HOME - Inchieste
 
 
23 Settembre 2013

Turismo odontoiatrico, in Ungheria cresce grazie ai fondi europei

12 milioni di euro il finanziamento in un anno per gli studi odontoiatrici locali

La crisi economica in Europa, ma anche nel resto del mondo, favorisce il turismo odontoiatrico. Se per alcune nazioni, come per esempio l'Italia, il fenomeno è un problema perché vengono sottratti pazienti ai professionisti nazionali, in altri è una fonte di sviluppo grazie, anche, ad una politica nazionale che ha investito su questo fenomeno per produrre ricchezza.

E' il caso dell'Ungheria che attraverso l'Agenzia Nazionale per lo Sviluppo Economico (NFU) ha avviato un programma per sviluppare e promuovere il turismo odontoiatrico nel Paese grazie ai fondi europei.
12 milioni di euro l'ammontare del finanziamento dell'NFU erogato ai 101 studi odontoiatrici che partecipano al progetto di sviluppo del turismo odontoiatrico.
Ed i risultati sembrano essere positivi visto che, secondo il Budapest Business Journal, negli ultimi 12 mesi, questi studi odontoiatrici hanno registrato un incremento del proprio fatturato del 19%. Budapest,Gyõr, Moson , Sopron e Fejér le città che ne hanno beneficiato di più.

Secondo le stime del giornale il turismo odontoiatrico nel 2012 avrebbe prodotto un fatturato di circa 100 miliardi di euro. A rivolgersi ai dentisti ungheresi sono prevalentemente (42%) cittadini provenienti dagli altri Paesi europei mentre il 21% sono pazienti extraeuropei.
L'Ungheria con Uruguay, Costa Rica, Mexico e Tailandia è tra le nazioni leader mondiale del turismo odontoiatrico.

Articoli correlati

Se è stato un post lockdown da record, che autunno potrà essere? Rosso (Key-Stone): dati contrastanti da nuove visite e preventivi accettati 


Sondaggio UNIDI tra le aziende associate per capire come hanno gestito l’emergenza, le ripercussioni economiche e le previsioni per il futuro


Non costa nulla e permette alle Associazioni di finanziare parte delle attività. Questi i dati di 6 Onlus odontoiatriche 


Oltre 6mila le società odontoiatriche registrate, meno di 600 le STP iscritte agli Ordini. Intanto faranno discuterete le indicazioni di Infocamere


Un webinar organizzato dalla CAO di Varese ha analizzato il periodo di pandemia attraverso sondaggi effettuati su dentisti europei, lombardi e della provincia di Trento. Riguarda l’intero evento


Altri Articoli

Una ricerca su JADA è lo spunto per le considerazioni del prof. Gagliani nella sua Agorà del Lunedì. L’argomento è la comunicazione della prevenzione, ma anche il valore delle revisioni...

di Massimo Gagliani


L'EFP lancia una nuova campagna internazionale per spiegare la relazione tra malattie cardiovascolari e salute delle gengive sulla base delle più recenti prove scientifiche e del contributo...


Troppo incerta la situazione, UNIDI decide di annullare l’appuntamento di novembre e rimandare a maggio 2021


Confermata l’esclusione per gli studi associati che, ora, dovranno restituire quanto ricevuto, ma senza subire sanzioni


Le paure verso una nuova pandemia porta a ripensare gli approcci comunicativi e le azioni organizzative. Queste le frasi da non dire e quelle da dire per trasmettere “sicurezza” al paziente

di Davis Cussotto


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

I u201ctrucchiu201d per convivere con il rischio Covid in studio