HOME - Implantologia
 
 
01 Settembre 2011

Overdenture su barra supportate da impianti a connessione conometrica nel mascellare superiore: studio prospettico a 5 anni

di Francesco Mangano, Carlo Mangano, Aldo Macchi, Francesco Briguglio


Obiettivi
Lo scopo di questo lavoro era studiare il comportamento nel mascellare superiore di overdenture su barra “pianificate” supportate da impianti a connessione conometrica, esaminando sopravvivenza e successo implantare, riassorbimento osseo e complicanze protesiche in pazienti con condizioni ossee favorevoli e sfavorevoli.

Materiali e metodi
In un periodo di due anni, per questo studio sono stati selezionati 39 pazienti (22 maschi e 17 femmine). Ciascuna overdenture era ancorata a una barra supportata da 4 impianti. In totale, sono stati inseriti 156 impianti a connessione conometrica in due gruppi di pazienti (Gruppo A, condizioni ossee favorevoli: 24 pazienti, 96 impianti; Gruppo B, condizioni ossee sfavorevoli: 15 pazienti, 60 impianti), rivalutati a 5 anni di distanza. I criteri di successo includevano l’assenza di dolore, suppurazione e mobilità clinica, una distanza tra la spalla dell’impianto e il primo contatto osseo visibile (DIB) <2,0 mm e nessuna storia di essudazione. Qualsiasi complicanza protesica è stata registrata.

Risultati
La sopravvivenza globale a 5 anni era del 97,2% (Gruppo A 97,9%; Gruppo B 96,5%). Tra gli impianti sopravvissuti, 136 (94,4%) erano classificati nel gruppo del successo implantare. A 5 anni, il valore DIB medio era di 0,78 ± 0,54 mm (Gruppo A 0,78 ± 0,53 mm; Gruppo B 0,77 ± 0,55 mm). Si sono registrate minime complicanze protesiche.

Conclusioni
Con overdenture “pianificate” nel mascellare superiore supportate da impianti a connessione conometrica è possibile ottenere percentuali di sopravvivenza e successo implantare soddisfacenti.



Articoli correlati

RiassuntoObiettivi: Il carico immediato dell’arcata superiore edentula è uno degli obiettivi della moderna implantologia: la procedura permette di ridurre i tempi di trattamento e i disagi al...


Obiettivi: Le cause di fallimento implantare possono essere di natura biologica o meccanica. Le cause meccaniche sono: frattura dell’impianto, frattura dell’abutment, allentamento...


Obiettivi. Dopo l’inserimento dell’impianto si assiste di solito a un rimodellamento dell’osso crestale. Il platform switching è una tecnica che, con l’utilizzo di un abutment di diametro...


OBIETTIVI. Valutare la perdita radiografica di osso perimplantare, a seguito di inserimento di impianti con normale connessione protesica, vs l’utilizzo di impianti con sistema platform switching...


Altri Articoli

Concorso per esami con prova scritta ed orale. Le domande solo online entro il 17 dicembre 2020, questi i requisiti necessari per candidarsi


Video intervista al prof. Roberto Burioni per capire le varie differenze tra i test per individuare il Covid, il ruolo di dentisti ed igienisti dentali ed i consigli nella prevenzione del contagio in...


La cura dei pazienti è affare diverso dall’infilare delle viti nell’osso. Così il prof. Massimo Gagliani commentando un articolo pubblicato sul JDR nel suo Agorà del lunedì ...

di Massimo Gagliani


Il Governo al lavoro per sitarlo e garantire la somministrazione al maggior numero di persone in tempi rapidi. Anelli (FNOMCeO) pensa di coinvolgere anche i dentisti


Il dott. Azzalin di Varese ci racconta la sua esperienza, diretta, di una visita nei NAS per verifiche igienico sanitarie ed amministrative


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Sileri: serve un restyling della professione ponendola come branca nobile della medicina