HOME - Implantologia
 
 
01 Ottobre 2010

Riabilitazione di un caso complesso con l’utilizzo di innesti di osso omologo e impianti in zirconio di ultima generazione

di A.E. Borgonovo, R. Boninsegna, M. Dolci, G. Ghirlanda, R. Censi


Obiettivi. Mettere in evidenza la possibilità dell’utilizzo di osso omologo fresco (Fresh Frozen Bone, FFB) per la ricostruzione di difetti mascellari, al fine di poter eseguire una successiva riabilitazione implantoprotesica; in particolare si intende valutare la possibilità di una combinazione tra questa tecnica ricostruttiva e l’utilizzo di impianti ad alta valenza estetica, quali le fixture in ossido di zirconio di ultima generazione.
Materiali e metodi. Per la gestione del caso qui presentato sono distinguibili due fasi: una prima fase è stata dedicata alla ricostruzione del difetto osseo con l’utilizzo di innesti di osso omologo. L’FFB è un osso omologo fresco congelato fornito, su richiesta, dalla banca del tessuto muscolo-scheletrico per chirurgia ricostruttiva. La seconda fase è stata dedicata all’inserimento degli impianti; per la gestione di questo caso sono stati utilizzati impianti endossei monocomponente realizzati in ossido di zirconio sinterizzato stabilizzato con ittrio. Gli impianti sono caratterizzati da un design conico con filettatura doppia. La superficie impiantare, trattata con processi di sabbiatura, presenta caratteristiche microscopiche di rugosità media similari a quelle degli impianti in titanio. Il materiale di cui sono composti gli impianti, l’ossido di zirconio, risulta essere un materiale ceramico ad alta resistenza, derivato dalla depurazione del biossido di zirconio e del silicato di zirconio.
Risultati e conclusioni. L’uso di FFB in ambito oromaxillo- facciale può essere preso in seria considerazione come valida alternativa terapeutica all’utilizzo di osso autologo (cresta iliaca, calvaria). Vengono infatti a mancare tutti gli svantaggi legati al sito chirurgico donatore extraorale e la quantità di osso omologo disponibile è pressoché illimitata. Inoltre, avendo anche la possibilità di preparare gli innesti a blocco su modelli stereo-litografici, i tempi operatori si possono ridurre notevolmente. Risulta inoltre opportuno prendere in considerazione, nelle riabilitazioni dei settori estetici, i materiali ceramici e in particolare lo zirconio, che presenta una biocompatibilità tissutale e una stabilità molto simile al titanio.



Articoli correlati

L’agenesia degli incisivi laterali superiori risulta essere la seconda più comune assenza di elementi dentari. Allo stato attuale esistono tre trattamenti per ripristinare la funzionalità di...


Obiettivi. Valutare radiograficamente se un elevato torque di inserimento della fixture implantare determini un aumento del riassorbimento osseo perimplantare.Materiali e metodi. In 32 pazienti...


Obiettivi: Le cause di fallimento implantare possono essere di natura biologica o meccanica. Le cause meccaniche sono: frattura dell’impianto, frattura dell’abutment, allentamento...


Obiettivi. Dopo l’inserimento dell’impianto si assiste di solito a un rimodellamento dell’osso crestale. Il platform switching è una tecnica che, con l’utilizzo di un abutment di diametro...


OBIETTIVI. Evidenziare come il controllo del trauma occlusale tramite placche intraorali possa essere un elemento valido per migliorare la gestione di pazienti con patologia parodontale. MATERIALI E...


Altri Articoli

ENPAM indica le modalità operative per completare la domanda e le scadenze per chi non l’ha ancora presentata ma vuole farlo


Cairoli FROMCeO Lombardia Odontoiatri: prima di indicare protocolli e procedure serve avere dei dati statistico epidemiologici attraverso i quali capire quale direzione prendere.


Rinnovato anche il Consiglio direttivo del Comitato Italiano i Coordinamento delle Società Scientifiche Odontostomatologiche 


Ancora troppo poche le certezze per indicare strumenti e procedure scientificamente validate che possano garantire la sicurezza degli operatori 


Servirà un nuovo adempimento burocratico per consentire ad ENPAM di inviare l’indennizzo statale dei 600 euro. Per quello dei 1000 euro ancora tutto fermo, ma quando arriverà sarà tassato


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

COVID-19 ed odontoiatria, il punto del prof. Roberto Burioni