HOME - Inchieste
 
 
17 Luglio 2015

Over '60 e dispositivi protesici. Quali sono stati applicati, quanto hanno speso, come li mantengono efficienti


Continuiamo ad analizzare il Rapporto di Federanziani sulle abitudini in tema di prevenzione e cure odontoiatriche degli over '60. Questa volta analizziamo i dati che hanno cercato di approfondire il rapporto senior riabilitazione protesica.

Secondo i dati rilevati quasi il 46% dei "senior" ha dichiarato di avere in bocca un dispositivo protesico. Analizzando i dati dal punto di vista dell'aera di provenienza sono gli over '60 residenti nel Nord Italia ad essere più protesizzati (60% dei residenti al Nord ha un dispositivo protesico) di quelli del Sud ed Isole (46%) o del Centro (40%). Prevalentemente sono i senior con titolo di studio medio o elevato a masticare attraverso un ausilio protesico rispetto a quelli con una percorso scolastico più limitato o inesistente.

Quali dispositivi?

Fra le diverse tipologie di apparecchi e protesi utilizzate, il 39% ha dichiarato di avere una totale mobile, il 24% una protesti fissa, il 15% ha un impianto dentale e quasi il 13% porta una protesi rimovibile parziale. Considerando i dati per area geografica i portatori di protesi totale sono prevalentemente concentrati al Sud Italia (45%), al Centro (38%) ed al Nord (20%).

Costi

Il 60% dei pazienti che hanno partecipato alla ricerca hanno dichiarato di aver sostenuto un costo superiore ai 1.000 euro per la riabilitazione. Il range di spesa più indicato è stato quello compreso fra i 1.000 e i 2.000 euro, sostenuto da oltre il 25% dei senior, e quello fra i 2.000 e i 5.000 euro sostenuto da circa il 24%.

Solo una parte del campione di poco superiore al 27% ha sostenuto un costo inferiore a 1.000 euro. Di questi il 13% ha speso fra i 500 e i 1.000 euro.

Analizzando le risposte date dai pazienti che hanno sostenuto il costo più alto, dicono da Feranziani, "si è notato che fra gli utilizzatori di apparecchi/protesi caratterizzati da un grado di istruzione da superiore a post universitario, il 27% ha speso tra i 2.000 e i 5.000 euro e il 16% oltre i 5.000 euro residente nel Nord Italia".

Cura del dispositivo

13,4% degli over '60 si reca periodicamente dal dentista per mantenere efficiente la protesi, attraverso ribasature o per effettuare igiene orale professionale alla protesi fissa.

Sa da una parte il 36% dei portatori di protesi rimovibile non fa uso di adesivi, il 43% utilizza paste adesive contro il 21% che utilizza altri tipi di adesivi.

Sul fronte della pulizia dei dispositivi poco più del 52% ha dichiarato di ricorrere a prodotti specifici per detersione della protesi. La tipologia di prodotto maggiormente diffuso è costituito dalle pastiglie; vi ricorre il 49%. Circa il 23% effettua una pulizia basata su dentifricio e spazzolino mentre circa il 9% impiega il bicarbonato o altri prodotti impropri.

Sull'argomento leggi anche:

16 Luglio 2015: Gli over '60 si rivolgono al dentista privato ma spendono meno di 300 euro. Controlli, detartrasi e revisione della protesi le prestazioni

Articoli correlati

Mantenere stabile il microbioma orale aiuta a tenere sotto controllo le alterazioni della salute dell'anziano


Il gruppo di ricerca diretto dal prof. Eriberto Bressan della Clinica Odontoiatrica dell'Università degli Studi di Padova (Direttore prof. Edoardo Stellini), da anni si occupa di ricerca in...


Aprire un canale di confronto con pazienti, società scientifiche di area medica, operatori sanitari e Istituzioni per elaborare strategie e programmi per favorire la prevenzione e migliorare...


GSK Consumer Healthcare è sponsor di Millepiazze - Festa dei Nonni d'Italia 2016, la campagna nazionale organizzata da Senior Italia FederAnziani che il 1 e 2 ottobre, in concomitanza con la...


Altri Articoli

La proposta 5 Stelle contenuta tra gli emendamenti alla Manovra. Sen. Endrizzi: compatibile con la legge di Bilancio, le SrL odontoiatriche comportano perdite erariali rispetto a StP 


A Pescara un ex (vero dentista), all’Aquila due odontotecnici ed un odontoiatra


Un regolamento, in fase di realizzazione, definirà le regole per iscriversi. Pollifrone (CAO Roma): “l’obiettivo è quello di tutelare sempre la salute dei cittadini”


Il presidente CAO di Cuneo commenta i dati illustrati durante il convengo EDRA e sostiene che battersi per una modalità di esercizio omogenea serve per tutelare la salute dei cittadini da chi punta...


Un sistema matematico che trasforma una richiesta iniziale in una risposta finale coerente ed efficacie nella chirurgia guidata


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi