HOME - Igiene e Prevenzione
 
 
15 Luglio 2015

Perché masticare chewing-gum senza zucchero riduce la placca batterica? Quali risultano essere più efficaci?

di Lara Figini


chewing-gumchewing-gum

La placca batterica è risaputo essere l'agente eziologico primario per la malattia parodontale e la carie dentale. Il battere Streptococcus mutans, si trova comunemente nella placca dentale umana, e costituisce la specie primaria associata alla carie dentale. [Loesche 1986, Selwitz 2007].

La gomma da masticare è nota per essere un utile complemento per l'igiene orale a causa della sua proprietà di stimolare il flusso salivare, oltre ad aumentare il pH della placca. Masticare dei chewing- gum senza zucchero dopo i pasti e gli spuntini promuove la remineralizzazione dello smalto e riduce il tasso di Streptococcus . mutans a livello del cavo orale. Un componente largamente inserito nei chewing-gum è lo xilitolo . Lo Xilitolo è una sostanza classificata come polialcool, o zucchero derivato dall'alcool, ed è ampiamente utilizzato come dolcificante non cariogeno, perchè non è fermentabile dalla maggior parte dei batteri orali [Trahan 1995].

Lo xilitolo ha un tasso di dolcezza simile a quello dello zucchero, ma contiene il 40% in meno di calorie:

• Zucchero da tavola: 4 calorie per grammo
• Xilitolo: 2,4 calorie per grammo

Diversi studi hanno dimostrato che lo xilitolo può anche ridurre la placca dentale e nello specifico il numero di Streptococcus mutans sia in vivo che in vitro. Negli ultimi anni è stato introdotto un nuovo composto, la caseina fosfopeptide-calcio fosfato amorfo (CPP-ACP) che pare possegga ottime proprietà anticariogene (Walker 2006). In uno studio pubblicato sul Journal of Conservative Dentistry di maggio -giugno 2015 di Shila et al. si paragonano gli effetti anticariogeni di due chewing-gum: uno allo xilitolo e l'altro contenente CPP-ACP. Gli autori di questo studio hanno preso in considerazione 60 giovani (37 donne, 23 uomini) studenti di odontoiatria che avevano condizioni di buona salute tra i 20 ei 25 anni . I criteri di esclusione sono stati qualsiasi condizione orale, medica o mentale anormale (compresi eventuali allergie al latte e relative condizioni di salute riguardanti i reni), soggetti con una storia di trattamenti al fluoro o con antibiotici sistemici per un periodo di 4 settimane antecedente all'inizio dello studio. Sono stati esclusi gli individui con un uso abituale di prodotti lattiero-caseari allo xilitolo o di gomme da masticare Recaldent, e i soggetti che presentassero lesioni cariose non trattate o segni clinici di gengivite o malattia parodontale.

I 60 studenti inclusi nello studio sono stati assegnati in modo casuale a ricevere uno dei seguenti interventi: (A) Gomma da masticare contenente CPP-ACP; (B) contenente xilitolo. I soggetti dei gruppi sperimentali dovevano consumare i chewing-gum 3 volte al giorno, dopo ogni pasto per un periodo di 3 settimane. Sono stati raccolti i campioni di saliva non stimolata al tempo 0 e a 1 giorno dopo l'ultima assunzione del chewing-gum a termine ciclo. Sono stati quantificati i livelli di Streptococcus mutans. I risultati sono stati i seguenti: Tutti i soggetti hanno mostrato livelli rilevabili di S. mutans al tempo basale, e non ci sono state differenze statisticamente significative tra i due gruppi al tempo 0. I livelli di Steptococcus Mutans a un giorno dopo il periodo di intervento di 3 settimane, sono risultati ridotti in modo significativo (P <0,05) rispetto al tempo 0 in entrambi i gruppi A e B. Il Gruppo A ha mostrato una maggior riduzione statisticamente significativa di salivari S. mutans rispetto al gruppo trattato con chewing-gum allo xilitolo

Masticare quotidianamente chewing-gum contenenti CPP-ACP e xilitolo riduce in modo significativo il livello di batteri salivari Streptoccoccus. mutans a livello del cavo orale. In particolar modo i chewing-gum che contengono il composto CPP-ACP possono ridurre il livello di carica batterica in modo significativo maggiore rispetto a quello verificatosi per le gomme da masticare contenenti xilitolo.

A cura di: Lara Figini, Coordinatore Scientifico Odontoiatria33

Bibliografia:

- Loesche WJ. Role of Streptococcus mutans in human dental decay. Microbiol Rev. 1986;50:353-80

- Selwitz RH, Ismail AI, Pitts NB. Dental caries. Lancet. 2007;369:51-9

- Trahan L. Xylitol: A review of its action on mutans streptococci and dental plaque - its clinical significance. Int Dent J. 1995;45(1 Suppl 1):77-92

- Walker G, Cai F, Shen P, Reynolds C, Ward B, Fone C, et al. Increased remineralization of tooth enamel by milk containing added casein phosphopeptide-amorphous calcium phosphate. J Dairy Res. 2006;73:74-8.

- Shila Emamieh, Yosra Khaterizadeh, Hossein Goudarzi, Amir Ghasemi, Alireza Akbarzadeh Baghban, Hasan Torabzadeh The effect of two types chewing gum containing casein phosphopeptide-amorphous calcium phosphate and xylitol on salivary Streptococcus mutans J Conserv Dent. 2015 May-Jun; 18(3): 192-195.

Articoli correlati

Per combattere le carie una società chimica tedesca ha sperimentato un chewing gum biologico a base di lattobacilli, gli stessi batteri, informa il quotidiano Il Resto del Carlino, che nella loro...


Sarà un chewing gum, o forse un dentifricio, il presidio anticarie che verrà probabilmente messo in commercio nei supermercati il prossimo anno: nemmeno i produttori conoscono ancora per certo...


Da oggi l’innovativa tecnologia di Biorepair è disponibile nel dentifricio Kids 0-6 anni, studiato appositamente per facilitare l’approccio dei bambini all’igiene orale...


Scopo dello studio pubblicato su Clinical Oral Investigation di febbraio era quello di confrontare i tassi di successo clinico e radiografico a lungo termine delle pulpotomie...

di Lucia Sardi


Fornire ai dentisti uno strumento per ottenere facilmente l'accesso all'opinione degli esperti di tutto il mondo sui problemi clinici quotidiani e per aiutarli con soluzioni innovative e...


Altri Articoli

Tra i temi di stretta attualità su cui il Governo (o parte di esso) dice di voler intervenire -comunque lo annuncia- c’è quello del salario minimo. Che è di fatto la copia...

di Norberto Maccagno


Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


“Apprendo con grande stupore a mezzo stampa di una presunta querela che sarebbe stata sporta nei miei confronti da parte dell’ANDI – dichiara Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e...


La Regione Toscana, con la Legge regionale n° 50, ha modificato la L.R. 5 agosto 2009 n°51 "Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie: procedure e requisiti autorizzativi...


Avevano permesso ad un non laureato ed abilitato di curare i loro pazienti e per questo il giudice di Lucca ha condannato tre iscritti all’Albo per concorso in esercizio abusivo della...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi