HOME - Implantologia
 
 
15 Ottobre 2006

Innesto osseo con griglia in titanio e impianti

di F. Morelli


Scopo del lavoro è quello di presentare una tecnica di ricostruzione ossea che vede l’utilizzazione di micro-mesh in titanio con osso autologo in implantologia. Viene presentato un caso clinico dove la spiccata atrofia ossea mascellare in termini di spessore richiede una ricostruzione tridimensionale della stessa attraverso un innesto apposizionale di osso autologo con prelievo dalla sinfisi mentoniera più l’utilizzazione di una griglia in titanio usata dopo aver trasformato un difetto a due pareti in difetto a tre pareti contemporaneamente all’inserimento di un impianto.
Si valuta infine il risultato ottenuto. La ricostruzione ossea ottenuta combinando le tecniche gia note degli innesti ossei autologhi in blocco e delle griglie in titanio qui presentata ha dato un buon risultato senza presentare particolari difficoltà sia chirurgiche che di decorso postoperatorio. Questa tecnica, alla portata di qualsiasi implantologo che abbia una discreta padronanza delle tecniche chirurgiche, sembra fornire ottimi risultati in termini di qualità e predicibilità degli stessi.

Appositional bone insert with titanium meshes and implants
The aim of this paper is to present a bone reconstruction technique implying the use of titanium micro meshes together with autologous bone in oral implantology. The study describes a clinical case in which an important bone atrophy of the maxilla in terms of bone height requires a tridimentional reconstruction of the maxilla itself. This reconstruction is made using autologous bone taken from the chin symphysis together with a titanium mesh. The mesh was used after changing a two-walled defect, at the same time inserting a dental implant. An evaluation of the obtained result is then made. The bone reconstruction obtained by means of the well known techniques of autologous bone insertion together with titanium meshes has been successful without presenting particular surgical or postsurgical clinical course. This technique can be used by all implant dentists with a good knowledge of surgical techniques and seems to obtain very good results in terms of quality and predicibility.

Qualifiche Autore:
Libero professionista - Torino



Articoli correlati

ObiettiviDescrivere incidenza e caratteristiche delle complicanze nella rigenerazione ossea guidata (Guided Bone Regeneration, GBR), illustrare la gestione clinica delle complicanze intra e...


OBIETTIVI. Valutare la sopravvivenza e il successo a lungo termine di impianti inseriti in pazienti affetti da esiti di labiopalatoschisi (LPS) trattati con innesto di osso autologo per la correzione...


Obiettivo del lavoro è approfondire i dettagli della sequenza temporale della guarigione dell’innesto, capire il ruolo che il tessuto innestato svolge nell’osteointegrazione degli impianti e...


Allo stato attuale, l’utilizzo di corone singole supportate da impianto è diventato l’approccio di prima scelta per la sostituzione di un dente singolo, specialmente quando...

di Lara Figini


La carie dentale e le malattie periodontali, tra cui gengivite e parodontite, sono causate da batteri organizzati in biofilm tridimensionali adesi alle superfici dentali, ai...

di Lara Figini


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi