HOME - Implantologia
 
 
22 Luglio 2014

Sostituzione implanto-protesica di incisivi laterali agenesici

di Salvatore Belcastro, Mario Guerra


Le agenesie dentali rappresentano una tipologia di edentulia in cui la riabilitazione implanto-protesica ha radicalmente cambiato l'approccio terapeutico, rispetto a quelli che erano gli orientamenti dell'epoca pre-implantologica.
Rivestono un ruolo primario nell'ambito delle anomalie dentarie, in relazione alla loro incidenza, significativamente più alta rispetto ad altre forme di anomalie quali quelle di forma, di struttura o di volume, soprattutto in quanto interessano spesso regioni ad alta valenza estetica quali quella degli incisivi laterali superiori.

Nel presente caso clinico si tratta della sostituzione implanto-protesica di due incisivi laterali superiori agenesici in una Paziente di sesso femminile. L'agenesia degli incisivi laterali era associata a mesio-dislocazione dei canini  al posto degli incisivi laterali e dunque l'obiettivo terapeutico era rappresentato dalla sostituzione dei denti mancanti in zona canina e dalla trasformazione protesica dei canini permanenti presenti in incisivi laterali.

L'esame clinico iniziale metteva in evidenza una buona situazione dento-parodontale generale; l'igiene orale e la collaborazione da parte della paziente, fortemente motivata alla soluzione del problema, erano ottime. L'esame radiologico ortopanoramico iniziale mostrava una buona quantità di osso apicalmente alle radici degli elementi decidui che apparivano sottili e parzialmente riassorbite.

  • Agenesia dei laterali superiori con mesio-dislocazione dei canini permanenti al posto degli incisivi laterali. Visione frontale

  • Visione laterale di destra

  • Visione laterale di sinistra

  • Ortopantomografia iniziale


l progetto terapeutico prevedeva un posizionamento implantare post-estrattivo immediato associato a carico immediato non funzionale tramite l'utilizzo di monconi temporanei e corone in resina precedentemente allestite, da ribasare in bocca dopo la preparazione dei monconi.

L'intervento procedeva attraverso i seguenti momenti:

- Estrazione minimamente traumatica degli elementi dentali;

- Sondaggio alveolare e revisione chirurgica;

- Preparazione del sito implantare con tecnica flapless;

- Inserimento implantare;

- Posizionamento e preparazione dei monconi temporanei;

- Adattamento e consegna delle corone provvisorie.

Dopo l'estrazione, eseguita con i consueti passaggi di scollamento-lussazione-estrazione, la revisione chirurgica tramite cucchiaio alveolare consentiva la completa rimozione dei frustoli di tessuto di granulazione e di legamento parodontale residuo.


  • Estrazione del canino da latte di destra

  • Estrazione del canino da latte di sinistra

  • Toilette chirurgica

  • Toilette chirurgica

  • Mappatura alveolare tramite sonda parodontale

  • Mappatura alveolare tramite sonda paradontale


La preparazione del sito implantare veniva effettuata con approccio flapless, ovvero senza l'esecuzione del lembo. Una volta determinato, sul versante palatale dell'alveolo, il giusto asse di preparazione, si lavorava fino alla profondità programmata; la sequenza di frese comunemente impiegate per il diametro implantare da posizionare completava la preparazione dell'alveolo chirurgico. Non era richiesto l'uso della fresa svasatrice dal momento che a livello cervicale l'alveolo presentava un diametro maggiore di quello implantare. Il posizionamento di due impianti Leone Max Stability da 3,75 mm di diametro e 12 mm di lunghezza ha consentito l'ottenimento di una elevata stabilità primaria, essenziale per portare a termine il carico immediato programmato. Nel caso dell'impianto Leone Max Stability, la forma tronco-conica è associata alla presenza di spire molto prominenti che garantiscono un'elevata stabilizzazione anche in osso di qualità scadente.
Il posizionamento implantare è stato seguito dal posizionamento e dalla preparazione intra-orale dei monconi temporanei e dalla successiva consegna, previa ribasatura, delle corone provvisorie.

