HOME - Implantologia
 
 
01 Giugno 2011

Uso di strutture in zirconia e ceramica pressofusa nelle riabilitazioni implantoprotesiche estese in presenza di deficit non trattabili dei tessuti duri e molli

di M. Rapani, C. Rapani, D. Di Iorio, G. Vitale, B. Sinjari


Obiettivi
Valutare le possibilità di utilizzo delle strutture implantoprotesiche in zirconia nelle riabilitazioni complesse con deficit ossei e dei tessuti molli non trattabili.
Materiali e metodi
Le protesi in zirconia, come anche pilastri e sottostrutture, sono realizzate sempre più frequentemente e iniziano a comparire studi clinici a tempi medi che sembrano confortare le aspettative sperimentali. Viene mostrato l’impiego di sottostrutture in zirconia accompagnate da ceramizzazione della flangia e corone in ceramica pressofusa in due casi clinici a un follow-up di sei anni.
Risultati e conclusioni
La corretta riabilitazione implantoprotesica ha come precisa indicazione una restaurazione dei tessuti duri e molli tale da garantire risultati estetici e funzionali ottimali. Tale evenienza, del tutto auspicabile, non è possibile in determinati pazienti, sia per la necessità di tempi lunghi sia per la scarsa sopportazione delle terapie proposte. In tali casi, la realizzazione protesica ha il compito di recuperare un’estetica non ottimale nel rispetto della biologia, della meccanica e della funzione del paziente, relativamente ai tessuti sia orali sia periorali. Numerosi altri lavori protesici realizzati con follow-up variabile da uno a sei anni sono stati eseguiti con risultati positivi. Sulla base dei risultati ottenuti e dal riscontro di ulteriori articoli presenti in letteratura, riteniamo che in numerosi casi l’utilizzo della zirconia possa essere una valida alternativa alla consueta protesi su metallo.



Articoli correlati

Un regolamento, in fase di realizzazione, definirà le regole per iscriversi. Pollifrone (CAO Roma): “l’obiettivo è quello di tutelare sempre la salute dei cittadini”


La parodontite nei suoi stadi più avanzati può portare a dei disallineamenti o affollamenti dentali che vanno a compromettere l’estetica e a creare, quindi, una situazione...

di Lara Figini


Quelle odontoiatriche seguono lo stesso principio. Di Gioia (POIESIS): anche in caso di prestazioni rese nell’ambito anatomico di competenza extra orale


Oggi un numero crescente di pazienti richiede trattamenti altamente estetici e l’odontoiatria estetica sta diventando sempre più una preoccupazione per le persone che...

di Lorenzo Breschi


Con il presidente SIMEO proviamo a fare il punto sulle applicazioni pratiche del parere fornito al Ministero dal Consiglio Superiore della Sanità


Altri Articoli

Il presidente Fiorile scrive a Conte ed ai ministeri vigilanti: “congiuntura grave impedisce voto sereno” 


Corso online in diretta con il prof. Marco Esposito suddiviso in tre giornate. Si parte il 30 marzo, ancora disponibili dei posti


Sarà possibile richiedere fino al 15% della pensione annua. Come per il contributo dei mille euro, si dovrà attendere il via libera dei Ministeri vigilanti


Statement delle organizzazioni europee delle professioni sanitarie in cui si chiede all’Europa di tutelare chi è è in prima linea contro Covid-19


La comunicazione ai convenzionati: ‘’definito un piano di azione congiunto finalizzato a garantire il completo riallineamento dei pagamenti degli Estratti Conto Previmedical’’


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Come deve essere organizzato lo studio al tempo di emergenza da coronavirus, i consigli del presidente SIdP