HOME - Implantologia
 
 
15 Giugno 2007

Dossier "Speciale Implantologia". Terapia implantare computer-assistita

di M. Cassetta, D. Dell’Aquila, S.V. Vozzolo, *R. Bollero


L’introduzione della tecnologia CAD-CAM in implantologia ha permesso di programmare l’inserimento degli impianti sulle immagini TC del paziente e di realizzare dime chirurgiche personalizzate che permettono di trasferire al campo operatorio quanto stabilito in fase di programmazione. Scopo del presente studio è valutare l’utilità e il grado di precisione di un sistema CAD-CAM nella riabilitazione implanto-protesica di pazienti parzialmente e totalmente edentuli.
10 pz. sono stati selezionati e sottoposti ad un trattamento implanto-protesico con l’utilizzo del sistema. A tutti è stata fornita una dima scannografica e richiesto un esame TC-Dentascan. Sulle immagini TC si è proceduto a realizzare la programmazine dell’intervento chirurgico con il software. I pazienti sono stati quindi suddivisi in due gruppi: il “Gruppo Guidato”, in cui sia la preparazione dei siti implantari che l’inserimento degli impianti è avvenuto per mezzo di dime stereolitografiche fornite dal sistema CAD-CAM; e il “Gruppo non Guidato”, per il quale si è ricorsi all’uso di tali dime solo durante la preparazione dei siti implantari. Sono stati inseriti complessivamente 92 impianti. A due mesi dall’intervento è stata richiesta una TC-DentaScan di controllo e le immagini ottenute sono state confrontate con quelle della posizione implantare programmata con il software.
La percentuale di successo, inteso come rispetto della posizione implantare programmata, è stata del 91,38%, e in particolare del 96,55% sull’asse vestibolo-orale e del 86,21% sull’asse mesio-distale. Quando l’inserimento degli impianti è stato non-guidato, la percentuale di successo è stata inferiore. La distanza dalle strutture anatomiche di riferimento è stata sempre rispettata. Il sistema utilizzato consente di eseguire valutazioni e pianificazioni pre-chirurgiche affidabili e di trasferirle alla fase chirurgica in modo prevedibile, facilitando la risoluzione di trattamenti implanto-protesici complessi.

Computer-aided implant therapy
CAD-CAM technology allows to plan implant position on CT images and to produce customized surgical template to transfer this information to surgical sites. The aim of this study was to check utility and accuracy of a new CAD-CAM system in the treatment of full and partial edentulism. 10 patients were enrolled in the sample and treated with the system. All patients received a template and underwent CT-DentaScan. CT images were used for planning implant position with the software. Patients were divided into two groups: the “Guided Group”, where implant placement as well as drilling was template guided; and the “Non-Guided Group”, where only drilling was template-guided. Overall 92 implants were placed. Two months after surgery a control CT-scan was taken and images of both planned and placed implants were compared. Success rate in repeating virtually planned implant position was 96.55% on the vestibular-oral/lingual axis; 86.21% on the mesio-distal axis and 91.38% on the whole. When implant placement was not template guided, success rates were lower. Distances from anatomical landmarks were always respected. The software allows to make accurate pre-surgical evaluation and treatment programs and to transfer them safely to surgical sites. This system appear to be a valid help in the treatment of difficult implant-supported rehabilitations.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Roma "Sapienza"
Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche
Direttore: prof. G. Dolci
*Università degli Studi di Roma "Tor Vergata"
Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche
Direttore: prof. S.G. Condò

Dental Cadmos 2007; 6: I-XXXIX

Articoli correlati

Paolo BarelliRelatore della sessione dedicata a Assistenti alla Poltrona/Igienisti DentaliL'importanza della comunicazione strategica per lo studio odontoiatricoLa comunicazione è diventata la...


Obiettivi. La riabilitazione implantoprotesica nella monoedentulia mandibolare con deficit di spessore richiede un approccio rigenerativo. Tra le procedure cliniche per la risoluzione delle atrofie...


Obiettivi. Dopo l’inserimento dell’impianto si assiste di solito a un rimodellamento dell’osso crestale. Il platform switching è una tecnica che, con l’utilizzo di un abutment di diametro...


Obiettivi. Descrivere una metodica semplice, razionale ed ergonomica per la realizzazione di corone su impianti in zirconia e ceramica.Materiali e metodi. La peculiarità consiste nel realizzare in...


Altri Articoli

Con tale misura sarà possibile effettuare test antigenici rapidi come ausilio diagnostico sui pazienti che arrivano negli studi peraltro già sottoposti a triage. Peirano (CAO): gli odontoiatri...


Controllate aziende e laboratori di analisi, privati e convenzionati, ed altre strutture similari operanti nel commercio e nell’erogazione di test di analisi molecolari, antigeniche e sierologiche...


Il TAR respinge il ricorso presentato dalla CAO La Spezia contro un Centro DentalPro e legittima l’esercizio anche delle società non STP. Sarà il Consiglio di Stato a chiarire definitivamente la...


Iscritto all’Ordine di Cosenza sospeso per un mese per violazione articoli 1,2, 24,25  e 64 del codice deontologico. Ecco le motivazioni ed il commento del presidente CAO Giuseppe Guarnieri


Il JDR pubblica una interessante ricerca che conferma quanto il dentista possa essere utile per effettuare screening sulla popolazione, diventando, lo definisce nel suo Agorà del Lunedì il...

di Massimo Gagliani


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciali in Evidenza

 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il prof. Burioni spiega come funzionano i test Covid e dà qualche consiglio agli odontoiatri ed igienisti dentali