HOME - Implantologia
 
 
31 Marzo 2009

Impianti one-piece a carico immediato: valutazione clinica

di A. Forabosco, T. Grandi


L’utilizzo di impianti in titanio osteointegrati per la riabilitazione protesica del cavo orale ha inizio negli anni Sessanta a opera di Bränemark e collaboratori (1).
La Scuola svedese, eseguendostudi sull’interazione tra osso e impianti dentali, per prima descrisse il principio biologico dell’osteointegrazione, definita come il contatto diretto tra un impianto in titanio e l’osso alveolare senza interposizione di tessuto fibroso (2).
Sulla base dei risultati ottenuti da queste ricerche furono stabilite le linee guida da rispettare al fine di ottenere il successo a lungo termine della terapia implantare. Particolare importanza venne attribuita all’uso di una tecnica chirurgica a due fasi (iniziale sepoltura sottoperiostea della fixture e successiva scopertura per la connessione degli abutment) e al rispetto di un tempo di guarigione, in assenza di carico, della durata in media di 3 mesi per la mandibola e 5-6 mesi per il mascellare superiore. Un simile approccio era finalizzato alla creazione di un ambiente che, preservato dalle infezioni, dalla crescita epiteliale in profondità e dall’azione di carichi occlusali incongrui, favorisse la guarigione del sito implantare nel senso della neoformazioneossea, impedendo la riparazione fibrosa.



Articoli correlati

Caso clinico con l'utilizzo di una valida alternativa a tecniche di espansione orizzontale (GBR o Split Crest)


L'immagine è una elaborazione informatica e non rispecchia la realtà clinica

Quando si estrae un elemento dentario da sostituire con un impianto va inserito immediatamente, dopo qualche settimana o dopo qualche mese a guarigione ossea avvenuta o quasi? Le considerazioni del...


L'osteointegrazione di un impianto necessita di alcuni mesi di guarigione, come minimo, e questo periodo, che richiederebbe il non immediato inserimento dei denti, viene quasi...

di Lara Figini


ObiettiviViene proposto un caso clinico di riabilitazione implantare fissa a carico immediato con chirurgia flapless, mediante l’utilizzo di solidarizzazione implantare come supporto per...


Obiettivi. Presentare i risultati clinici preliminari di un nuovo approccio chirurgico in casi di impianti postestrattivi immediati in zone estetiche.Materiali e metodi. Una radice non recuperabile...


Altri Articoli

La disparità di trattamento, in tema di aiuti causa pandemia, tra attività gestite da un iscritto ad un Albo professionale e quella da un cittadino munito di partita iva è...

di Norberto Maccagno


Ufficialmente sul sito del Ministero le “Indicazioni operative per l'attività odontoiatrica durante la fase 2 della pandemia Covid-19”


Lo prevede il Decreto Scuola approvato al Sentato. Sarà la Commissione ECM a chiarire le modalità di accesso per i liberi professionisti 


Il Sole 24 Ore quantifica il divario degli aiuti messi in campo dal governo tra professionisti ed imprese. Sopra i 50 mila euro, a parità di reddito e danno i professionisti sono dimenticati


Quali gli strumenti da adottare, quali le indicazioni. Prof. Azzolini: attraverso gli occhi il virus può infettare gli operatori


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni