HOME - Implantologia
 
 
01 Maggio 2010

Riabilitazione implantoprotesica della mandibola edentula in paziente parkinsoniano

di S. Canepa, L. Canepa, M. Volpe


Obiettivi. Descrivere una riabilitazione implantoprotesica di una mandibola completamente edentula in paziente parkinsoniano, in anestesia locale, con tecnica “flapless” e carico protesico immediato, con aspetti tecnici innovativi.
Materiali e metodi. Al paziente, RF, (di 63 anni, in buone condizioni generali, parkinsoniano da otto) vengono posizionati nove impianti a moncone fisso, dopo studio preliminare condotto con Dentascan, tramite metodo Vimplant®, previa costruzione di ceratura diagnostica e di conseguente dima chirurgica con cilindretti in titanio per la corretta inclinazione.
Risultati. Dopo 72 ore (nell’ambito, quindi, del carico immediato) viene applicato, con cappette galvaniche, un ponte circolare di 12 elementi (da 46 a 36) in metallo composito.
Conclusioni. Si è potuta realizzare su un paziente parkinsoniano una riabilitazione ambulatoriale in anestesia locale con tecniche mininvasive e, quindi, di più rapida esecuzione (importante, vista la difficoltà di operare su un soggetto parkinsoniano) e con minore fastidio per il paziente.



Articoli correlati

Caso clinico con l'utilizzo di una valida alternativa a tecniche di espansione orizzontale (GBR o Split Crest)


L'immagine è una elaborazione informatica e non rispecchia la realtà clinica

Quando si estrae un elemento dentario da sostituire con un impianto va inserito immediatamente, dopo qualche settimana o dopo qualche mese a guarigione ossea avvenuta o quasi? Le considerazioni del...

di Marco Esposito


L'osteointegrazione di un impianto necessita di alcuni mesi di guarigione, come minimo, e questo periodo, che richiederebbe il non immediato inserimento dei denti, viene quasi...

di Lara Figini


ObiettiviViene proposto un caso clinico di riabilitazione implantare fissa a carico immediato con chirurgia flapless, mediante l’utilizzo di solidarizzazione implantare come supporto per...


Obiettivi. Presentare i risultati clinici preliminari di un nuovo approccio chirurgico in casi di impianti postestrattivi immediati in zone estetiche.Materiali e metodi. Una radice non recuperabile...


Altri Articoli

La domanda lanciata nell’Agorà del Lunedì di oggi è: ci sono denti rotti da riparare più del solito? Ma prima di rispondere dovete leggere le considerazioni del prof. Gagliani


SIdP: curare l’infiammazione delle gengive fa abbassare fino al 30% e per almeno 6 mesi i principali fattori di rischio cardiovascolare ma con un buon controllo della placca batterica è...


Paglia: la prevenzione della salute orale deve prevedere un approccio materno-infantile, migliorare il benessere di madri, neonati e bambini è la chiave per la salute della prossima generazione


Quale è il valore della sentenza del consiglio di Stato e quali le implicazioni pratiche sulle due professioni? Il parere dell’avvocato Giungato


Bando della Foundation Nakao for Worldwide Oral Health: obiettivo l’assegnazione di finanziamenti per la ricerca. Candidature fino all’11 dicembre 2020


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio