HOME - Inchieste
 
 
20 Settembre 2019

Calano anche i consumi dei prodotti per l’igiene orale domiciliare

Italiani confermano di preferire per gli acquisti la grande distribuzione mentre calano le vendite in farmacia. Crescono gli acquisti online

Nor. Mac.

Non solo gli italiani disertano lo studio odontoiatrico per visite di controllo e cure, ma sembrerebbero trascurare anche l’igiene domiciliare, almeno stano ai dati che emergono dalla 51° analisi del settore e dei consumi cosmetici di Cosmetica Italia, che registra nel 2018 un nuovo calo (-0,8%), registrato anche nel 2017, delle vendite di prodotti per l’igiene orale. 

Un mercato di vendita dei prodotti per l’igiene orale che vale 639 milioni di euro rappresentando il 7,5% sul totale dei consumi di prodotti cosmetici. In contrazione (-1,4%) i dentifrici, che coprono il 72% del mercato, per un valore di 458 milioni di euro.

Positiva invece la performance delle vendite di collutori e deodoranti alito, +0,8%, per 181 milioni di euro. Per quanto riguarda i canali di vendita gli italiani confermano preferire rifornirsi dalla grande distribuzione (78,0% per 498 milioni di euro) mentre segna un po’ il passo la farmacia (21,3% pe un valore di 136 milioni di euro) registrando un calo di vendite rispetto al 2017 del 4,2% (6,2% se si considerano solo i dentifrici). Ancora marginale le quote del canale profumeria, di poco superiori ai 4 milioni di euro. 

Dentifrici e collutori che risultano, invece, i prodotti cosmetici che hanno registrato il più alto incremento di vendite online rispetto allo scorso anno segnando un più 4%. Mercato dell’igiene orale online che vale il 12,2% del totale, non lontano da quello dei profumi (17,2%), che risultano i prodotti più acquistati attraverso Internet.    

Articoli correlati

Il primo device al mondo completamente automatizzato per l’igiene orale che non necessita dell’uso di acqua o dentifricio.


Prof. Levrini: una corretta igiene orale che includa l’utilizzo di un collutorio a base di CPC può essere uno strumento in più per proteggere la salute orale, anche dal Covid-19


I disturbi dell’alimentazione (ED), come l’anoressia o la bulimia, sono gravi malattie psicosociali che colpiscono adulti e soprattutto adolescenti.Gli individui affetti da ED...

di Alessandra Abbà


È risaputo che la presenza di alti livelli di placca causa gengivite. Gli spazzolini elettrici sono generalmente considerati più efficaci di quelli manuali nella rimozione della...

di Giulia Palandrani


La Società spagnola per il diabete (SED) e la Società spagnola di parodontologia portano l’attenzione sul malato diabetico ed i rischi in questo periodo di Covid-19. Raccomandata la massima...


Altri Articoli

Tra i temi in discussione la valutazione su una possibile revisione delle procedure anti Covid indicate per gli studi odontoiatrici


Anelli: i sanitari a rischio sono tutti, non si faccia il 'tu sì tu no. La terza dose va estesa a tutti perché «garantisce la riduzione del rischio e aiuta la categoria a continuare a lavorare in...


Giovedì 30 il termine ultimo per l’invio da parte di odontoiatri, igienisti dentali e strutture sanitarie dei dati delle fatture messe direttamente ai pazienti al Sistema Tessera Sanitaria


In occasione della quinta edizione del Dental Forum ad Asti, il 2 ottobre 2021, l’intervento “Il digitale e la nuova e-inclusion in odontoiatria” sarà focalizzato sui trend che stiamo...


Uno lavorava in un poliambulatorio medico, l’altro in un sottoscala, gli altri 2 arrotondavano facendo i buttafuori 


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

ECM: abbiamo fatto il punto con Alessandro Nisio