HOME - Implantologia
 
 
29 Marzo 2016

Antidepressivi e impianti dentali: un binomio che può essere fallimentare

di Lara Figini


La depressione è diventata ormai una malattia che rappresenta una minaccia globale
a causa della sua elevata prevalenza e delle problematiche di salute pubblica ad essa associate.
L'Organizzazione Mondiale della Sanità stima che più di 350 milioni di persone nel mondo soffrono di depressione.

Ricerche recenti hanno però dimostrato che i farmaci più ampiamente usati per il trattamento della depressione in tutto il mondo, l'SSRI (Selective serotonin reuptake inhibitors), possono aumentare il rischio di fallimento degli impianti dentali. L'antidepressivo era già stato associato, da plurime ricerche, ad una crescita ridotta dell'osso e all'aumento di rischio di fratture ossee.

A preoccupare gli odontoiatri, si spiega nel bollettino ANSA del 9 marzo, sono quattro particolari effetti collaterali degli antidepressivi:

- osteoporosi,

- acatisia (disturbo caratterizzato dalla necessità di muovere in continuazione testa e mascella),

- digrignamento dei denti

- secchezza della bocca.

"Tutti elementi che influiscono sul processo di attecchimento e guarigione", spiega Sulochana Gurung, autrice principale dello studio che verrà illustrato alla 45/esima Conferenza annuale dell'American Association for Dental Research il 19 marzo. (ANSA).

La serotonina (5-idrossitriptamina [5-HT]) è un monoamino neurotrasmettitore del cervello che contribuisce alla sensazione di benessere e di felicità . Bassi livelli di serotonina o ostacoli
per il suo utilizzo possono portare a depressione.
Gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) ,come Celexa, Paxil, Lexapro, Prozac, Zoloft etc. sono farmaci progettati per inibire la ricaptazione di serotonina e aumentare i suoi livelli nel trattamento della depressione . A causa della loro efficacia unica nel trattamento della depressione, gli SSRI sono diventati gli antidepressivi maggiormente utilizzati in tutto il mondo.

In un studio pubblicato sul Journal of Dental Research di novembre 2014 si è voluto valutare l'associazione tra assunzione di SSRI e il rischio di fallimento di impianti dentali osteointegrati. Questo studio retrospettivo di coorte è stato condotto sui pazienti trattati con impianti dentali da gennaio 2007 a Gennaio 2013. Sono stati considerati un totale di 916 impianti dentali in 490 pazienti (94 impianti su 51 pazienti che assumevano SSRI).

Dopo 3-67 mesi di follow-up, gli autori hanno visto che nel gruppo dei pazienti che non facevano uso di antidepressivi 38 impianti dentali su 784 sono risultati fallimentari, mentre nel gruppo di pazienti che prendevano farmaci SSRI i fallimenti sono risultati essere 10 su 84. Il tasso di fallimento si è riscontrato essere del 4,6% per i non utilizzatori di SSRI e del 10,6% per i pazienti in terapia con SSRI.

I risultati in ricerca mondiale indicano che il trattamento con farmaci antidepressivi inibitori della Serotonina o SSRI è associato ad un aumentato rischio di fallimento degli impianti osteointegrati.
Per cui il consiglio per gli odontoiatri è quello di tenere conto di questa associazione durante la pianificazione degli interventi di impianti dentali nei pazienti in cura con questi tipi di farmaci SSRI.

A cura di: Lara Figini, Coordinatore Scientifico Odontoiatria33

Bibliografia:

- J Dent Res. 2014 Nov;93(11):1054-61. Selective serotonin reuptake inhibitors and the risk of osseointegrated implant failure: a cohort study. Wu X, Al-Abedalla K, Rastikerdar E, Abi Nader S, Daniel NG, Nicolau B, Tamimi F

Articoli correlati

Aprire un dialogo con Istituzioni di settore e non, per definire un modello di odontoiatria che possa realmente tutelare il paziente tra gli obiettivi della nuova presidenza


Avrà tempo fino al 23 novembre per formulare una proposta o un piano d’intervento. 66 milioni di euro l’indebitamento indicato


Iniziativa legale alla quale potranno partecipare, gratuitamente, coloro che ritengono di essere stati danneggiati dalla presente situazione


Attraverso una lettera al Governatore della Lombardia i Sindaci chiedono interventi a favore dei pazienti. Un Consigliere racconta le difficoltà di trovare un dentista che continui le cure


L’obiettivo dichiarato è riaprire in sicurezza al più presto per prestare le cure necessarie ai pazienti, ristrutturare il debito finanziario, tutelare i creditori, i dipendenti e collaboratori....


Altri Articoli

DiDomenica     02 Agosto 2020

Quando vi serve, noi ci siamo

Attraverso il DiDomenica prima della chiusura estiva e quello di fine anno, solitamente cerchiamo di fare dei bilanci sul periodo che si conclude. Ovviamente questa volta non mi...

di Norberto Maccagno


Dal COI corso FAD da 50 crediti per Odontoiatri, Igienisti, Medici di medicina generale, Pediatri, Geriatri, Psicologi, Neurologi, Otorinolaringoiatri, Infermieri


L’Agenzia delle Entrate indica come comportarsi se il paziente utilizza App che sostituiscono nel pagamento il Pos o la carta di credito


La proroga dell’emergenza penalizza il mondo della formazione, le preoccupazioni di Federcongressi e ECM Quality Network


Savini: “evitano il peggio. Grazie al lavoro di AIO ed ANDI state cassate norme che altrimenti avrebbero imposto adempimenti gravosi agli Odontoiatri”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


28 Luglio 2020
Vendo attrezzatura completa per studio odontoiatrico

Vendo attrezzatura completa per ambulatorio odontoiatrico a Santarcangelo di Romagna (Rimini): riunito OMS in ottimo stato, separatore amalgama, compressore e pompa aspirazione, 2 mobili componibili, 2 servomobili, radiologico NOVAXA con testata DE GOTZEN, autoclave TECNO-GAZ classe B con stampante, sigillatrice MELAG, lampada fotopolimerizzante, 4 plafoniere con neon, strumenti per chirurgia orale, conservativa ecc in ottime condizioni. Tutto a norma CE. E 3000,00 COMPRESO SMONTAGGIO E IMBALLAGGIO. Foto inviabili. Per informazioni telefonare a Ricardo 347/4120042 (email: ricardo.ricci@email.it).

 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Paziente o cliente, il punto di vista del dentista e del u201cconsumatoreu201d