto...


Pubblicato uno dei primi lavori europei riguardante l’impatto che il Covid-19 ha avuto sugli odontoiatri. Ricerca condotta grazie alla collaborazione tra Federazione Regionale degli Ordini...


Il Consejo Dentistas spagnolo ha pubblicato delle Linee Guida di protezione e di riduzione del rischio di trasmissione che possono aiutare l’odontoiatra a gestire la situazione...


Altri Articoli

Pur legittimando l’obbligo vaccinale, i Giudici rilevano differenti trattamenti tra chi svolge l’attività come autonomo e chi come dipendente. Dubbi anche sulla sospensione dall’Albo


La pandemia ha ampliato gli adempimenti burocratici per lo studio odontoaitrico, per il dott. Cirulli la morte da burocrazia si evita con strategia mirate ed efficaci


L’odontoiatria digitale vista dal prof. Stefano Patroni, uno dei protagonisti del prossimo Congresso della Digital Dental Academy


Il 22 febbraio è possibile aggiudicarsi i 115 beni delle cliniche di Perugia e Foligno. Possibile partecipare a distanza così come visionare i beni online


Sulla base di studi epidemiologici condotti negli ultimi cinquant’anni, la prevalenza di ASD sembra aumentare a livello globale ma i pazienti con diagnosi di ASD non differiscono dagli altri per...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi