HOME - Implantologia
 
 
01 Settembre 2011

Overdenture su barra supportate da impianti a connessione conometrica nel mascellare superiore: studio prospettico a 5 anni

di Francesco Mangano, Carlo Mangano, Aldo Macchi, Francesco Briguglio


Obiettivi
Lo scopo di questo lavoro era studiare il comportamento nel mascellare superiore di overdenture su barra “pianificate” supportate da impianti a connessione conometrica, esaminando sopravvivenza e successo implantare, riassorbimento osseo e complicanze protesiche in pazienti con condizioni ossee favorevoli e sfavorevoli.

Materiali e metodi
In un periodo di due anni, per questo studio sono stati selezionati 39 pazienti (22 maschi e 17 femmine). Ciascuna overdenture era ancorata a una barra supportata da 4 impianti. In totale, sono stati inseriti 156 impianti a connessione conometrica in due gruppi di pazienti (Gruppo A, condizioni ossee favorevoli: 24 pazienti, 96 impianti; Gruppo B, condizioni ossee sfavorevoli: 15 pazienti, 60 impianti), rivalutati a 5 anni di distanza. I criteri di successo includevano l’assenza di dolore, suppurazione e mobilità clinica, una distanza tra la spalla dell’impianto e il primo contatto osseo visibile (DIB) <2,0 mm e nessuna storia di essudazione. Qualsiasi complicanza protesica è stata registrata.

Risultati
La sopravvivenza globale a 5 anni era del 97,2% (Gruppo A 97,9%; Gruppo B 96,5%). Tra gli impianti sopravvissuti, 136 (94,4%) erano classificati nel gruppo del successo implantare. A 5 anni, il valore DIB medio era di 0,78 ± 0,54 mm (Gruppo A 0,78 ± 0,53 mm; Gruppo B 0,77 ± 0,55 mm). Si sono registrate minime complicanze protesiche.

Conclusioni
Con overdenture “pianificate” nel mascellare superiore supportate da impianti a connessione conometrica è possibile ottenere percentuali di sopravvivenza e successo implantare soddisfacenti.



Articoli correlati

RiassuntoObiettivi: Il carico immediato dell’arcata superiore edentula è uno degli obiettivi della moderna implantologia: la procedura permette di ridurre i tempi di trattamento e i disagi al...


Obiettivi: Le cause di fallimento implantare possono essere di natura biologica o meccanica. Le cause meccaniche sono: frattura dell’impianto, frattura dell’abutment, allentamento...


Obiettivi. Dopo l’inserimento dell’impianto si assiste di solito a un rimodellamento dell’osso crestale. Il platform switching è una tecnica che, con l’utilizzo di un abutment di diametro...


OBIETTIVI. Valutare la perdita radiografica di osso perimplantare, a seguito di inserimento di impianti con normale connessione protesica, vs l’utilizzo di impianti con sistema platform switching...


Altri Articoli

In questo Agorà del Lunedì, seconda parte, il prof. Gagliani suggerisce un semplice e banale stratagemma che rende migliore la visuale dell’endodonto facilitando il trattamento...

di Massimo Gagliani


Il presidente FNOMCeO al Ministro Speranza. Gli oltre 63mila dentisti possono mettere da subito a disposizione le migliori competenze e strutture adeguate


Ogni anno la multinazionale sostiene vari programmi ed eventi che incoraggiano lo sviluppo professionale delle donne e celebrano i loro risultati. Fino al 12 aprile la...


Nuova circolare del Ministero della Salute che alza nuovamente il limite di età per la somministrazione 


A fine mese i presidenti CAO ed OMCeO saranno chiamati ad esprimersi. Cambia il “peso” elettorale dei singoli Ordini


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’odontoiatria protesica oggi: il punto di vista della neo presidente AIOP