HOME - Interviste
 
 
27 Settembre 2016

Implantologia computer assistita. L'appuntamento internazionale dell'anno è a Bologna grazie alla CAI Academy


Si terrà a Bologna, i prossimi 4 e 5 novembre, il meeting internazionale della Computer Aided Implantology Academy. Siamo giunti dunque all'undicesimo incontro annuale dell'associazione internazionale no profit che è stata costituita con il preciso obiettivo di fornire uno stimolo continuo alla diffusione e alla formazione degli odontoiatri nell'implantologia orale computer assistita.

Presidente della Cai Academy, del convegno bolognese (con Angelo Mottola) e del comitato scientifico del congresso (ancora con Angelo Mottola e lo statunitense Scott D Ganz) è Marco Rinaldi (nella foto). I tre esperti sono anche gli autori di un testo di riferimento sul tema: "Computer-guided applications, for dental implants, bone grafting and recontructive surgery", pubblicato negli Stati Uniti a maggio dello scorso anno da Elsevier e tradotto in in lingua spagnola e cinese a cura di Lswr.

È proprio Marco Rinaldi a ricordarci che "la Cai Academy è un'accademia internazionale nata undici anni fa con l'intento di promuovere attività didattiche e di ricerca nel campo della chirurgia implantare computer guidata. L'accademia organizza vari corsi, workshop e soprattutto il Congresso annuale".

Nel corso del suo primo decennio di attività, Cai Academy è stata presieduta da riconosciuti esperti e pionieri nel campo della chirurgia computer guidata, nell'ordine: Francesco Valente, Guido Schiroli, Scott D Ganz, Sandro Fabbro, Thomas Fortin; il biennio di presidenza del dottor Rinaldi finirà dopo il congresso di Bologna, quando gli succederà il presidente eletto Philippe Tardieu.

"Il nostro congresso annuale - spiega ancora Rinaldi - riunirà, nella prestigiosa sede dell'Aula Magna dell'Ospedale Maggiore di Bologna, molti tra i massimi esperti in questo campo, che porteranno i loro contributi e i risultati delle ricerche più recenti. Attualmente, le applicazioni digitali in odontoiatria si stanno sempre più allargando: avremo infatti relazioni dedicate alla chirurgia ricostruttiva orale e maxillo-facciale e vedremo molte nuove applicazioni nel campo della diagnostica e della riabilitazione protesica. Aprirà il meeting la Lectio magistralis di Daniel van Steenberghe, che farà un bilancio dopo vent'anni di utilizzo della chirurgia implantare computer assistita. Nel corso delle due giornate congressuali verrà definito lo stato dell'arte nei diversi campi di applicazione di queste tecnologie che hanno radicalmente cambiato la nostra professione".

Abbiamo chiesto al presidente Rinaldi un consiglio per i nostri lettori che non si sono ancora avvicinati all'implantologia computer guidata.

"Innanzitutto - ci ha risposto l'esperto - direi loro di venire a Bologna. Le tecnologie 3D per la pianificazione implantare hanno raggiunto oggi un tale grado di affidabilità clinica da non essere più poste in dubbio sul piano tecnico; semmai si discute sulle corrette applicazioni di questi eccellenti strumenti diagnostici-operativi. È la corretta diagnosi che rappresenta oggi la chiave del successo in implantologia, e con questi strumenti il clinico ha la possibilità di pianificare e prevedere tutto il trattamento dalla chirurgia alla protesi. Oggi, con queste tecnologie, possiamo progettare trattamenti ricostruttivi con innesti ossei e sinusali, valutare la posizione e l'inclinazione degli impianti, e prevedere come sarà realizzata la protesi finale. Partendo dalla Tc/Cbtc del paziente, i software di pianificazione implantare, la costruzione di modelli stereolitografici in grandezza reale dei mascellari e le realizzazioni protesiche Cad-Cam hanno esteso enormemente il campo di applicazione delle tecnologie digitali 3D. Possiamo utilizzarle nella chirurgia implantare con o senza lembo (flap/flapless), con o senza innesti ossei (graft/graftless) e anche per la realizzazione protesica. Abbiamo quindi strumenti diagnostici, di simulazione e di previsione che permettono la realizzazione di un flusso di lavoro interamente digitale".

A questo link le info sul congresso.

Articoli correlati

Immagine di archivio

La presenza di un volume osseo adeguato è fondamentale per la sopravvivenza dell’impianto e il successo a lungo termine.Diverse procedure – quali rialzo del seno mascellare,...

di Lara Figini


Gli intarsi sono una scelta adeguata per ripristinare elementi dentari con carie destruente. Diversi sono i materiali che possono essere utilizzati per questi tipi di restauri e...

di Simona Chirico


Tutto il Team deve intercettarle e governarle per migliorare il rapporto e la cura

di Davis Cussotto


Altri Articoli

Fiorile: confermate le posizioni di AIO, adesso via dal Registro delle imprese le altre società odontoiatriche


Pubblicato finalmente il modulo per presentare la richiesta per il credito, ma ci sono limiti e tetti di spesa. I consulenti fiscali AIO ci spiegano quando e come richiederlo


Utilizzare strumenti di telemedicina per “visitare” a distanza i propri pazienti può costituire una violazione della privacy, servono ulteriori consensi? Il parere del Garante 


In serata dovrebbe essere approvato il DCPM che proroga le misure già adottate fino al 31 luglio, obbligo di rispettare i protocolli nei luoghi di lavoro compreso


Straumann Group, azienda leader nel settore odontoiatrico, annuncia la nomina di Davide Marchini in qualità di General Manager e Amministratore Delegato di Straumann Group...


Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION