HOME - Igiene e Prevenzione
 
 
24 Settembre 2015

Pazienti colpiti da tumore della testa e del collo sottoposti a chemio-radioterapia. Queste le strategie preventive per prevenire insorgenza di carie

di Lara Figini


Le patologie tumorali purtroppo sono sempre più diffuse, e sempre più spesso il dentista si trova a dover condurre terapie odontoiatriche in pazienti con questi tipi di patologie .Grazie al miglioramento delle terapie chemio-radioterapiche si è ottenuto un potenziamento del controllo locale della malattia e un aumento della sopravvivenza globale per i pazienti affetti da tumore della testa e del collo (HNC).Purtroppo però la chemio-radioterapia è associata a diversi effetti tardivi collaterali che provocano notevoli decrementi in termini di qualità della vita (QOL). Tra i più comuni effetti collaterali della chemio-radioterapia si annoverano complicazioni orali come la

-xerostomia o iposalivazione

- demineralizzazione dentale

- carie

- trisma

- osteonecrosi.

Ci sono quindi attenzioni particolari o precauzioni a cui si deve attenere il dentista nel trattare questi pazienti?

Su questo argomento è stata pubblicata una revisione recentissima sull' Oral Oncology di settembre 2015. Gli autori hanno condotto una revisione della letteratura per quanto riguarda l' incidenza di carie dentale nella popolazione affetta da tumori della testa e del collo (HNC). La ricerca degli studi è stata condotta mediante MEDLINE, PubMed, CLNAHL database Cochrane, EMBASE e PsycINFO dal 1985 al 2014. Le parole chiave di ricerca primarie includevano testa e / o collo, carie dentale, fattore di rischio, sintomo, sequela fisica, qualità di vita, prevenzione, e trattamento. Dai risultati di questa revisione emerge che per ottenere una cura dentale ottimale per i pazienti affetti da HNC prima, durante e dopo la radioterapia è assolutamente essenziale una stretta comunicazione interdisciplinare e la cooperazione tra radiazioni oncologi, dentisti, medici oncologi e chirurghi orali. I medici dovrebbero essere dotati di conoscenza dei segni e sintomi di qualsiasi carie incipiente in modo da provvedere a una appropriata valutazione clinica
e poter esplicare un tempestivo trattamento. I medici e odontoiatri sono tenuti ad informare ed educare i pazienti affetti da HNC e in cura con chemio-radioterapia del rischio potenziale più elevato di carie dentale dopo la terapia a base di radiazioni, e sono tenuti ad adottare preventive
strategie
, ad esempio per il trattamento della xerostomia. Sono inoltre tenuti a motivare i pazienti in questione a una meticolosa igiene orale, a controllare la propria dieta, e a utilizzare collutori e dentifrici a base di fluoro ( se necessario anche per via sistemica) per il controllo della flora cariogena. Queste strategie preventive devono essere rafforzate dal team sanitario. La radioterapia eseguita nel distretto testa e collo predispone a un elevato rischio di insorgenza di carie perché porta a una demineralizzazione dei tessuti dentali, a un'alterazione del flusso salivare e della flora microbica.
Sono tuttavia necessari ulteriori studi controllati randomizzati ben progettati per individuare gli approcci più efficaci per prevenire e gestire la carie dentale nei pazienti affetti da HNC.

Bibliografia:

Dental demineralization and caries in patients with head and neck cancer

Jie Deng, Leanne Jackson, Joel B. Epstein, Cesar A. Migliorati, Barbara A. Murphy

Oral Oncology 51 ( settembre2015) 824-831

Articoli correlati

Federazione Alzheimer Italia nel mese di ottobre ha organizzato corsi on-line per insegnare ai familiari a gestire gli aspetti odontoiatrici. Tra i relatori il dott. Mario Ghezzi a cui abbiamo...


Uscire di casa solo se strettamente necessario. E’ questo l’invito che in questi giorni politica ed esperti stanno diffondendo per cercare di contenere la pandemia.Nonostante i DCPM e le...

di Norberto Maccagno


L’Ateneo palermitano ha realizzato una serie di strumenti e materiale informativo per dare risposte chiare e semplici ai quanti chiedono informazioni 


Il World Health Organ pubblica un approfondimento sul perché si tenda ad escludere la salute orale dalle coperture sanitarie universali per la popolazione mondiale.


Gemelli Irccs ha realizzato un documento attraverso il quale fa punto su quelli disponibili e su dove effettuarli


Altri Articoli

La CAO La Spezia manifesta la disponibilità a Regione, ASL e Provincia affinché la rete dei medici odontoiatri della provincia sia inserita nel sistema di screening attraverso l’utilizzo dei...


L’American Dental Association scende in campo sostenendo la competenza degli odontoiatri statunitensi che si sono offerti di somministrare i vaccini


Negativi i collaboratori, dopo la sanificazione lo studio ha riaperto mentre il professionista rimane in isolamento


Federazione Alzheimer Italia nel mese di ottobre ha organizzato corsi on-line per insegnare ai familiari a gestire gli aspetti odontoiatrici. Tra i relatori il dott. Mario Ghezzi a cui abbiamo...


Obiettivo: offrire un servizio gratuito di formazione avanzata, con una visione globale sulla salute, consulenza e supporto per una miglior assistenza ai propri pazienti


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


14 Ottobre 2020
Vedo moderno ed avviato studio a Milano

Moderno e avviato studio dentistico, regolarmente autorizzato, mq 80, predisposto per due unità operative, stanza sterilizzazione, radiografico opt e dotato di strumentazione per esercitare le principali branche odontoiatriche, spogliatoio e bagno per il personale, bagno per pazienti. Possibilità di subentro graduale con varie soluzioni. Milano, zona Bicocca-Niguarda. Trattativa riservata. 345 9776587. mail: aumas001@gmail.com

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Emergenza Covid ed odontoiatria: il punto con il presidente Iandolo