HOME - Interviste
 
 
09 Marzo 2018

L’appropriatezza per combattere la mercificazione della professione, la strategia SIdP

L’anticipazione dal presidente Aimetti alla vigilia del XX Congresso

Francesca Giani

Sarà dedicato a “Appropriatezza e prognosi: la Parodontologia in cabina di regia” il XX Congresso Nazionale della Società Italiana di Parodontologia e Implantologia che si terrà a Rimini dal 15 al 17 marzo. “La società cambia rapidamente”, spiega Mario Aimetti (nella foto) Presidente SIdP, “ed è oggi permeata dalla filosofia del tutto e subito. Una visione consumistica che porta a interpretare le terapie odontoiatriche per lo più come vendita di servizi. In questo quadro, l’odontoiatra fatica a rispondere alle esigenze dei pazienti mantenendo un approccio etico. L’applicazione del principio “Primum non nuocere”, pietra miliare della professione, è diventato per molti quasi una sfida quotidiana. È alla luce di queste considerazioni che, insieme alla Commissione Culturale, ho pensato di riportare alla ribalta il concetto dell’appropriatezza, collocandolo al centro della riflessione e del programma scientifico del XX congresso, il primo del mio biennio di Presidenza. Altro passaggio chiave, come si evince dal titolo, è mettere la parodontologia al servizio della terapia odontoiatrica, “in cabina di regia”. L’obiettivo che ci poniamo è chiarire, da un punto di vista biologico e clinico, il ruolo della parodontologia in terapia odontoiatrica. Varie saranno le declinazioni, ma il principio cardine è che senza una corretta diagnosi e terapia dei tessuti parodontali e peri-implantari è sostanzialmente impossibile eseguire terapie odontoiatriche appropriate a tutela del paziente. Questo, d’altra parte, è un po’ il leit motif dell’attività culturale del mio biennio, per il quale ho coniato lo slogan “Think Perio”. Ma un altro concetto che vogliamo portare avanti è che, per garantire uno stato di salute, accanto all’intervento in team dell’odontoiatra e dell’igienista dentale, è indispensabile il coinvolgimento e la collaborazione del paziente. La terapia è un percorso che si sviluppa nel tempo e nel quale il paziente è uno degli attori principali. Questo contrasta con il “percepito” odierno per cui in molti casi si cerca un risultato immediato commisurato alla sola possibilità economica”.

Molte le novità del Congresso: “È stata organizzata una formula di comunicazione, “in scena con...”, che prevede l’interazione tra Coordinatore e Relatori, in modo da conferire maggiore dinamicità ai contenuti e creare maggiore coinvolgimento del pubblico. Questo ha richiesto uno sforzo importante da parte dei Coordinatori, veri e propri direttori d’orchestra, e dei relatori che hanno dovuto lavorare non solo alle rispettive singole relazioni per fornire un messaggio integrato. Sempre per stimolare il confronto e per coinvolgere in modo particolare i giovani, quest’anno saranno avviati i “Lunch&Learn” e i Workshop teorici e pratici. Si tratta di iniziative pensate per accrescere la competenza clinica, stimolando il confronto e la condivisione delle conoscenze in un contesto informale, dove i partecipanti potranno essere protagonisti attivi della loro formazione e acquisire conoscenze pratiche. In particolare, i Lunch&Learn, organizzati nella giornata di giovedì, ma che potrebbero essere replicati il venerdì, daranno la possibilità ai partecipanti di sedere a tavoli riservati a 10-12 persone e di pranzare, confrontandosi su argomenti monotematici, guidati da un moderatore. I workshop pratici saranno svolti il sabato pomeriggio al termine dei lavori congressuali”.


Odontoiatri, Igienisti Dentali e studenti di entrambi i corsi di Laurea, “condivideranno i lavori congressuali della prima giornata, mentre nella seconda ci saranno due programmi distinti per meglio rispondere alle esigenze specifiche delle due figure professionali. Quanto ai contenuti, la giornata pre-congressuale si aprirà con la formula, ormai consolidata, dello “Spazio” a fare da corollario al Corso Pre-congressuale dedicato a “Agenesia dei settori anteriori: scelte terapeutiche e prognosi a lungo termine”. Gli Spazi, fin dalla loro introduzione, sono stati pensati per consentire momenti di confronto attivo permettendo ai partecipanti di vivere l’aggiornamento scientifico e clinico in modo coinvolgente. In particolare, si segnala lo Spazio Giovani, riservato ai Soci SIdP under 40 e agli Studenti dell’ultimo anno del CLMOPD, focalizzato sul tema “Il piano di trattamento riabilitativo del paziente parodontalmente compromesso” e lo Spazio Ricerca, sempre rivolto agli Odontoiatri e agli Studenti del CLMOPD. La giornata terminerà con un momento di festa: il “Perioparty””.  

Articoli correlati

Un’indagine SIdP rileva che un italiano su 5 tra i 35 e i 70 anni teme che non potrà permettersi le cure odontoiatriche e vede a rischio le sue condizioni di salute orale


La paura del contagio non frena il ritorno nello studio dentistico dopo il lockdown, 8 pazienti su 10 li reputano sicuri. Le conferme da una ricerca SIdP


Oltre mille odontoiatri ed igienisti dentali “incollati” allo schermo per una sicura ripartenza della Parodontologia Italiana


SIdP ricorda come il lockdown possa aver messo a rischio le gengive, già a rischio di 8 milioni di italiani e consiglia al più presto una visita urgente 


Prof. Breschi: ascoltiamo scienziati, ricercatori, comunità medica e scientifica, di evitare notizie non verificate così da prevenire l'estensione della disinformazione che potrebbe causare ondate...


Altri Articoli

La notizia è che dopo alcuni anni torna il dibattito sul numero dei posti per l’accesso al corso di laurea in odontoiatria e sugli italiani che si laureano all’estero. Da...

di Norberto Maccagno


Una ricerca tutta italiana ha messo a confronto alcuni strumenti che possono ridurre il rischio di contagio da Covid-19 attraverso l’aerosol


Landi: uno scambio di vedute che ha permesso di modificare un documento che avrebbe potuto comportare problemi per la gestione della post pandemia per gli studi odontoiatri europei


Un nuovo approccio clinico basato sulla medicina dei sistemi, per la cura della malattia parodontale, che in Italia colpisce il 60% della popolazione


Cronaca     03 Luglio 2020

ENPAM: completato il CDA

Eletti i tre consiglieri delle consulte. Quella della Quota “B” sarà rappresentata dall’odontoiatra Gaetano Ciancio


Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Speciale in Evidenza


 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Nuove tecnologie in studio? Le omaggia IDI EVOLUTION