HOME - Inchieste
 
 
07 Febbraio 2019

Odontoiatria si conferma una professione di “anziani”. Il 53% degli iscritti all’Albo ha più di 55 anni

Norberto Maccagno

Una professione di "vecchi" oppure una professione per i giovani, ma tra qualche anno. Sono le due letture che si possono dare ai dati degli iscritti agli Albi degli odontoiatri al 31 dicembre 2018 forniti ad Odontoiatria33 dal CED FNOMCeO. 


Dei 62.428 iscritti, il 53% ha più di 55 anni di cui 11 mila sono over 65, mentre gli under 35 (8.219) sono il 13% degli iscritti. La “terra di mezzo”, ovvero quelli compresi tra i 35 ed i 54 anni sono il 34% degli iscritti (21.180). 

Si conferma il trend riscontrato da alcuni anni che vede crescere il numero dei camici rosa tra i giovani laureati. Il numero di iscritte con 24 anni o meno (44) è di poco inferiore ai colleghi maschi (48), ed anche se consideriamo gruppi di età più numerose per numero di iscritti, riscontriamo una percentuale maggiore di donne tra le giovani generazioni rispetto a quelle più anziane: le odontoiatre fino a 34 anni sono il 43%; tra i 35 e 44 anni il 42,6%; tra i 45 e di 54 il 31%; tra i 55 ed i 64 il 19,3%; oltre i 65 anni il 9,5%. 

Continua, inesorabile, il calo dei doppi iscritti (27.937) rispetto agli iscritti al solo Albo degli odontoiatri (34.493), ma non è detto che questi siano tutti laureati in odontoiatria. Stabile rispetto allo scorso anno il numero dei “cancellati” (444) che sottratti ai nuovi iscritti (1.206) portano ad un incremento degli iscritti all’Albo degli odontoiatri di 762 unità: di fatto chi ha lasciato la professione compensa l’ingresso dei laureati all’estero. Per l’anno accademico 2011-2012 il Miur aveva destinato 860 posti ad odontoiatria, quindi 6 anni dopo l’incremento di iscritti risulta leggermente inferiore. 

In totale gli iscritti agli Albi degli odontoiatri nelle varie OMCeO sono 62.428: Roma (5.821); Milano (3.916); Napoli (3.061) e Torino (2.813), quelli più numerosi.    

Articoli correlati

Il 7,2% di medici ed odontoiatri che, sulla piattaforma del Green pass, risultano ‘inadempienti’ e da verificare. Anelli: “si tratta di un dato grezzo che non fotografa la situazione reale”


Macchina burocratica da rodare, qualche iscritto vaccinato ha comunque ricevuto la lettera di diffida. L’invito è quello di collaborare con gli Ordini provinciali


Ecco i nomi dei 5 componenti odontoiatri effettivi e dei supplenti. Componente supplente designato dal CSS, il prof. Marco Ferrari


Anelli al Consiglio nazionale FNOMCeO traccia le direttrici per la revisione: necessario ridefinire la deontologia medica alla luce dei profondi mutamenti della professione e della società


Lunedì 20 dicembre a Bologna prima del film “Il Codice Deontologico” realizzato dall’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Bologna, scritto e diretto da Riccardo Pieralli


Altri Articoli

Il presidente Ghirlanda lancia l’allarme: tanti studi stanno chiudendo e molti giovani che iniziano la professione, spesso da consulenti, perdono il lavoro


Nemico che Maurizio Quaranta intende come effetto collaterale del virus ritenendo che il settore dentale lo stia non considerando o sottovalutando


Nel Decreto sostegni previsti 150 milioni per le eventuali richieste di indennizzo per i danneggiati, in modo irreversibile, obbliati a sottoportisi alle vaccinazioni Covid


Uno studio, pubblicato sul Journal of Prosthetic Dentistry, analizza le (poche) “quote rosa” delle principali Società di protesi negli USA. E in Italia?


La lettura, ironica, data da alcuni lettori su Facebook della sentenza del Tar Lombardia che ha accolto il ricorso di un dentista sospeso dall’ATS perché non vaccinato, consentendo di...

di Norberto Maccagno


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Crediti ECM: come odontoiatri ed igienisti dentali possono gestirli dalla piattaforma CoGeAPS

 
 
 
 
chiudi