HOME - Interviste
 
 
17 Novembre 2017

L'analisi cefalometrica 2D. Il nuovo libro EDRA presentato dall'autore


Dalla diagnosi strumentale radiologica utilizzata per ricavare immagini della testa del paziente, all'anatomia del cranio, fino alla presentazione dei sei metodi di analisi cefalometrica maggiormente in uso nell'ambito dell'Ortognatodonzia e della chirurgia orale e maxillo-facciale. Il tutto con un ampio supporto iconografico e in uno stile che ne facilita la comprensione. Sono queste alcune delle caratteristiche del testo "Analisi cefalometrica 2D. Ricketts, McNamara, Steiner, Tweed, Jarabak, GianniÌ" (288 pagine, 49 euro) pubblicato a ottobre da Edra.

Ne abbiamo parlato con Sandro De Nardi (nella foto), Docente del Corso di Perfezionamento in Ortognatodonzia presso l'UniversitaÌ degli Studi di Milano e Direttore del Centro Diagnostico Radiology 3D di Milano, autore, insieme a Umberto Garagiola, della pubblicazione.

Prof. De Nardi, possiamo ricapitolare i principali contenuti?

Il testo si rivolge principalmente a studenti di odontoiatria o delle scuole di specialità, a odontoiatri e a medici chirurghi specialisti in chirurgia maxillo-facciale e in otorinolaringoiatria. Al centro c'è un'esposizione dei concetti basilari dell'analisi cefalometrica del cranio, un excursus delle Analisi Cefalometriche degli autori che sono un punto di riferimento nel mondo scientifico e professionale (Ricketts, McNamara, Steneir, Tweed, Jarabak, Giannì), oltre a una disanima delle definizioni e immagini della anatomia del cranio, dell'anatomia teleradiografica del cranio, dei punti cefalometrici e dei piani cefalometrici.

Quali sono gli obiettivi alla base del testo?
Si tratta di una materia estremamente complessa, anche perché si basa sulla geometria, e può risultare un po' ostica per i medici e gli odontoiatri. In questo testo, lo studio dell'Analisi Cefalometrica è effettuato in modo semplificato ed è corredato da molte immagini che ne facilitano l'apprendimento e la applicazione nella pratica clinica. Il testo, rispetto a pubblicazioni già esistenti, ha cercato di rendere il più possibile comprensibili i concetti e ha cercato di cogliere le novità di maggiore interesse nel panorama mondiale.

Quali i punti di forza?
Per decidere le caratteristiche scheletriche di un soggetto in terapia ortognatodontica è utile e consigliabile effettuare delle misure lineari, angolari secondo determinate scuole di analisi cefalometrica. L'Atlante permette all'odontoiatra di effettuare consultazioni veloci durante lo studio di un caso ortognatodontico, costituendo un punto di riferimento importante, sia nella fase di apprendimento della materia sia anche nella pratica clinica. Punto di forza, come dicevo, è senz'altro la presenza di molte immagini che rendono l'Analisi Cefalometrica meglio comprensibile. I contenuti poi sono presentati in forma schematica, sintetica pur essendo il testo esaustivo.

Francesca Giani

Articoli correlati

A pochi giorni dalla firma dell'accordo Stato Regioni sul profilo dell'ASO ANDI ed in particolare ANDI Como, sezione che da sempre si dedica alla formazione degli ASO è stato presentato al...


Una guida destinata a professionisti e clinici per rispondere alle esigenze della pratica quotidiana, che non solo fornisca strumenti per individuare il corretto approccio chirurgico, ma affronti il...


Il web brulica di persone alla ricerca di informazioni sanitarie per risolvere un problema personale o di un loro congiunto. Per il dentista, oggi, è indispensabile essere presente là...


Altri Articoli

Quando non si ha la possibilità di utilizzare trapano, anestesia, materiali per otturazioni, tra le tecniche ed i prodotti a disposizione per trattare la carie dei denti da latte, e non solo, in...


“Apprendo con grande stupore a mezzo stampa di una presunta querela che sarebbe stata sporta nei miei confronti da parte dell’ANDI – dichiara Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e...


La Regione Toscana, con la Legge regionale n° 50, ha modificato la L.R. 5 agosto 2009 n°51 "Norme in materia di qualità e sicurezza delle strutture sanitarie: procedure e requisiti autorizzativi...


Avevano permesso ad un non laureato ed abilitato di curare i loro pazienti e per questo il giudice di Lucca ha condannato tre iscritti all’Albo per concorso in esercizio abusivo della...


In vista del termine del triennio formativo e dell’obbligo per medici ed odontoiatri iscritti all’Albo di ottemperare al debito formativo previsto l’OMCeO Milano, sul proprio sito,...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi