HOME - Implantologia
 
 
20 Marzo 2007

Riabilitazione con impianti di edentulismi singoli. Analisi retrospettiva

di G. Garlini, *V. Chierichetti, *A. Mirandola, *C. Bianchi, C. Maiorana


Le indicazioni alla sostituzione del dente singolo mediante un impianto osteointegrato e relativa corona protesica sono frequentemente rappresentate dall’assenza congenita di un elemento o dalla sua perdita traumatica e, indipendentemente dall’origine dell’edentulismo, dalla presenza di elementi dentari adiacenti in stato di salute.
Scopo di questo studio retrospettivo multicentrico è quello di valutare la sopravvivenza di 153 impianti 3I tipo Osseotite, utilizzati nella riabilitazione di singoli edentulismi, con un periodo di follow-up da 1 a 7 anni. Sono state considerate le fixture inserite nel periodo intercorso tra il settembre 1996 e il settembre 2003, su 134 pazienti di età compresa tra i 23 e i 71. La percentuale di sopravvivenza degli impianti nella prima fase chirurgica è stata del 98,1%.
Durante i controlli periodici si è osservato un fallimento avvenuto entro i primi 12 mesi di carico. Per quanto riguarda le percentuali di successo in relazione alla lunghezza degli impianti risultano quasi sovrapponibili senza differenze tra gli impianti cosiddetti “corti”e “lunghi”.
Le percentuali di sopravvivenza a 7 anni di carico degli impianti singoli riscontrate in questo studio sono infatti elevate (97%), in linea con quanto riportato in analoghi o simili studi scientifici.

A 7 years retrospective analysis of single-tooth implants
The substitution of a single tooth with an osteointegrated implant is indicated when a teeth is congenitally absent or lost after a trauma, or when teeth adjacent to the edentulos space are healthy.
This multicentric retrospective study analysed the clinical conditions of 153 Osseotite 3I single-tooth implant consecutively inserted over a period of 7 year. Between september 1996 and september 2003, 134 patients were treated (aged from 23 to 71). The survival rate after surgical phase was 98.1%. During the first year after loading only one implant failed. In relation to survival rate, no difference were noticed between the so called “short” and “long” implants. After 7 years of function, the survival rate was of 97 % for single tooth implants.

Qualifiche Autori:
Università degli Studi di Milano - Clinica Odontoiatrica
Direttore: prof. F. Santoro
Reparto di Implantologia
Responsabile: prof. C. Maiorana
*Libero professionista - Milano



Articoli correlati

Obiettivi: Descrivere l’uso della dima sia in fase diagnostica sia come guida durante la fase chirurgica e le corrette procedure di laboratorio che garantiscono l’efficacia di tali...


Presentare i risultati di uno studio clinico sulla ricostruzione oro-maxillo-mandibolare con lembi liberi ossei rivascolarizzati. Si tratta di una tecnica consolidata, caratterizzata da una...


Gli studi condotti per valutare i benefici delle overdenture impianto-supportate hanno mostrato nel lungo periodo che la sopravvivenza degli impianti è molto alta. Lo scopo di questo studio...


Nella pratica clinica quotidiana, capita spesso di incontrare pazienti che presentano edentulismi distali; spesso questi pazienti non sentono come problema la loro precarietà estetica e questo li...


Implantologia sempre più in primo piano: la crescita di interesse che in questi anni si è registrata intorno a questa specialità ne fa un punto di riferimento e di stimolo per molti...


Altri Articoli

Secondo l’Associazione oltre 400 i controlli effettuati. Ecco come regolarizzare la propria posizione


Prof. Pelliccia: ‘’il dentista deve saper prendere le decisioni giuste al momento utile, vi aiutiamo a imparare a farlo’’


Assegnata in Commissione alla Camera una PdL che impone il 51% del capitale in mano all’iscritto all’Albo


Lodi: l’analisi impietosa, in evidenza contraddizioni e difetti di un sistema riservato ai ricchi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi