HOME - Implantologia
 
 
30 Gennaio 2019

Rialzo del seno mascellare e complicanze infettive. Quale antibiotico somministrare? 

di Lara Figini


L’intervento di rialzo del seno mascellare è dimostrato essere una metodica sicura ed efficace per creare e ottimizzare la formazione di osso per il posizionamento degli impianti nei casi di seni pneumatizzati. Tuttavia, talvolta può comportare complicanze intra- e post-operatorie, quali infezione, che possono influenzare i risultati chirurgici.

L'infezione può verificarsi in due modi: infezione dell'innesto situato sotto alla membrana sinusale rialzata e infezione del seno stesso. Nei casi in cui compare infezione, diventa necessaria la somministrazione di antibiotici.

Ma quale tipo di antibiotico prescrivere in questi casi? Un antibiogramma della flora batterica presente nel seno mascellare fornirà specifiche informazioni su cui basare efficacemente il trattamento antibiotico.

Tipologia di ricerca e modalità di analisi
In uno studio pubblicato su Clinical Oral Implants Research di novembre 2018, gli autori hanno utilizzato antibiogrammi per determinare l'antibiotico di scelta per il trattamento delle infezioni nei pazienti sottoposti a chirurgia di rialzo del seno mascellare.

Un totale di 174 pazienti (90 donne e 84 uomini) con un'età media di 55,92 anni è stato sottoposto a 227 interventi di rialzi del seno. Dopo il sollevamento della membrana gli autori hanno raccolto un campione batterico dal pavimento del seno mascellare con un batuffolo di cotone

Il campione prelevato è stato quindi posto in una cultura di agar di sangue e agar di cioccolato e incubato per 48 ore a 37 °C. Successivamente, sono state eseguite le analisi microbiologiche. Gli antibiogrammi sono stati eseguiti per ciascuna coltura positiva per identificare l’antibiotico più sensibile.

Gli antibiotici sono stati raggruppati secondo il loro meccanismo d'azione in:

  • beta-lattamici (penicilline);
  • beta-lattamici (cefalosporine);
  • macrolidi;
  • chinoloni;
  • fosfomicina;
  • aminoglicosidi o trimetoprim-sulfametossazolo.

Risultati
Di 227 colture, il 18,1% è risultato batterio-positivo. Il 45% delle colonie batteriche presenti era del genere Streptococco, la maggior parte dei quali apparteneva al gruppo dello Streptococcus viridans (61,1%). I batteri analizzati mostravano una maggiore resistenza ai macrolidi e una maggiore sensibilità a penicilline, cefalosporine e ciprofloxacina.

Gli antibiotici che hanno mostrato la maggior efficacia sono risultati essere, in ordine: ampicillina, amoxicillina-acido clavulanico e ciprofloxacina.

Conclusioni

Sulla base degli antibiogrammi eseguiti in questo studio, gli antibiotici a maggiore efficacia contro le possibili complicanze infettive negli interventi di rialzo del seno mascellare sono i seguenti: ampicillina, amoxicillina-acido clavulanico,e ciprofloxacina.

Implicazioni cliniche
Clinicamente, gli antibiogrammi si sono rivelati utili in quanto permettono la prescrizione di antibiotici specifici per risolvere possibili infezioni del seno mascellare post-operatorie.

Per approfondire

Carreño Carreño J, Gómez-Moreno G, Aguilar-Salvatierra A, Martínez Corriá R, Menéndez López-Mateos ML, Menéndez-Núñez M. The antibiotic of choice determined by antibiogram in maxillary sinus elevation surgery: A clinical study. Clin. Oral Impl Res 2018;29:1070-6.

Articoli correlati

Effetti della loro applicazione abbinata al trattamento chirurgico

di Lara Figini


I protocolli diagnostici e chirurgici giocano un ruolo fondamentale nel successo della riabilitazione implantoprotesica. La loro definizione deve essere chiara e fondata su...

di Danilo Alessio Di Stefano


Sempre più interventi implantari e meno visite preventive. A lanciare “l’allarme” verso un eccessivo ricorso a questi trattamenti è il Consejo de Dentistas spagnolo che invita i cittadini a...


L’evento del dentale, organizzato da UNIDI-Unione Nazionale Industrie Dentarie Italiane rappresenta un’occasione unica e imperdibile per i professionisti dell’oral care che...


Altri Articoli

Competenza, tecnica, empatia sono alla base della professione. Ma anche la comunicazione rappresenta oggi uno dei percorsi obbligati con i quali il dentista deve confrontarsi....

di Carla De Meo


L’obbiettivo è quello di venire incontro alle esigenze quotidiane dei clinici e per farlo SIdP ha sviluppato una App, Powerapp SIdP, che consente ad ogni clinico che stia eseguendo una visita...


L’obbligo di formazione continua decorre dal 1° gennaio successivo alla data di iscrizione all’Ordine. Da tale data il professionista sanitario deve maturare i crediti previsti per i residui...


Riuscire a rendere complicato un regime che è nato per essere semplice e di immediata applicazione non è certo impresa da tutti. Ciononostante il Legislatore ce l’ha fatta, tant’è che si sono...


Root Cause è il titolo del film inchiesta che vorrebbe dimostrare che i trattamenti endodontici possono essere causa di cancro, malattie al cuore e varie patologie croniche, ed il suggerimento...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi