HOME - Interviste
 
 
27 Ottobre 2017

XXXVI Congresso Internazionale AIOP, per riaffermare il valore della cultura odontoiatrica e della sinergia tra clinico e tecnico. Paolo Vigolo presenta l'evento


In un momento nel quale le difficoltà socio-economiche e la concorrenza dell'odontoiatria commerciale rischiano di rappresentare un ostacolo per la ricerca qualitativa, occorre riaffermare il valore della cultura odontoiatrica, della pratica professionale, della interdisciplinarità e della sinergia della componente clinica con la componente tecnica, fondamentale in particolare quando si parla di protesi. Sono questi alcuni spunti di riflessione al centro del XXXVI Congresso Internazionale Aiop, dal titolo "L'Educazione all'Eccellenza", che si terrà dal 16 al 18 novembre a Bologna (presso il palazzo della Cultura e dei Congressi), che vedrà largo spazio dedicato all'uso della fotografia per la comunicazione con pazienti e tra professionisti. A parlarcene, Paolo Vigolo (nella foto), presidente Aiop.

Presidente, possiamo ricapitolare obiettivi e principali tematiche del Congresso?

Tutte le sessioni avranno una valenza didattica ben espressa nel titolo: solo l'eccellenza, infatti, abbinata ai vantaggi operativi offerti dalle novità tecnologiche, può garantire ai clinici e ai tecnici una pratica professionale ricca di soddisfazioni, pur in un momento nel quale le difficoltà socio-economiche e la concorrenza dell'odontoiatria commerciale paiono ostacolare la ricerca qualitativa. Durante il congresso vogliamo sottolineare l'importanza delle basi della cultura protesica; e vogliamo rimarcare l'importanza della sinergia della componente clinica dei Soci con la componente tecnica. La protesi è la disciplina attorno a cui ruotano tutte le diverse specialità dell'odontoiatria ed è opportuno sottolineare che solo con il coinvolgimento paritario di clinici e tecnici si può raggiungere un risultato di qualità: i clinici e i tecnici devono camminare affiancati in un progetto comune di crescita.

L'eccellenza professionale diventa allora un elemento distintivo e di competitività. Allargando lo sguardo alla formazione, in generale, quali valori e quale approccio occorre comunicare? Quale ruolo hanno, in questo, le società scientifiche?

Le Società Scientifiche promuovono lo studio, la ricerca scientifica e l'aggiornamento professionale nel campo odontostomatologico: con la promozione e l'organizzazione di eventi culturali e di attività di ricerca medico-scientifica, con l'elaborazione e l'aggiornamento di raccomandazioni cliniche, esse rappresentano un'importantissima presenza in Italia affiancandosi all'Istituzione Universitaria per facilitare e garantire l'aggiornamento dei propri associati. Concordo con quanto sostiene Gianfranco Carnevale, presidente di CIC-Odontoiatria - nel quale confluiscono i circa 12 mila dentisti Soci delle più importanti Società Scientifiche nazionali -: in questi tempi è opportuno richiamare l'importanza dei valori dell'etica professionale, che vede le esigenze del paziente e la qualità delle cure a lui riservate al primo posto nella scala dei valori della nostra professione. È per questo che le Società Scientifiche devono, nei propri eventi culturali, a mio modo di vedere, consolidare le basi della cultura odontoiatrica: le novità tecnologiche non possono farci scordare o ignorare le basi culturali su cui poggia la nostra professione; dall'altro lato, devono anche rafforzare il rapporto con la popolazione. In questi aspetti, credo si possa riconoscere la mission di AIOP, che promuove gli ideali di eccellenza clinica ed etica nella pratica professionale della protesi, con il fine di fornire ai pazienti le migliori terapie possibili. E questo altro non è che "L'Educazione all'Eccellenza".

Sono tante le attività organizzate durante il congresso, tra le quali anche il focus sulla fotografia. Possiamo fare un punto?

Nel Corso precongressuale del giovedì tre giovani colleghi della Scuola di Seattle, i dottori Janakievski, Kokich Jr. e Kinzer, parleranno dell'approccio interdisciplinare nei casi estetici, sottolineando l'importanza della collaborazione della Protesi con l'Ortodonzia e la Parodontologia. Durante le due giornate del congresso, poi si discuterà di eccellenza affrontando vari aspetti, tra i quali quello, sempre complesso, della scelta tra preservare il dente naturale o sostituirlo con un impianto, il tema relativo alla protesi digitale, o dell'estetica bianca e rosa con i nuovi materiali ceramici. Ci saranno molte sessioni parallele, come le oramai consolidate AIOP Young, AIOP Digital Dentistry, AIOP Dentures, AIOP Management e AIOP Igiene in collaborazione con AIDI. Verranno inaugurate, poi, due nuove sessioni: AIOP Università, nella quale metteremo in evidenza l'eccellenza espressa dall'Università Italiana, con Siena sotto i riflettori, e AIOP Photography, fortemente voluta e organizzata dal Dirigente della Sezione Odontotecnica, Giuliano Vitale, con cui condivido la responsabilità della conduzione di AIOP nel biennio 2017-2018: in questa sessione Miladinov Milos, odontotecnico esperto di Dental Photography, insegnerà a clinici e tecnici come fotografare al meglio i propri casi sottolineando l'importanza della fotografia per la comunicazione con colleghi e con pazienti; questa sessione è inoltre affiancata da un contest, AIOP Photoshow, un concorso internazionale per promuovere l'eccellenza di questo importante aspetto della nostra attività professionale.

Francesca Giani

Articoli correlati

Paolo Vigolo è il nuovo presidente dell'Academia Italiana di Odontoiatria protesica per il prossimo biennio (2017-2018). La sua carriera professionale, laureato in Odontoiatria a Padova,...


Al 38° Congresso AIOP si è approfondito il tema “dell’umanizzazione” della protesi e dei pazienti fragili. Guarda la Tavola rotonda organizzata sul tema


AIOP dedica il suo 38° Congresso nazionale alla protesi come strumento riabilitativo per la salute generale dell'individuo ma anche sociale. Il presidente Poggio ci racconta il perché della scelta


Un improvviso malore ha portato via, nel primo pomeriggio di ieri 11 giugno, Paolo Vigolo past president dell'Academia Italiana di Odontoiatria Protesica. A trovarlo privo di vita nel suo studio...


"Qualsiasi bocca merita un rossetto, ma è l’armonia dei denti a valorizzare il sorriso”. A dirlo è il dott. Carlo Poggio presidente dell’Accademia Italiana di Odontoiatria Protesica...


Altri Articoli

ANDI in collaborazione con AIO, CAO, Fondazione ANDI, diffonde una guida pratica per odontoiatri e personale di studio condivise con il Ministero della Salute


Le misure da adottare in studio, la gestione dei pazienti, la comunicazione anche attraverso i social. Questa l’esperienza del presidente CAO Reggio Emilia Fulvio Curti


Le ordinanze a causa del coronavirus hanno costretto il SIASO e rimandar eil Congresso Nazionale programmato sabato 29 febbraio a Milano


Il past president UNIDI guiderà l’International Dental Manufacturer Association. Guarda la video intervista


Il Ministero ha rilasciato una circolare con alcuni chiarimenti sul COVID-19. Tra le indicazioni anche quelli su pulizia ambienti sanitari e non sanitari e le misure preventive


Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove norme su Direttore sanitario e Autorizzazioni