  • Preparazione del sito di destra

  • Preparazione del sito di sinistra

  • Inserimento dell'impianto di destra: Leone Max Stability da 3,75 x 12 mm

  • Inserimento dell'impianto di sinistra: Leone Max Stability da 3,75 x 12 mm

  • Impianto inserito

  • Impianto inserito

  • Inserimento del moncone temporaneo di destra

  • Inserimento del moncone temporaneo di sinistra

  • Preparazione del moncone temporaneo

  • Preparazione del moncone temporaneo

  • Consegna della corona provvisoria in resina di destra

  • Consegna della corona provvisoria in resina di sinistra

  • Controllo clinico a 2 settimane dall'intervento

  • Controllo radiologico di destra a 2 settimane dall'intervento

  • Controllo radiologico di sinistra a 2 settimane dall'intervento


Durante la fase di attesa dell'osteointegrazione degli impianti si procedeva alla preparazione protesica dei canini (nella posizione dei laterali) per ottenere, tramite ricopertura protesica, la forma degli incisivi laterali.
A distanza di 3 mesi dal posizionamento implantare si procedeva  alla rimozione dei manufatti provvisori (monconi temporanei con relativa corona e corone provvisorie a livello degli incisivi laterali) ed alla rilevazione di una impronta degli impianti e dei monconi naturali.
I successivi passaggi portavano all'allestimento dei manufatti definitivi in zirconia-ceramica. In particolare venivano allestite tramite procedura CAD-CAM delle cappette in zirconia da incollare sui monconi per ottenerne una individualizzazione estetica; sempre con procedura CAD-CAM si ottenevano le strutture in zirconia successivamente ceramizzate per ottenere i manufatti definitivi.
La consegna dei manufatti a supporto implantare veniva effettuata previa cementazione extra-orale degli stessi.
La valutazione clinica al momento della consegna dei manufatti e clinico-radiologica a 3 mesi dalla consegna manifestava una completa integrazione tissutale con eccellente recupero estetico e funzionale.

  • Situazione clinica al momento dell'impronta. Particolari dei transfer da impronta e dei monconi preparati

  • Monconi customizzati e cappette in zirconia pronti per la prova

  • Particolari delle cappette e dei monconi customizzati

  • Prova dei monconi customizzati

  • Cementazione extra-orale dei manufatti

  • Consegna dei manufatti

  • Controllo clinico del manufatto di destra a 3 mesi dalla consegna. Si noti l'ottima integrazione tissutale

  • Controllo clinico del manufatto di sinistra a 3 mesi dalla consegna

  • Radiografia di controllo di destra a 3 mesi dalla consegna

  • Radiografia di controllo di sinistra a 3 mesi dalla consegna

Articoli correlati

Sebbene la densità ossea al sito di posizionamento implantare sia un fattore determinante per il successo dell’impianto, i metodi quantitativi attualmente disponibili per...

di Danilo Alessio Di Stefano


La stabilità primaria implantare è stata definita come assenza di mobilità nel letto osseo dopo il posizionamento dell’impianto, determinata principalmente dalle proprietà...

di Lara Figini


In considerazione dell’accresciuta aspettativa di vita, a seguito dei miglioramenti delle tecnologie sanitarie e degli approcci alla salute pubblica, nei prossimi decenni è...

di Lara Figini


Negli ultimi anni l’aspettativa estetica da parte dei pazienti nei confronti delle riabilitazioni dentali è diventata sempre più predominante, portando gli odontoiatri a...

di Lara Figini


Altri Articoli

Maria Costanza Meazzini guiderà ECPCA fino al 2013, durante il suo mandato l’organizzazione del Congresso internazionale a Milano. Le Congratulazione del Governatore Fontana


Il Garante della Privacy dà il via libera al MEF per inserire tra le professioni che devono inviare i dati, anche quelle iscritte ai nuovi Albi delle professioni sanitarie che fatturano al paziente


Interessante decisione della CCEPS chiamata a giudicare la sanzione ad un direttore sanitario per mancata vigilanza in tema di abusivismo e quando decorre la prescrizione del reato 


A finire nei guai tre diplomati odontotecnici, un assistente alla poltrona e un direttore sanitario. In provincia di Forlì-Cesena chiuso studio senza direttore sanitario 


Al Congresso SUMAI si è parlato anche di odontoiatri nel SSN: Magi, Ghirlanda, Fiorile pronti al dialogo con il Ministero per cercare di risolvere la questione


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi